Eurovision 2018: tre artisti in corsa per la Grecia, canzoni ‘dal sound ellenico’


Una selezione per l’Eurovision 2018 che non è ancora cominciata ma ha già dato i suoi problemi. Quella della Grecia vedrà in lizza solo tre artisti sui cinque che erano finiti nella shortlist, su una iniziale lista di 20, perché due sono stati squalificati. Motivo? Le loro canzoni, benché in lingua greca, non erano abbastanza “greche” nel sound.

Alla fine a giocarsi il biglietto per Lisbona saranno un nome già abbastanza consolidato della scena greca e due protagonisti che benché in attività da tempo, non hanno ancora trovato il giusto riconoscimento.

La più celebre e famosa è Yianna Terzi, 38 anni, figlia d’arte (suo padre è un noto cantante di musica popolare, più volte disco di platino), che vive fra la Grecia e gli USA, diversi lavori all’attivo dei quali uno raggiunto la vetta delle charts nazionali. Canta in inglese e greco, ma come prevede il regolamento della selezione nazionale, si esibirà nella lingua madre nel pezzo “To oneiro mou” (Il mio sogno). Fra l’altro è di quella stessa Panik Records che in passato ha di fatto co-gestisto la partecipazione greca.

Areti Ketime rappresenta invece una etichetta indipendente partecipata dalla stessa tv greca. Il brano è “”Min ksehnas ton ilio”. Per lei quattro album all’attivo, tutti di musica tradizionale greca, anche se di vario genere.

Ci saranno poi gli Xorostalites, foneticamente tradotti in “Chorostalites” e rappresentanti di una etichetta indipendente. Sono pronti a portare in scena nuovamente il rebetiko, che in parte avevamo conosciuto con i Koza Mostra. La canzone  promette di essere quanto di più greco possibile: “Apo tin Thraki eos tin Kriti” ovvero “Dalla Tracia a Creta”. Sono stati squalificati il Duo Fina e Tony Vlahos.

A scegliere i finalisti è stato un comitato artistico formato da musicisti, direttori d’orchestra e speaker radiofonici, che avevano sottoposto i cinque nomi ad ERT che poi ne ha esclusi due perché non abbastanza conformi al regolamento. La finale si svolgerà nel mese di febbraio e la scelta sarà lasciata interamente al televoto.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Instagram | Google+


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...