Eurovision 2017: già 17 i paesi a confermare la presenza in Ucraina


Come da tradizione eurovisiva, nonostante siano passati solo pochi giorni dalla fine dell’edizione 2016, sono già diversi i paesi ad aver confermato la propria presenza all’Eurovision Song Contest 2017.

L’evento si terrà in Ucraina, dopo la chiacchierata vittoria di Jamala con la sua “1944”. Il paese dell’Europa dell’Est sarà quindi automaticamente in finale in quanto nazione ospitante.

Si sa già per certo, inoltre, che dopo uno stop di un anno tornerà in gara anche il Portogallo. Qualche settimana fa, infatti, la tv portoghese RTP aveva annunciato il ritorno promettendo cambiamenti sostanziali al processo di selezione, al momento non ancora svelati.

eurovision2017

Nonostante la scia negativa di risultati, torneranno le Big Germania e Spagna.

I teutonici non abbandoneranno la selezione televisiva con il voto del pubblico, almeno secondo quanto dichiarato da Thomas Schreiber, direttore intrattenimento della ARD, in un’intervista recente all’Hannoversche Allgemeine Zeitung.

In Spagna, invece, si inizierà a ragionerà su come cambiare la rotta nelle prossime settimane. Il paese iberico è inondato di polemiche dopo l’ennesimo risultato deludente e sotto le aspettative, e non è da escludere l’arrivo di un nuovo capo delegazione al posto di Federico Llano.

Con Amir, la Francia è tornata ai piani alti dopo anni a bocca asciutta. Il sesto posto è una boccata d’aria per i transalpini che ora avranno voglia di confermarsi anche in terra ucraina.

Inutile dire che non mancherà la Svezia, che sceglierà attraverso il tradizionale Melodifestivalen. Delle “sorelle” nordiche hanno già confermato la presenza sia la Finlandia che la Norvegia. Anche in questo caso si tornerà alle selezioni nazionali Uuden Musiikin Kilpailu e Melodi Gran Prix.

Fra i paesi di successo del 2016 rivedremo senza dubbio il Belgio, i Paesi Bassi, che opteranno per un’altra scelta interna (e sono già diverse le candidature spontanee)e la Polonia, così come Israele e la Lettonia, che visti i buoni risultati riproporrà con alte probabilità il format Supernova.

C’è inoltre l’Estonia che chiude con il peggior risultato di sempre ma intanto ha già annunciato la data dell’Eesti Laul in cui sceglierà il prossimo rappresentante: il 4 marzo del prossimo anno.

Ci saranno infine l’Ungheria e due paesi parecchio sfortunati in cerca di riscatto: l’Irlanda e la Svizzera.

Per quanto riguarda l’Italia, per un annuncio ufficiale dovremo aspettare alcuni mesi. Stessa situazione a San Marino.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

3 Risposte

  1. escfan ha detto:

    Gli spagnoli dovrebbero decidersi a mandare Alvaro Soler!
    La Germania dovrebbe invece evitare per l’ennesima volta di lasciarsi scappare l’opzione più”maestosa” della loro selezione(Oceana,Faun,Gregorians)invece di eliminarla al primo giro.
    Per Israele mi piacerebbe un sacco che andassero gli ANNA RF,ma Rising Star è un talent show troppo bello.Se forse loro vi partecipassero e lo vincessero sarebbe perfetto :) .

  2. Fecop ha detto:

    Qualche ritorno!? Magari come Andorra o Lussemburgo perché no il Principato di Monaco!? Qualche debutto!? Come la “nuova” associata Dell EBU del Kazakistan!?

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: