Prima semifinale Eurovision 2017: disastro Rai4 su tutti i fronti!

Terminata da poco quella che possiamo definire senza mezzi termini la peggiore “prima semifinale” dell’Eurovision Song Contest 2017 di sempre sul fronte Rai, o meglio Rai4, dove questa sera è andata in onda, in diretta.

Se lo show prodotto dalla tv ucraina è risultato impeccabile, come lo è in generale l’organizzazione dell’evento, su Rai4 abbiamo assistito ad un pressapochismo di livelli mai visti (e pensare che parliamo di un programma che alla rete ha sempre regalato ascolti e share altissimi).

Dal 2011 ad oggi, abbiamo assistito ad ogni tipo di storpiatura del nome “Eurovision” (dieci lettere che non ci sembrano di così difficile pronuncia), cosa che si può anche accettare in programmi di reti concorrenti (che sistematicamente invece comunicano sempre correttamente) o da qualche giornalista troppo avanti con gli anni, ma che alla settima partecipazione una rete che trasmette l’evento sbagli anche le basi, è davvero troppo.

Ore 20:30 circa, la voce ufficiale di Rai4 presenta i programmi della serata e annuncia: alle 20:50 “GLI Eurovision Song Contest con Andrea Delogu e Diego Passoni…”. Perché chi ben comincia è a metà dell’opera…

Anteprima delle 20:50: forse l’emozione della diretta gioca brutti scherzi e anche qui i due commentatori sbagliano più volte il nome dello show (Eurosong Contest, Eurovision Festival…) che si ripeterà ancora e ancora per l’intera diretta fino alle 23 inoltrate.

LEGGI ANCHE: I Milleuno modi tutti italiani per dire Eurovision

Non solo, per tutta la serata è stata una serie di inesattezze ed errori uno via l’altro: da Domenico Modugno che avrebbe vinto l’Eurovision (era in realtà Toto Cutugno, nel 1990, oltre ovviamente a Gigliola Cinquetti), all’Australia che in gara non è mai andata molto bene (secondo posto nel 2016 e quinto nel 2015).

E si prosegue con i moldavi SunStroke Project, presentati come “i Kasia Moś” (che si era già esibita in realtà per la Polonia), l’annuncio che non si possono superare “i 20 voti per account” (il regolamento è chiaro – da sempre – ovvero massimo 5 voti per utenza), fino al disastro sull’hashtag, con la rete che per tutta la serata ha mandato in sovraimpressione quello non ufficiale (usato da sempre e presente in tutte le comunicazioni ufficiali, ovvero l’hashtag internazionale #ESC2017 al posto di quello italiano #ESCita).

Eurovision Rai

Ci domandiamo se l’autore dei testi del programma mentre preparava il materiale per i due commentatori, avesse forse la testa in qualche isola tropicale o stesse seguendo qualche talent show della concorrenza, perché la cosa è talmente surreale, che verrebbe da pensare ad un boicotaggio interno a Rai4 (autoinflitto ovviamente…).

Come scriveremo in un articolo a parte, la grande community intorno all’Eurovision è riuscita comunque a portare ai vertici delle Tendenze Italia di Twitter l’hashtag corretto – #ESCita – in prima posizione fino a chiusura evento e ben oltre le 3 di notte, nonostante Rai4 abbia insistito con la grafica su tutt’altro, togliendo così la possibilità di risultati nettamente migliori di quelli ottenuti.

A chiudere in bellezza, se così si può dire, l’insistere ancora una volta nel pubblicare tweet invasivi e spesso irrispettosi nei confronti dei cantanti che si stanno esibendo che, come già segnalato nei giorni scorsi, rappresenta un caso unico tra le tv pubbliche d’Europa e un pessimo esempio di fare tv (rovinando le esibizioni e togliendo la possibilità al telespettatore di godersi appieno le singole esibizioni nell’era dell’HD e del 4K), con un premio (o meglio un Tapiro) che va indubbiamente dato a chi quei tweet li seleziona.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ci domandiamo se gli artisti sul palco e le loro case discografiche sarebbero felici di sapere che durante le loro esibizioni piovono tweet e commenti di un certo tono. Per saperlo si potrebbe suggerire di sperimentarli durante Sanremo invece che all’Eurovision, chissà che non ne esca qualcosa di divertente in quattro ore di programma.

Siam partiti davvero con il piede sbagliato su Rai4 e ci auguriamo che possano evitare di ripetere gli stessi errori nella seconda semifinale in onda giovedi, dimostrando meno superficialità nella gestione di quello che rimane uno degli show più seguiti dell’anno per la rete non generalista.

Appuntamento alle prossime ore, per conoscere i dati di ascolto nel dettaglio.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | InstagramGoogle+

Advertisements

40 Risposte

  1. Michele Mj Re ha detto:

    SE volete sapere il VERO significato dell’OCCIDENTALI’S KARMA..
    Vedere su Google:
    MICHAEL JACKSON a SANREMO 2017…………….!!!

  2. Antonio ha detto:

    Nel mio commento, scritto di getto e pubblicato in fretta e furia, senza rileggerlo, ho visto degli errori (di digitazione). Ecco la riprova: la scarsa attenzione, la superficialità, così come ho scritto nell’intervento precedente, fanno danni.

  3. Antonio ha detto:

    Sono un ex conduttore e commentatore radiotelevisivo con quarant’anni di mestiere e quindi in là con gli anni. Ho commentato in diretta la finale di Lussemburgo 1984 con Alice e Battiato e I Treni di Tozeur, a braccio, senza copione è senza errori. Noi in là con gli anni eravamo tutti impeccabili perché super selezionati e super addestrati dalla Rai con serissimi corsi di formazione. E guai a sbagliare! Ora i criteri di scelta sono ben diversi (meglio tacerne) e di formazione non se ne parla. Ecco perché accade tutto questo. A noi in là con gli anni non accadrebbe neanche oggi mentre la TV (in buona parte anche la radio) è in mano a gente che non sa quel che fa. A chi poi sceglie di invadere lo schermo con i tweet, il cui livello è purtroppo specchio e figlio di questi brutti tempi, consiglierei di cambiare mestiere. Lo dico con forza: noi errori, linguistici, di pronuncia, di forma e di contenuto non ne facevamo perché altri più bravi di noi giovani di allora ci avevano insegnato e noi con molta umiltà li avevamo ascoltati (fra i miei tanti indimenticabili maestri ho avuto un certo Enzo Tortora); e noi con moltissima attenzione sceglievamo cosa dire perché gli errori li avremmo poi pagati cari. Per questo, noi in là con gli anni non ne faremmo neanche adesso, alla nostra non più verde età. Siamo invece costretti ad assistere impotenti allo sfacelo. Saremmo anche disposti e pronti a trasmettere la nostra esperienza ai giovani, ad aiutarli a migliorare, a scoprire i segreti del mestiere e a diventare bravi ma non celo consentono. Gli obiettivi sono altri, inconfessabili probabilmente. Se poi non fosse così, allora vuol dire che chi ha in mano la barra del timone non ha mai visto il mare.

    • Staff ha detto:

      Grazie Antonio per questa preziosissima osservazione,
      è un piacere leggerla e sapere di averla tra i nostri lettori!

    • Vito Rossi ha detto:

      Ho capito perfettamente chi è l’Antonio autore di questo bellissimo e veritiero commento: siamo su livelli altissimi, quell’Italia e quella RAI erano l’esempio di una civiltà umana e di un ambiente culturale che – temo – oggi si possano soltanto rimpiangere….E comunque, grazie Antonio per quello che ha scritto e per quello che ci ha donato con il suo lavoro svolto mirabilmente!!

  4. Sand hole studio ha detto:

    Ridicoli e pensi, i peggiori commentatori nella storia della tv. Discorsi senza senso, imbarazzanti, senza un privo di logica ma sopratutto sempre offensivi. Qualsiasi cantante veniva criticato e offeso senza motivo, indipendentemente dalla bellezza della canzone. I commenti sono lo specchio degli italiani, il solo fatto che non siano davanti alle telecamere li rende spocchiosi e ignoranti. Che schifo, un evento importantissimo rovinato per l’ignoranza

  5. Prevara ha detto:

    Satellite Free, canale tedesco One Hd, nessun commento frivolo o fuoriluogo,e in Full HD, ed evito di irritarmi con l’ignoranza Rai.

  6. eli 297 ha detto:

    Concordo sulla vergognosa e penosa presentazione italiana, ho scoperto il canale di youtube e lo vedo da li`, cosi` per o meno non sento le loro voci antipaticissime !

  7. Stefano ha detto:

    Vi dico come andrà a finire. Gabbani vince l “EuroSONG”, il prossimo anno si organizza l “euroFESTIVAL” in Italia, Shady di Amici di Maria de Filippi rappresenterà l Italia e l Italia arriverà ultima nella finale. Non solo, i conduttori che ci saranno parleranno in un inglese scolastico tipo “the Pen is on the table”.
    Risultato? Disastro totale e figura in mondovisione che ce la ricorderemo per almeno 2 generazioni.
    Con conseguente uscita dell Italia dal concorso fino al 2033.
    O vediamo quanto mi sbaglio?
    Con conseguenza uscita

  8. nikyfe87 ha detto:

    I commentatori hanno fatto un errore dopo l’altro, non solo sui cantanti/paesi in gara come molti di voi hanno già segnalato. Passoni, riferendosi alla breve intervista di Gabbani, ha detto che Morris è un etologo francese piuttosto che inglese; continuavano a dire che l’Ucraina si era esibita (spiegargli almeno le basi a questi poveri 2), hanno coperto l’esibizione di Jamala cercando di spiegare il problema Ucraina/Russia ma hanno creato solo confusione…un disastro; almeno Ardemagni e Solibello qualcosina sul cantante mentre passava la cartolina la dicevano.

  9. Pierluigi ha detto:

    Comunque mi sono accorto che anche i conduttori ucraini hanno detto sbagliando 20 volte. https://www.youtube.com/watch?v=r3cvGkiAPaE Se andate al minuto 8.10 lo vedete

  10. Danilo ha detto:

    Ho scritto il mio commento ieri sera a caldo, sotto un altro articolo, perché questo non era stato ancora pubblicato, ma questa conduzione piena di errori macroscopici e di inutili puntualizzazioni su vestiti e acconciature, vero fil rouge della serata, è stata un flop totale.
    Perché non prendere in prestito già da giovedì i commentatori sammarinesi Fiorio e Restivo, bravi, preparati e discreti ?
    Ho già mal di testa all’ idea di dovermi sorbire Insinna sabato, completamente inadatto al ruolo richiesto. Meno male che la Delogu si era fatta fotografare, qualche giorno fa, mentre stava studiando l’ Eurovision Song Contest (o eurocontest, eurosong o negli altri mille modi in cui lo ha chiamato)…direi che si vede che è da un po’ che non va all’ università, perché ai miei tempi, se proprio ti presentavi all’ esame senza sapere niente, almeno cercavi di ricordare bene il titolo del libro di testo (!)
    Tra l’altro lei sapeva della sua conduzione da più tempo rispetto a Passoni, subentrato di recente, mentre era proprio lui a cercare di correggerla negli errori .
    Poi questo parlare sulla canzone di Jamala, sui recap, facendo un trattato di geopolitica sulla questione russa, quando per spiegare la sua mancata partecipazione sarebbero bastate poche parole. Un disastro su tutti i fronti, probabilmente non solo colpa dei conduttori, ma se le cose le sai di tuo magari eviti di dire strafalcioni, anche se te li avessero scritti . Consiglio per giovedì: tacete il più possibile, traducete sinteticamente quello che dicono i conduttori ucraini, guardate il monitor per vedere cosa sta succedendo invece di cercare informazioni sbagliate nei fogli che avete davanti e forse arriverete alle ore 23 senza aver fatto troppi danni !

  11. Roberto ha detto:

    Una vergogna ASSOLUTA. Chi ha preparato i testi NON SAPEVA NIENTE, non ha letto NIENTE, non si è informato di NIENTE. In una azienda pubblica uno del genere sarebbe LICENZIATO IN TRONCO.

    Già lo scorso anno Insinna era stato a dir poco PENOSO e non è bastato visto che quest’anno è stato riconfermato

    Dei tweets non uno che parlasse del testo o della musica… solo commenti assurdi e ridicoli….e pensare che ieri sera ci sono state delle performance vocali tutt’altro che trascurabili. E’ questo il pubblico dell’Eurovision ? Che tristezza

  12. Gio ha detto:

    Una vergogna mondiale.
    Io ho anche scritto un tweet di protesta per la messa in onda di quei messaggi inqualificabili, ma ovviamente è caduto nel vuoto.
    Questa è totale mancanza di rispetto per gente che lavora, e anche molto bene.
    I nostri commentatori sarebbero anche bravi professionalmente, ma è la struttura del programma italiano che non funziona. E’ inaccettabile parlare sopra le canzoni (personalmente l’intervento che ha coperto l’esibizione di Jamala, una canzone dal significato molto importante, mi ha particolarmente indispettito…), è inaccettabile fare continuamente commenti su quanto sia carino il conduttore, è inaccettabile tutto.
    Chi segue questo programma vuole solo ascoltare le canzoni, capire cosa dicono i conduttori e conoscere tutto ciò che è possibile riguardo a canzoni, artisti, e paesi. E’ una questione di cultura, è un modo diverso e divertente di conoscere il mondo e le differenze che arricchiscono la nostra vita. E’ lo scopo del Contest, e negli altri paesi lo hanno capito da sempre.
    E’ così difficile per la Rai fare le cose per bene?
    Che vergogna

  13. Franco ha detto:

    Un trattamento peggiore per una semifinale ci fu solo quella volta che trasmisero 15 minuti di un film di Banfi sul segnale dell’Eurovision.

  14. Andrea ha detto:

    Completamente d’accordo. In più hanno inizialmente confuso la seconda esibizione di Jamala con l’esibizione in gara per l’Ucraina. Alcuni interventi dei due commentatori hanno fatto anche ridere, non li ho trovati poi così male, ma troppa impreparazione e troppa approssimazione.

  15. marcos ha detto:

    Anch’io sono rimasto deluso non poco del commento di Passoni e Delogu, anche perchè pensavo che peggio di Ardemagni e Solibello non si potesse fare e invece…Non si può ridurre il tutto a come è vestito quello e come è truccato quell’altro, cosa che ci sta benissimo ma solo se lo si accenna e non facendone il filo conduttore della serata. Oltretutto rimane sempre il problema, a parer mio tutto italiano, della conduzione a due (che vale anche per Insinna e Russo) , e cioè il continuo parlarsi addosso l’uno con l’altro dicendo scemenze che non c’entrano nulla con ciò che vedi in video in quel momento. Si parla troppo, male , e sopratutto sbagliando pure cose note e stranote che documentandosi e preparandosi un po di più non si sarebbero sentite (ieri sera sentendoli parlare si capiva che non sapevano minimamente come funzionava la presentazione delle clip dei big 5 + Ucraina). Se vedo Jamala parlami di lei o lasciamela sentire. Se c’è la cartolina di Isaiah o Svala ,due a caso, parlami di Isaiah e Svala, spiegami chi sono. Se vedo i presentatori dimmi brevemente in sintesi ciò che dicono. Non me ne importa dell’acconciatura dei cantanti o del fatto che uno dei due commentatori ci uscirebbe insieme se vai avanti un minuto intero a parlarmene.
    Stendiamo un velo pietoso sui tweet del quale si è già detto sperando sia l’ultimo anno….

    • pointless_nostalgic ha detto:

      Ettore Andenna, nei bei tempi andati, faceva esattamente quello che dicevi tu. Peccato lo mandassero all’una di notte. Ettore torna!! Propongo di far partire una petizione.

      • Stefano ha detto:

        Non c’è nemmeno bisogno di andare così indietro nel tempo. Basta riascoltare il commento della Gentile su Rai5 per rendersi conto che se vogliono una brava o uno bravo lo trovano. E’ il miglior commento che possa ricordare dal nostro ritorno ad oggi.

  16. Lorenzo ha detto:

    Sono sostanzialmente d’accordo con quello che avete detto! Diretta piena di errori come la vittoria di Modugno e anche sul fronte televoto. L’aver detto che a disposizione si avevano 20 voti non mi sembra cosa da poco! Inoltre secondo me nella ricapitolazione dei codici i commentatori avrebbero dovuto prestare più attenzione dicendo codice, paese, e canzone in modo rigoroso. Nessuno ha notato che nella seconda ricapitolazione praticamente non hanno neanche ripetuto i codici se non per pochi paesi? E che dire dei commenti durante l’esibizione di Jamala? I commentatori si sono giustificati dicendo che era l’unica occasione per spiegare perché la Russia non era in concorso, beh non credo. Per quanto riguarda Kiev tutto impeccabile anche se nella ricapitolazione finale dei voti mancavano pochi secondi e non riuscendo a terminare la carrellata dei codici l’hanno tolta a metà! Per fortuna questo non è colpa dei nostri commentatori!

    Ragazzi qualcuno per caso ieri sera ha dato un’occhiata a Wikipedia? Era pubblicata una classifica della prima semifinale che oggi è stata rimossa! Come è possibile? Per il momento non c’è solo un ordine casuale?

  17. pointless_nostalgic ha detto:

    avrei visto come al solito lo streaming se non mi aveste detto del doppio audio. Il passaggio dei tweet è davvero insopportabile – detto questo il passaggio stucchevole su Sanremo ve lo potevate davvero risparmiare.

    • Stefano ha detto:

      Io invece concordo al 100%. Vogliono i tweet? Allora li mettessero anche in altri programmi, così mi posso divertire anche io a mandare messaggi offensivi o a presa per il culo nei confronti di chi canta, magari durante quella noia che si chiama Sanremo, almeno mi diverto un po’ anche io! Sono SCANDALOSI!

      • pointless_nostalgic ha detto:

        Ti rispondo come fate di solito a chi critica eurovision: non ti piace Sanremo, non lo guardare.
        Ancora questa polemica tra Sanremo e eurovisione, dopo che Sanremo ha prodotto proposte degnissime per l’Italia ancje in eurovisione, è davvero stucchevole.

        • Stefano ha detto:

          E’ vero è molto stucchevole, ma sentire sempre questa difesa a spada tratta di un Festival vecchio dentro come è Sanremo. E qui chiudo perché altrimenti ne avrei di cose da dire…

          • Pierluigi ha detto:

            Ragazzi ma Sanremo non c’entra niente. Io capisco il motivo per cui hanno avuto l’idea dei tweet, per il fatto che l’Eurovision non è ancora così famoso in Italia e molta gente si annoia di sentire più di 20 canzoni di seguito (per la maggior parte tutte molto simili, ammettiamolo) e in questo modo cercano di far divertire di più gli ascoltatori in modo che rimangano sintonizzati, non so dire se riescano nell’intento ma visto che hanno confermato la scelta anche quest’anno evidentemente secondo loro sì

  18. Stefano ha detto:

    Vorrei sapere chi è quel genio in Rai che ha avuto la brillante idea di far pubblicare i tweet in diretta. Ma uno che paga il canone, che magari ha anche la fortuna di avere un televisore in HD e vorrebbe godersi lo spettacolo, perché si deve ritrovare messaggi di bimbiminkia che probabilmente quel programma nemmeno lo stanno seguendo, ma sperano solo di farsi pubblicare qualche idiozia scritta sul momento?

    Datelo in mano a qualche tv commerciale, vedi che non passano 7 anni per far imparare un nome di un programma ad un commentatore e certe vaccate non le farebbero. La Rai rappresenta perfettamente un Paese alla deriva come il nostro. Attivateci i tweet per Sanremo, invece che per l’Eurovision, così ci divertiamo pure noi a febbraio!

  19. Gabriel ha detto:

    Siamo davvero un paese PROVINCIALE!! E poi uno dovrebbe pagare l’abbonamento RAI!
    Spero che non vinca Gabbani, altrimenti il prossimo anno dovremmo organizzarlo noi con figura di m mondiale!!

  20. Alessandro ha detto:

    Assolutamente vergognoso e degno di una società del medioevo. L’Italia risulta sempre indietro.. e se dovessimo vincere per davvero, immagino già le corbellerie che verrebbero fatte il prossimo anno

  21. Simone ha detto:

    Un commento terribile, mi sono ricordato troppo tardi del doppio audio. Per quanto riguarda i tweet, il colmo è stato quando è stato visualizzato un tweet che diceva: Per favore, pubblicatemi il tweet.

  22. Luca ha detto:

    Ad un certo punto hanno anche inviato un tweet che diceva qualcosa del tipo questa almeno è più femmina dell altro (riferito al cantante del Montenegro). Ironia si dirà ma era proprio necessario?

  23. Fiuggi ha detto:

    Aggiungerei che parlare sopra a 3/4 dell’esibizione di Jamala non è assolutamente accettabile! A un certo punto ho messo l’audio originale..spero che questa prima disastrosa serata serva di lezione per evitare orrori giovedì!

  24. Fecop ha detto:

    Vergognoso! Commenti insopportabili! Ma ancora peggio i due commentatori, non si tollerano, il loro é un commento da pettegolezzi non per un programma tv come questo! Ho la fortuna a di aver potuto cambiare canale,guadando su RTV SAN MARINO, dove i commentatori sono formidabili degni di tutti i complimenti!

  25. Appassionato Eurovisivo ha detto:

    Io ho visto l’Eurovision su San Marino TV perché quei tweet e l’ignoranza dei commentatori era insopportabile !!!

  26. Alex001 ha detto:

    Le approssimazioni e gli errori erano davvero tanti, strano per una diretta che deve essere preparata meglio.

    Però il clima “gigione” di ieri sera deve essere mantenuto, per forza. Non possiam neppure dire sempre “Bellissimo, fantastico” davanti a performance di livello davvero basso.
    Questo è il problema dell’Eurovision da sempre, secondo me, ma in questa semifinale ancora di più: le canzoni brutte, Oggettivamente brutte. Esibizioni trash che possono solo essere commentate in modo trash. La virata di un clima come quello di ieri è necessaria.

    Poi l’Eurovision si ama e basta, ma ieri arrivare a fine serata è stato pesante. Se non ci fosse stata la categoria “Amica che pasticcio” sarebbe stato anche peggio ;)

  27. UnAbbonatoRai ha detto:

    Mio malgrado ho dovuto sorbire tutta la sera i tweet di gente ignorante, maleducata ed in alcuni casi anche razzista…d’altra parte le persone che hanno inviato quei tweet offensivi con la probabile pretesa di risultare simpatici sono il risultato di una società che distrugge la cultura e premia aggressività ed il pressapochismo oltre ad alimentare l’odio….vergogna alla struttura Rai se non prenderá provvedimenti immediati in merito….

  28. Fabrizio ha detto:

    Una cosa vergognosa! La peggiore diretta Rai dell’evento di sempre!
    Ridateci Federica Gentile, una professionista e impeccabile nel suo commento delle primissime edizioni dell’Eurovision. Poi va beh, sui tweet nemmeno commento, chiuderei in uno sgabuzzino chi ha avuto l’idea e chi seleziona i tweet.

Dì la tua o Rispondi ad un commento..