Melodifestivalen 2017, clamoroso in Andra Chansen: Loreen esce di scena


In diretta dalla Saab Arena di Linköping, si è appena conclusa la puntata di “Andra Chansen“, il noto ripescaggio del Melodifestivalen 2017, il festival nazionale svedese che incoronerà il rappresentante del paese nordico al prossimo Eurovision.

Presentato da Clara Henry, David Lindgren e Hasse Andersson, lo show ha visto esibirsi gli otto cantanti arrivati rispettivamente terzi e quarti nelle precedenti quattro semifinali. Il tutto per ottenere uno dei quattro ambiti posti nella finale di Stoccolma.

Il primo duello ha visto sfidarsi i teen idol FO&O con “Gotta thing about you” e il progetto nato da YouTube Det Ve Du con “Road trip”. A vincere i primi.

In seconda sfida due ex concorrenti del talent Idol, da una parte Axel Schylström con “När ingen ser”, dall’altra Lisa Ajax con “I don’t give A”, che trionfa e ottiene un posto in finale.

Terzi a cantare l’ex calciatore Boris René con “Her kiss” e la band glam rock Dismissed con “Hearts align”. A imporsi l’artista solista.

L’attenzione, però, è stata tutta rivolta al quarto duello che ha visto contrapporsi un altro idolo dei giovanissimi, Anton Hagman con “Kiss you goodbye” e la vincitrice dell’Eurovision 2012 Loreen con la chiacchierata “Statements”.

Il risultato ha del clamoroso perché la cantante di “Euphoria” non riesce nel colpaccio e lascia il posto all’emergente collega! Loreen eliminata definitivamente dal Melodifestivalen.

Alla fine della puntata è stato svelato l’intero running order della finale di sabato prossimo:

  1. Ace Wilder – Wild child
  2. Boris René – Her kiss
  3. Lisa Ajax – I don’t give A
  4. Robin Bengtsson – I can’t go on
  5. Jon Henrik Fjällgren feat. Aninia – En värld full av strider
  6. Anton Hagman – Kiss you goodbye
  7. Mariette – A million years
  8. FO&O – Gotta thing about you
  9. Nano – Hold on
  10. Wiktoria – As I lay me down
  11. Benjamin Ingrosso – Good lovin
  12. Owe Thörnqvist – Boogieman blues
Advertisements

3 Risposte

  1. Danilo ha detto:

    Un bell”autogol questa volta se l’ è segnato la Svezia…buon per noi :-)

  2. pointless_nostalgic ha detto:

    Loreen aveva raggiunto la sua maturità artistica con questo pezzo, profondo sia nella parte musicale, sia nella messa in scena.
    Un vero peccato, non solo perché era anni luce avanti al resto di plastic pop che infarcisce e diventa sempre più la cifra del MF, ma per il livello stesso dell’esc.

  3. escfan ha detto:

    Direi che è il trionfo del cattivo gusto.
    Soprattutto,indica una cosa in particolare:la superficialità.La superficialità della gente che non vuole ascoltare musica elaborata,sentita,vera,ma solo un sottofondo senza particolari messaggi o emozioni da trasmettere,musica da negozio,da sentire,non ascoltare.