Eurovision 2018, Lettonia e Svizzera puntano sul “songwriting camp”


Per la prima volta, la selezione nazionale della Lettonia si apre all’estero: da quest’anno, Supernova accetterà proposte e concorrenti provenienti da tutto il mondo. E, come la Svizzera, punterà sul songwriting camp.

supernova latvia eurovision

L’emittente nazionale lettone, LTV, ha confermato ieri di aver intenzione di utilizzare, anche in vista dell’Eurovision 2018, il fortunato format Supernova che, dalla sua introduzione nel 2015, non solo ha saputo catturare il pubblico televisivo della Lettonia, ma ha anche sfornato ottime proposte per il Contest europeo.

Dalla prossima edizione, quindi, cadrà ogni restrizione sulla nazionalità di interpreti e autori, potendo quindi accogliere proposte provenienti da tutto il globo. Questo permetterà agli autori del programma di spingersi ancora più ai confini della sperimentazione, all’interno di un programma televisivo che ha dimostrato la propria grande modernità, avendo incoronato le proposte di Aminata, Justs e Triana Park, artisti dal sound contemporaneo e dalle originali esibizioni.

Con lo scopo di raccogliere candidature pensate appositamente per un palco del calibro dell’Eurovision, e con la volontà di promuovere collaborazioni tra gli artisti lettoni e i produttori internazionali, il periodo utile per presentare le proprie proposte partirà il 6 Settembre prossimo, per concludersi il 15 Ottobre.

Per favorire l’incontro di produttori, autori, musicisti e interpreti, anche la Lettonia sta pianificando giornate di songwriting camp, per cercare di ottenere proposte di qualità, vagliate da diverse personalità esperte nel settore. Una decisione che non è nuova, in quanto adottata in passato dall’Estonia, e che quest’anno verrà mutuata anche in Svizzera.

Anche lo stato alpino, infatti, sta organizzando giornate d’incontro e laboratorio tra gli addetti ai lavori, al fine di ottenere brani d’impatto che possano riportare la Svizzera almeno nella top 10 dell’Eurovision 2018. In questo caso, ai lavori parteciperanno 5 gruppi composti da musicisti, produttori e autori, ognuno dei quali produrrà almeno tre canzoni.

Successivamente, un panel di 20 esperti di musica, media, fan eurovisivi e spettatori scelti dovranno ascoltare i brani e selezionare i migliori sei. Ciascun testo verrà in seguito abbinato al migliore artista, per individuare le combinazioni più efficaci per la finale nazionale.

Per la Svizzera si tratta di un altro disperato tentativo di risollverare le sorti delle proprie partecipazioni all’Eurovision: l’ultimo piazzamento in top 10 risale al 2005 quando, sul palco di Kiev, le Vanilla Ninja – peraltro girlband composta interamente da ragazze estoni – cantavano “Cool Vibes” chiudendo all’ottavo posto.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Instagram | Google+

Advertisements

Dì la tua o Rispondi ad un commento..