Eurovision, Kyrylenko: “La Russia presenti un cantante che non abbia violato le leggi”


Nel mare magnum di dichiarazioni da parte dell’EBU, dell’Ucraina e della Russia, il Vice Primo Ministro ucraino Vyacheslav Anatoliyovych Kyrylenko torna a proporre l’unica possibilità di vedere la Russia in gara all’Eurovision 2017:

Se la Russia si presenterà con un altro concorrente, allora sarà garantita loro la sicurezza e la normale accoglienza come per tutte le altre delegazioni. In caso contrario, l’Ucraina organizzerà l’Eurovision per 42 nazioni.

Il politico, che ricopre anche il ruolo di Vice Presidente del comitato organizzatore della kermesse, ha parlato ai microfoni di Radio Ucraina:

Ribadisco che la Russia può prendere parte all’Eurovision Song Contest 2017 a Kiev, ma con un partecipante che non abbia violato la legislazione ucraina. Credo che la Francia, la Germania, il Regno Unito, la Polonia o qualunque altro paese membro dell’EBU avrebbe preso la stessa decisione. 

Kyrylenko conferma ancora una volta lo status del paese chiamato ad organizzare il concorso canoro europeo, ricordando le motivazioni che risiedono dietro al ban di tre anni della cantante russa Julia Samoylova.

È inaudito e inaccettabile chiedere all’Ucraina di favorire la Russia violando la nostra stessa legislazione, e in generale, le norme delle leggi internazionali. La concorrente russa Julia Samoylova, purtroppo, ha violato la legge ucraina esibendosi nell’annessa Crimea. L’Ucraina, quando si tratta di Crimea, basa il proprio punto di vista su decisioni condivise da tutte le organizzazioni internazionali, e nessuna organizzazione internazionale al mondo ha riconosciuto l’annessione della Crimea. Stiamo difendendo non solo la legge ucraina, ma aderendo alle norme della legge internazionale.

Ieri, anche il Ministro degli Esteri ucraino Volodymyr Groysman ha espresso pubblicamente le intenzioni del paese, in una conferenza stampa tenutasi a Bruxelles:

La risposta è semplice. Concessioni, formali o informali, sono impossibili perché la legge deve essere applicata a tutti. Se la legge viene violata, ogni passo indietro è fuori discussione. L’unica possibile soluzione è la sostituzione della concorrente russa.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...