Salvador Sobral potrebbe ricevere un cuore artificiale temporaneo


Cuore artificiale temporaneo: è questa la soluzione che sembra prospettarsi per Salvador Sobral in tempi rapidi. Le sue condizioni, leggermente migliorate nel corso degli ultimi giorni, restano comunque critiche: è continuamente sotto osservazione, anche se è uscito dal reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Santa Cruz, in Carnaxide.

Credits: EBU/Andres Putting

Il presidente della Fondazione Portoghese di Cardiologia, Manuel Carrageta, ha puntualizzato molte delle ragioni per cui Sobral è in cima alla lista di coloro che stanno aspettando un trapianto: “Il suo stato può peggiorare rapidamente, e far danno non solo al cuore, ma anche agli altri organi. In qualunque momento può avere un attacco cardiaco, un edema polmonare e morire.”

Nei giorni scorsi, Manuel Antunes, direttore del Servizio di Chirurgia Cardiotoracica e Trapianto di Organi Toracici al succitato ospedale, aveva spiegato con precisione l’intero quadro che riguarda la condizione del vincitore dell’Eurovision Song Contest 2017. Per cominciare, va annotato il fatto che Sobral ha gruppo sanguigno di tipo B.

Tale gruppo sanguigno non è molto comune: si stima che il 6,6% della popolazione portoghese sia di gruppo B+, l’1% circa di gruppo B-. Sembrerebbe proprio quest’ultimo il caso di Sobral, perché Antunes cita esplicitamente il gruppo 0- tra quelli che possono donare organi o sangue, e non il molto comune 0+. Questa è la ragione per cui non si è ancora trovato un cuore compatibile con le caratteristiche che l’artista richiede.

Antunes spiega anche il sistema dei gradi per l’attesa dei trapianti: “C’è una scala di gradi di urgenza che va da 1 a 6: se il paziente è già ospedalizzato per trattamenti volti a rafforzare il cuore e questi non danno buoni risultati, si passa al grado 5; se il paziente dev’essere attaccato a un respiratore, si passa al grado 4; se serve un’Ossigenazione ExtraCorporea a Membrana (ECMO) o assistenza ventricolare interna si passa al grado 2. Il grado 1 è riservato a quei pazienti già operati e che sono attaccati alle macchine o stanno soffrendo di reazione iperacuta. Virtualmente, non esiste alcun caso simile.”

Antunes riferisce anche che a Sobral non si può applicare l’ECMO perché il suo problema riguarda il ventricolo destro del cuore, e non quello sinistro: sembra una differenza da poco, ma non lo è, perché il ventricolo destro è quello che porta sangue dal corpo al cuore.

Non resta, dunque, che attendere l’evoluzione della situazione, nella viva speranza che sia favorevole a Salvador Sobral.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Instagram | Google+

Advertisements

Dì la tua o Rispondi ad un commento..