204 milioni di telespettatori per l’Eurovision Song Contest 2016


Sono stati oltre 200 milioni (per la precisione 204) i telespettatori che hanno seguito le tre serate del 10, 12 e 14 maggio di questa edizione dell’Eurovision Song Contest, 5 milioni in più rispetto all’edizione 2015.

Secondo i dati comunicati oggi, la finale dell’Eurovision ha raggiunto, in media, uno share del 36,3% in 40 Paesi, più del doppio degli ascolti medi in Prime Time per lo stesso gruppo di canali (la cui media è del 15,7%). Media che sale al 42.2% tra i giovani (15-24 anni): si tratta di più di quattro volte il valore medio per lo stesso gruppo di 40 Paesi nella serata del sabato, normalmente attestato al 10,4%.Jamala Eurovision 2016

“Siamo entusiasti che il pubblco dell’Eurovision Song Contest continui a crescere ed ora raggiunge oltre 200 milioni di persone in tutto il mondo”, ha detto il direttore generale dell’EBU Ingrid Deltenre.

Il Paese ospitante l’evento, la Svezia, ha ottenuto gli ascolti tv più alti dal 2000: la finale del 14 maggio è stata infatti seguita su SVT da ben 3.630.000 telespettatori, pari all’84,7% di share. Picco più alto in Islanda, che ancora una volta ha ottenuto lo share maggiore tra tutti i 42 paesi in gara: 95,3%.

Confrontando i dati del 2016 con quelli del 2015 in 16 paesi presenti in finale in entrambe le edizioni, emerge che complessivamente gli ascolti sono cresciuti di un milione e mezzo di spettatori: da 48 milioni del 2015 a 49,5 milioni del 2016. In 11 di questi Paesi gli ascolti sono cresciuti (Francia, Italia, Germania, Gran Bretagna, Belgio, Israele, Svezia, Lituania, Russia, Ungheria, Polonia), in uno sono rimasti stabili (Cipro) e solo in 4 sono calati (Spagna, Austria, Serbia, Lettonia).

Per conoscere lo storico degli ascolti dell’Eurovision, è possibile consultare i nostri due archivi: ascolti globali Eurovision e archivio storico nazione per nazione, con tanti dati esclusivi (che continueranno ad essere aggiornati nelle prossime settimane con gli ultimi dati disponibili).