Eurovision 2018: la Finlandia sceglie Saara Aalto, dall’UMK la sua canzone il 3 marzo


Nella giornata di ieri, gli account social dell’Eurovision avevano promesso sorprese in arrivo per oggi. Si poteva pensare a discorsi legati a una conferenza stampa che la RTP ha organizzato per la giornata, e invece si tratta di una ufficializzazione: Saara Aalto sarà all’Eurovision Song Contest 2018 per la sua madrepatria, la Finlandia.

Credits. X Factor UK Facebook / Classical Crossover Forum

Saara Aalto era già stata accostata, nelle scorse settimane, all’Eurovision. L’artista era stata data in trattativa, però, non con la YLE (la tv di Stato finlandese), bensì con la BBC, in virtù del secondo posto a X Factor UK. Proprio tale eventualità aveva scaldato l’ambiente britannico, alla ricerca di un ritorno ad alte quote. Si sono sprecati sia i fiumi di inchiostro che gli errori sulla di lei carriera artistica.

L’artista, nata a Oulunsalo (che si trova nel centro-nord della Finlandia ed è gemellata con Matera) il 2 maggio 1987, viene da una famiglia di artisti a vario titolo. Respira l’ambiente dei concorsi fin dalla tenera età: il più importante di essi è il Golden Stag International Song Contest (noto anche come Cerbul de Aur) del 2004, in cui ha rappresentato il proprio Paese pur senza raccogliere il podio. Per conoscenza, questo concorso rumeno ha visto anche due vincitori italiani: Linda Valori (terza a Sanremo 2004) nel 2005 e Antonino (ex Amici) nel 2009.

Trasferitasi in pianta stabile a Helsinki per studiare musica alla Sibelius Academy e canto al Conservatorio Pop & Jazz della capitale finlandese, Saara Aalto ha iniziato a cantare con varie band e per svariate platee. Nel 2007 ha partecipato a Talent Suomi, finendo in top 3. Ha cantato in diversi musical e alcune colonne sonore (Alice in Wonderland, Frozen). Nei concorsi nazionali e internazionali le è toccata in sorte una specie di maledizione del secondo posto: seconda all’UMK 2011 (quando non era UMK) e 2016, seconda a The Voice of Finland, e soprattutto seconda a X Factor UK (in cui ha cantato la leggendaria Bohemian Rhapsody con Adam Lambert).

I piazzamenti di rilievo nei concorsi non hanno avuto, finora, un seguito altrettanto grande a livello di vendite. Tra i suoi singoli, merita una citazione You raise me up, composta dai Secret Garden, interpretata da Brian Kennedy nel 2002 e resa poi famosa poco più tardi da Josh Groban.

Saara Aalto è perfettamente in grado di cantare in svariate lingue, pur avendo studiato “solo” inglese, svedese, francese, giapponese e cinese.

In seguito alla scelta interna dell’artista, la selezione nazionale, l’UMK sarà modificato in sua funzione. In particolare, verranno interpretate da Saara Aalto tre canzoni per lei composte; queste saranno sottoposte alla scelta di telespettatori e giurie internazionali. La  scelta andrà in scena all’Espoo Metro Arena di Tapiola, nella municipalità di Espoo, il 3 marzo.

Queste le parole di Saara Aalto in merito alla sua nuova avventura: “So che questo viaggio sarà fantastico a prescindere dal risultato della competizione. Sto chiaramente iniziando subito con l’idea di poter vincere l’Eurovision Song Contest – o quantomeno finire seconda! In questo sono molto brava, non c’è dubbio.”. Sulle canzoni: “Non ce ne sarà nessuna del tipo “buttiamola lì alla tanto per”. Ogni dettaglio sarà pensato a fondo e portato al massimo. Questa sarà una magnifica esperienza per l’intera Finlandia! Ho con me un forte team finlandese e internazionale, insieme possiamo fare grandi cose.”

Anssi Autio, che è a capo della produzione dell’UMK, si esprime così: “Crediamo fortemente che la brillante Saara Aalto, che sta costruendo una carriera internazionale, sia la nostra arma segreta per il successo. Stiamo facendo ogni possibile sforzo per avere tre canzoni e show accattivanti tra cui scegliere, col migliore che sarà messo in scena a maggio a Lisbona”.

La Finlandia ha vinto una volta l’Eurovision: era il 2006, e i Lordi sconvolsero a colpi di rock l’OAKA di Atene, vincendo con 292 punti grazie alla loro Hard Rock Hallelujah. Gli ultimi anni non sono stati però fortunatissimi, con tre eliminazioni in semifinale, l’ultima delle quali capitata per un nonnulla ai Norma John e alla loro intensa Blackbird.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Instagram | Google+

Advertisements

Commenta questa notizia...