L’Eurovision 2017 è stato seguito da oltre 180 milioni di telespettatori


L’Eurovision Song Contest si conferma ancora una volta l’evento musicale più seguito al mondo e a parlare sono i numeri anche di questa edizione, che ha visto oltre 180 milioni di telespettatori incollati davanti la tv.

Le tre serata trasmesse in diretta da Kiev il 9, 11 e 13 maggio scorso hanno raggiunto circa 182 milioni di persone in 42 diversi Paesi.

arena eurovision 2017

Come immaginabile e spiegato anche con i primi dati di ascolto internazionali pubblicati nei giorni scorsi, il dato in calo rispetto al 2016 è dovuto a diversi fattori, di cui va tenuto conto.

Non solo per la mancata partecipazione della Russia, ma soprattutto per il calo del numero di persone che in quasi tutta Europa nella serata di sabato 13 non ha proprio acceso il televisore (dovuto in parte, alla forte ondata di caldo che ha colpito molti Paesi del vecchio continente) e naturalmente in una settimana ricca di appuntamenti calcistici, tra Europa League e Champions League.

A dimostrazione di questo parlano i dati della finale dell’Eurovision Song Contest che ha raggiunto, in media, la stesso share del 2016 (pari al 36.2%). Ricordiamo che lo share è il rapporto percentuale tra il numero di spettatori medio registrato da un programma o in una fascia oraria e il totale degli spettatori che stava guardando la tv.

Bene anche lo streaming sul canale ufficiale dell’Eurovision su Youtube, dove sono state registrate 6 milioni di sessioni in streaming dal vivo in 233 Paesi per le tre serate.

Tra i Paesi che hanno registrato i migliori dati, il già segnalato Portogallo (1.4 milioni, miglior risultato dal 2008), ma anche la Bulgaria (650.000 spettatori e 39.4% di share, miglior risultato dal 2003).

L’EBU segnala anche la buona crescita dell’ascolto in Italia (+15% rispetto al 2016), di cui abbiamo già scritto con un nostro report dettagliato e l’ottimo riscontro in Germania, dove pur se in calo, continua ad essere uno dei programmi più visti per l’ottavo anno consecutivo (7.8 milioni di telespettatori).

LEGGI ANCHE: Gli ascolti tv dell’Eurovision in Italia dal 1987 ad oggi

Il Paese ospitante – l’Ucraina – ha avuto lo share più alto mai registrato per la finale dell’Eurovision Song Conest dal 2009 (1.5 milioni di telespettatori e 18.8% di share).

Record, come sempre, per l’Islanda, dove lo share è stato del 98% (nonostante il mancato accesso in finale), dato vicinissimo ai record assoluti del 2010 e 2011 dove si raggiunse rispettivamente il 99.2% e il 99.1% di share (numeri impressionanti).

L’Eurovision Song Contest si conferma molto attrattivo per il pubblico giovane. In media, chi ha seguito la finale in tv tra i 42 Paesi che trasmettevano l’evento, il 42.9% aveva tra i 15 e i 24 anni (4 volte superiore rispetto alla media dei canali dove l’Eurovision è andato in onda).

Di circa 4 volte superiore anche il dato nelle fasce che riguardano i bambini e i giovani: 34.8% tra i 4 e i 15 anni e 38.3% tra i 25 e 34 anni. Comunque sia andata l’Eurovision è stato ancora una volta un grande successo.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | InstagramGoogle+