Eurovision 2017: per i bookmaker Francesco Gabbani è ancora primo!


Non è più una novità: Francesco Gabbani è ancora saldamente il principale favorito per la vittoria dell’Eurovision Song Contest 2017. L’interprete che, con Occidentali’s Karma, sarà portacolori dell’Italia sul palco dell’International Exhibition Centre di Kiev, si è stabilizzato in prima posizione e non ha nessuna intenzione di mollarla.Francesco Gabbani

L’Italia, in particolare, secondo le quote di 23 agenzie straniere aggiornate alle 13:30 di oggi, è data tra 1.55 e 1.73 (che, lo ricordiamo, significa “se io gioco 10 euro e vinco, me ne tornano indietro 15,5/17,3”, perciò si dice “vincere 1,55/1,73 volte la posta”).

La media sulle quote di tutte le agenzie rilevate, con arrotondamento alla quarta cifra decimale, è di 1,6283. La fiducia dei bookmaker, insomma, resta anche dopo la notizia che Francesco Gabbani si esibirà nella prima metà della finale. E’ anche vero che, dopo che Conchita Wurst nel 2014 e Mans Zelmerlow nel 2015 si sono esibiti nella prima metà e hanno vinto, il discorso (o forse meglio dire le teorie) legato a prima e seconda metà si è un po’ affievolito.

Al secondo posto, in lento, ma costante abbassamento di quotazioni (annotazione: nel linguaggio delle scommesse “abbassamento” è un termine positivo), c’è il Portogallo: Amar pelos dois di Salvador Sobral, in attesa dell’arrivo dell’artista a Kiev, previsto per oggi, si prende quotazioni comprese tra 7 e 10, per una media di 8,9152.

LEGGI ANCHE: Gabbani canterà nella prima metà della finale

Passando a Svezia e Bulgaria, bisogna aprire un piccolo capitolo a parte, che include anche un secondo sito che raccoglie quote di scommesse, eurovisionworld. Guardando eurovisionworld e oddschecker, uno si può chiedere: perché sul primo la Bulgaria è terza e la Svezia quarta e sul secondo il contrario?

Il motivo si spiega con il criterio secondo cui vengono fatte le classifiche: per eurovisionworld, conta la media delle quotazioni, mentre per oddschecker conta la peggior quota. Ora, I can’t go on di Robin Bengtsson ha quotazioni comprese tra 8 e 13 per una media di 10,9087, mentre Beautiful mess di Kristian Kostov va da 8 a 15,3 con media di 10,3826.

Non c’è nessun problema di questo tipo, invece, per l’Armenia: il Paese rappresentato da Artsvik con Fly with me si mantiene stabile al quinto posto: le quotazioni vanno da un minimo di 13 a un massimo di 21, per una media complessiva di 16,8696.

Nella parte bassa della top ten, si susseguono le modifiche: l’Australia vi rientra dopo esserne uscita, mentre salgono di prepotenza Finlandia e Paesi Bassi, in ragione delle reazioni positive causate dalle prove rispettivamente dei Norma John e delle O’G3NE. Scendono fuori dalla top ten Belgio, Francia e Danimarca.

Le quotazioni, da questo momento in poi, potrebbero cambiare notevolmente: le semifinali sono notoriamente foriere di grandi variazioni, anche se normalmente il favorito è sempre rimasto tale. Non mancheremo di aggiornarvi in caso di grandi cambiamenti da qui alla finale del 13 maggio.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | InstagramGoogle+


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...