Slovenia, ecco gli otto brani finalisti in corsa per l’Eurovision 2017


Sorprese nelle semifinali slovene per l’Eurovision. E’ uscita di scena infatti la più titolata del gruppo, vale a dire Alya: la pop star nazionale, il cui brano in concorso è stato prodotto dai Maraaya, clamorosamente non è riuscita a staccare il biglietto per la finale. Il pubblico, al quale era interamente demandata la scelta delle prime due canzoni di ciascuna semifinale e successivamente la giuria, che ne sceglieva altre due fra le sei rimanenti- sempre per ciascuna semifinale – non l’hanno premiata. Eliminato anche Clemens, ripescato all’ultimo in concorso dopo la rinuncia di Maja Keuc.

Passano il turno nella prima semifinale la pop rock band dei King Foo, l’interprete Nika Zorjan già vista alle selezioni nazionali, che nel 2014 è stata la corista di Tinkara Kovac; Omar Naber, che rappresentò la Slovenia nel 2006 e la punk band dei Sell Out.  Nella seconda semifinale, passano il turno Nuska Drascek, cantante dalla lunghissima esperienza, ex componente del coro acappella Perpetuum Jazzile e anche lei prodotta dai Maraaya; Raiven, seconda classificata l’anno scorso; il duo dei BQL,  reduci da Slovenia’s Got Talent e il cantautore Tim Kores Kori, altro nome abbastanza noto in patria.

Ecco le canzoni in ordine di uscita (cliccando sul titolo si può ascoltare il brano) della finale in programma venerdì 24 febbraio


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

2 Risposte

  1. pointless_nostalgic ha detto:

    …nel frattempo in Portogallo hanno fatto una selezione stupenda! Già leggendo i nomi degli autori mi ero reso conto che quest’anno facevano davvero sul serio (dopo anni) e non sono stato deluso!
    Su tutte segnalo la canzone di Salvador Sobral, scritta dalla sorella Luisa Sobral – che è un talento incredibile già super apprezzato nel Paese – che assolutamente lascia a bocca aperta. Per molti sarà la cosa più lontana dall’eurovisione, ma è di una grazia, di una onestà e di una purezza che non può non commuovere. E l’interpretazione di Salvador è da brividi, non solo per la qualità cristallina della voce!
    Non so come andrà a finire, ma sono canzoni come queste che rendono l’esperienza delle national final qualcosa di davvero meritevole.

  2. Emanuele Sgarra ha detto:

    Tutto molto interessante

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: