Ascolti internazionali Eurovision 2017: in calo i “Big 5”, record per il Portogallo

Ascolti alti, seppur in calo per i “Big 5”. Il maggior numero di spettatori, come di consueto, si registra nel Paese più popoloso, la Germania: 8.080.000 telespettatori e il 32.8% di share (somma di Das Erste e One), in netto calo rispetto al record dello scorso anno (9.330.000 pari al 36.8% di share) ma in linea con il 2015 (8.110.000 con il 34% di share).

Nel Regno Unito l’ascolto di BBC1 è stato di 6.727.000 telespettatori e il 35.24% di share, circa 3 punti di share in meno rispetto al 2016. Il picco della serata è stato di 8.570.000 (ben il 61,04% di share) alle 23:34 locali, in corrispondenza della proclamazione della canzone vincitrice.

Seguono la Francia con 4.672.000 telespettatori e il 26.3% di share, oltre 2 punti in meno rispetto alla scorsa edizione e la Spagna, sulla quale occorre fare alcune precisazioni.

La società di rilevazione degli ascolti spagnoli (Kantar Media) ha introdotto nei calcoli la presenza degli ospiti soltanto negli ultimi mesi. Per questo, ad oggi, sono disponibili due dati ufficiali: il dato con ospiti (quindi quello “reale”, che lievita soprattutto nei casi di eventi aggregativi come le partite di calcio o, appunto, l’Eurovision) pari a 4.474.000 spettatori e il 28.6% di share – ma non è confrontabile con gli anni scorsi – e quello senza ospiti di 3.918.000 spettatori e il 27.2% di share (pubblicato a scopo di confronto).

Tenendo conto di quest’ultimo dato si tratta dell’edizione meno vista dal 2007. A pesare sul dato, la scarsa considerazione degli spagnoli per il loro rappresentante, considerato ultimo da tutti i bookmaker. Tra i “Big 5”, dunque l’Italia (la Rai) è l’unica con un dato in crescita, a 3.742.000 telespettatori (contro i 3.3 milioni del 2016).

LEGGI ANCHE: Gli ascolti tv dell’Eurovision in Italia dal 1987 ad oggi

Anche la finale ha confermato le tendenze negative emerse durante le semifinali in alcuni Paesi. In particolare in Polonia, dove gli ascolti sono crollati dagli oltre 5 milioni dello scorso anno (5.092.000 e il 41.66% di share) ai 2.882.000 spettatori con il 26.33% di share di quest’anno, ben 15 punti di share in meno! Ascolti paragonabili agli anni in cui il Paese non si qualificava per la finale.

Ascolti molto bassi anche in Romania con 561.000 spettatori e il 10.95%, risultato più basso di sempre per una finale, seppur superiore di 5 volte alla media di rete (TVR1). Finale meno vista degli ultimi 15 anni in Grecia (escluso lo scorso anno dove non si qualificò), anche se gli ascolti restano altissimi: 1.814.000 telespettatori e il 50.7% di share, ben 10 volte superiore alla media del primo canale pubblico ERT1.

Battuta d’arresto anche in Svezia, dove è stata la finale meno vista degli ultimi 6 anni: 2.861.000 spettatori. Lo share del 79.6% è comunque uno dei più alti in tutta Europa, secondo solo all’Islanda.

In crescita, invece, gli ascolti della Croazia, dove lo share sfiora il 50%: 666.000 spettatori pari al 48.2% (record degli ultimi 8 anni). Molto bene anche in Ungheria con 799.000 spettatori e il 27.29% di share (record degli ultimi 3 anni).

Salvador Sobral

Miglior risultato dal 2008 ad oggi invece per il Portogallo, fresco vincitore di questa edizione dell’Eurovision, dove lo share registrato dalla RTP è stato del 32.5% con circa 1.400.000 telespettatori. Al momento dell’annuncio del vincitore l’ascolto ha sfiorato i 2.400.000 telespettatori con il 57.5% di share.

Australia. Hanno seguito la Finale (nella replica serale) in 308.000 telespettatori, in calo rispetto ai 408.000 dello scorso anno (85.000 a Sidney – 122.000 a Melbourne – 34.000 a Brisbane – 32.000 ad Adelaide e 35.000 a Perth). La diretta alle 5 di mattina è stata seguita da 148.000 spettatori.

Prima semifinale (nella replica serale): 403.000 telespettatori (96.000 a Sidney – 161.000 a Melbourne – 59.000 a Brisbane – 46.000 ad Adelaide e 41.000 a Perth), mentre alle 5 di mattina hanno seguito l’evento 21.000 telespettatori.

Seconda semifinale (sempre nella trasmissione serale): 350.000 telespettatori (99.000 a Sidney – 121.000 a Melbourne – 51.000 a Brisbane – 31.000 ad Adelaide e 46.000 a Perth). A seguire la diretta alle 5 di mattina sono stati.

LEGGI ANCHE: Ascolti tv Eurovision in Australia dal 2010 ad oggi

Va anche segnalato un calo nel numero di persone che in buona parte d’Europa non ha guardato la tv sabato sera, dipendente in parte anche dall’ondata di caldo che ha colpito molti Paesi del nostro continente. I dati relativi invece alla diretta streaming via Youtube, comunicati dall’EBU, parlano di 4 milioni di spettatori (per la sola finale).

Nei prossimi giorni, nella nostra sezione dedicata, saranno disponibili i dati di ascolto aggiornati di questa edizione dell’Eurovision Song Contest per oltre 30 Paesi.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | InstagramGoogle+

Advertisements

Dì la tua o Rispondi ad un commento..