La Bulgaria alla ricerca di un progetto per l’Eurovision 2018: “niente principianti”


Anche la Bulgaria prenderà parte all’Eurovision Song Contest 2018, e lo farà scegliendo nuovamente il proprio artista tramite una selezione interna, dopo i successi ottenuti con Kristian Kostov Poli Genova.

eurovision 2018 bulgaria selezione

L’emittente bulgara BNT è alla ricerca di una nuova ricetta per il successo, composta di un “mix delicato fatto di un performer molto bravo, una voce interessante, la canzone giusta e una presenza visiva attraente“.

Niente principianti: “Vorremmo lavorare con il meglio dei professionisti del settore, per provare ancora una volta che la Bulgaria è una parte rilevante del panorama musicale europeo“, spiega la capodelegazione bulgara Joana Levieva-Sawyer. Una richiesta che non vale solo per gli artisti, ma anche e soprattutto per il team alle spalle del cantante che salirà sul palco dell’Eurovision 2018.

Verranno infatti valutati solo progetti di rilievo e già sufficientemente costruiti e corredati di informazioni su storyboard delle riprese, immagini, video e anteprime audiovisive della resa finale dell’esibizione, nonché costumi, luci di scena, coreografie, oggetti scenici aggiuntivi. Preparativi da mettere a punto entro il 20 Dicembre, data ultima per la presentazione delle proposte.

LEGGI ANCHE: Eurovision 2018, 42 i paesi in gara: esclusa la Macedonia

Contando che BNT richiede una condivisione dei costi della partecipazione da parte del team creativo dietro ogni candidatura, oltre che una previsione delle spese fin dalle prime fasi di progetto, ci sarà forse il rischio di avere produzioni totalmente estranee alla Bulgaria? La televisione bulgara ha pensato anche a questo, richiedendo che l’artista da inviare a Lisbona alla prossima edizione dell’Eurovision sia di origine bulgara, oltre che dotato di una certa esperienza sul palcoscenico.

Questo perchè stiamo cercando un artista carismatico, una canzone accattivante, e messinscene efficaci. Con questo approccio abbiamo già ottenuto importanti riconoscimenti negli ultimi due anni – il secondo posto di Kristian Kostov e il quarto ottenuto da Poli Genova“, ha concluso la capodelegazione Joana Levieva-Sawyer.

Sarà forse la nazione da temere ancora una volta, la Bulgaria? Solo il tempo potrà dircelo, ma i fatti stanno dimostrando che nell’est europeo si sta preparando alla gara – e alla vittoria – una nazione sempre più volenterosa di portare una prima storica vittoria nella capitale Sofia, dopo averla sfiorata lo scorso Maggio a Kiev.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Instagram | Google+