Eurovision Italia WEB Contest 2016: trionfa la Francia con Amir!


Anche questa edizione dell’Eurovision Italia WEB Contest – in partnership con EurovisionItalia.Com – è giunta al termine ed è ora quindi di rivelare chi è stato l’artista/brano più votato sia dai nostri lettori (webvoto) che dai 10 giurati che hanno accettato di partecipare anche quest’anno (e che ringraziamo uno ad uno per la disponibilità).

La speciale giuria di questa edizione 2016 dell’Eurovision Italia Web Contest è stata composta, come avviene ormai tutti gli anni, da protagonisti del mondo dei media (tv e radio), del web e della scena musicale italiana. Eccoli elencati qui di seguito, in ordine alfabetico:

  • Alan Palmieri (direttore Radionorba)
  • Andrea Bonini (giornalista SKY TG24)
  • Fabio Marelli (speaker presso Discoradio)
  • Fabrizio Gaias (giornalista presso Discoradio)
  • Federico Boni (blogger e fondatore di Spetteguless.it)
  • Marco Fratini (giornalista, caporedattore della redazione Economia ed Esteri  TG La7)
  • Paolo Fratter (giornalista SKY TG24)
  • Romina Falconi (cantautrice)
  • Stefano Pozzovivo (speaker presso Radio Subasio)
  • Valentina Correani (conduttrice televisiva e attrice)

CLASSIFICA FINALE

(webvoto + giuria)

La classifica finale – data dalla somma del voto dei nostri lettori (webvoto) e delle votazioni dei nostri 10 giurati – vede al numero uno il rappresentante francese Amir con J’ai cherché, seguito da Dami In (Australia) e Barei (Spagna). Nei casi in cui due brani/Paesi si fossero trovati con lo stesso punteggio, è stato favorito il brano che ha ottenuto il punteggio più alto da parte della giuria. Ecco la Top15 completa, mentre a seguire la classifica della giuria e quella dei lettori:

Francia Amir J’ai Cherché
Australia Dami In Sound Of Silence
Spagna Barei Say Yay!
Russia Sergey Lazarev You Are The Only One
Svezia Frans If I Were Sorry
Bulgaria Poli Genova If Love Was A Crime
Croazia Nina Kraljić Lighthouse
Paesi Bassi Douwe Bob Slow Down
Austria Zoe Loin d’ici
UK Joe and Jack You’re Not Alone
Belgio Laura Tesoro What’s The Pressure
Polonia Michal Szpak Color Of Your Life
Ungheria Freddie Pioneer
Azerbaigian Samr Miracle
Danimarca Lighthouse X Soldiers Of Love

Amir

WEBVOTO

Risultati delle votazioni online (Top 15)

Il webvoto, il voto online di oltre mille partecipanti a questa edizione dell’Eurovision Italia WEB Contest, ha consegnato la vittoria alla Francia, rappresentata da Amir con “J’ai cherché”. Al secondo posto, con un grande distacco in termini di voti, troviamo l’Australia con Dami In e la sua “Sound of Silence”. Sempre sul podio, ma in terza posizione, troviamo invece la Spagna con Barei e “Say Yay!”. Di seguito la Top 15 in base alle preferenze dei nostri lettori:

1. Francia 2. Australia 3. Spagna
4. Croazia 5. Austria 6. Bulgaria
7. Polonia 8. Ungheria 9. Russia
10. Repubblica Ceca 11. Lettonia 12. Svizzera
13. Cipro 14. Albania 15. Belgio

IL VOTO DELLA GIURIA

La Top 15 dei più votati dai giurati

La nostra speciale giuria ha invece sancito la vittoria della Svezia, rappresentata da Frans con “If i were sorry”. Sul podio rimangono comunque anche la Francia, seconda con Amir (“J’ai cherché”) e Dami In con “Sound of Silence”. I due brani sono risultati anche tra i più votati dai nostri lettori. Di seguito la Top15 in base alle preferenze dei nostri giurati:

1. Svezia 2. Francia 3. Australia
4. Spagna 5. Paesi Bassi 6. UK
7. Russia 8. Belgio 9. Azerbaigian
 10. Danimarca 11. Israele 12. Bulgaria
13. Irlanda 14. Malta 15. Armenia

Non resta che attendere il prossimo 14 Maggio per conoscere il reale vincitore di questa edizione dell’Eurovision Song Contest, che seguiremo naturalmente con tanti aggiornamenti in real time e i collegamenti con i nostri inviati da Stoccolma.

6 Risposte

  1. Aneta ha detto:

    Non capisco questa ammirazione per la canzone presentata dalla Francia. Il pezzo come ce ne sono tanti in Francia, non porta nulla di nuovo ne nella musica ne nell’messaggio… le questioni del femminile – maschile sono state superate almeno 30 anni fa !

  2. pointless_nostalgic ha detto:

    Non avevo molta voglia quest’anno, ma avendolo fatto per 15 anni, alla fine mi sono sentito tutte le circa 400 canzoni che hanno fatto parte delle finali nazionali.

    Molta delusione, veramente pochi picchi, alla fine solo la finale Islandese mi ha convinto.

    In finale mi trovo con davvero pochi pezzi che mi convincono. Dell’Islanda ho già detto, la trovo un po’ già sentita, ma comunque in linea col mio gusto. La Svezia, come già avvenuto anni fa, quando gioca per non vincere porta le cose migliori: il pezzo di Frans era il migliore della loro rassegna, radiofonico e contemporaneo. E poi arriviamo alle uniche due canzoni che davvero mi piacciono quest’anno.

    La prima è quella olandese di Douwe Bob. Semplice, ma assolutamente e totalmente vicina al mio gusto. La ascolto di frequente e non smette mai di mettermi di buonumore.

    Ma c’è una canzone che spicca su tutte. Non solo sulle finaliste, ma su tutte le 400 canzoni della stagione. Sto ovviamente parlando di
    1944 di Jamala
    Una canzone straordinaria, genuina, senza compromessi. Cantata divinamente, tecnicamente perfetta. Ricca di contenuto, dai suoni contemporanei.
    Spiazza, ferisce, emoziona. Una vera perla.
    Se le giurie hanno senso di esistere, dovrebbero farla vincere con 300 punti di distacco.

    • Danilo ha detto:

      Caro pointless_nostalgic complimenti per la tenacia di ascoltare tutte le 400 canzoni :)
      Tu hai il palato fino….;)). Questo è un anno strano, con molte canzoni potenzialmente vincenti, ma nessuna in grado di stracciare le altre, stile Rybak nel 2009.
      La canzone di Jamala piace molto anche a me, penso sia su un altro pianeta rispetto alle altre, ma credo che sarà molto penalizzata al televoto e forse anche un po’ dalle giurie.
      Mi allineo alla votazione del web contest e “vedo”, anche io la Francia sul gradino più alto, sebbene vocalmente non ci sia paragone fra ” 1944″ e “J’ai cherche”: sono due mondi diversi.

    • Mattia ha detto:

      Io invece punto tutto sulla Serbia! Il pezzo mi convince, lei è bravissima e alle prove sembra essere andata benissimo. La possibilità di vittoria c’è tutta. Forza Sanja!

    • Aneta ha detto:

      La canzone alla quale fai riferimento tecnicamente parlando è fatta bene, mi piace ascoltarla… e anche la Jamala mostra le sue capacita vocali che possono essere invidiati da tanti dei partecipanti stessi … quello che non mi piace è che è uno spudorato riferimento alle questioni politiche.

  3. escfan ha detto:

    Povera la mia Ucraina senza nessun voto! :(
    Però sono molto contenta del vincitore! <3

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: