Destination Eurovision: Amir, Bjorkman e Nicola Caligiore tra i giudici della selezione francese

Arrivano i primi dettagli sulla selezione nazionale che i nostri cugini d’Oltralpe stanno organizzando per scegliere la propria proposta per l’Eurovision Song Contest 2018.

Come ben sapete, la Francia torna alla seleziona nazionale e lo fa con un meccanismo tutto nuovo: si tratta di Destination Eurovision, un nuovo programma che ricalcherà il format per le selezioni usato da molti altri paesi europei. Alla conduzione, Garou, artista canadese che vale 9 dischi di platino e 4 milioni di copie vendute.

La rete televisiva ha scelto ben 18 canzoni che gareggeranno per un posto sul palco di Lisbona (non sappiamo ancora quando saranno svelate): ci saranno due semifinali e per ognuna quattro canzoni accederanno alla finale.

Durante la fase iniziale, la scelta delle canzoni finaliste spetterà solamente alla giuria, composta da tre artisti del panorama musicale francese e da altrettanti giurati internazionali. Nella serata finale invece la decisione sulla canzone vincitrice spetterà al pubblico e alla giuria, rispettivamente per il 50%.

Nomi noti tra i giurati, soprattutto per il pubblico dell’Eurovision. A guidare gli esperti, Amir, rappresentante della Francia all’Eurovision Song Contest di Stoccolma, nel 2016. Dopo l’esperienza eurovisiva, la sua popolarità è cresciuta notevolmente in Francia (e non solo), tant’è che recentemente è stato vincitore della categoria Best French Act agli European Music Awards. Il suo nuovo singolo, Etats d’amour conta già più di 11 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Ad affiancarlo, l’artista canadese Isabelle Boulay e l’ex X-Factor Christophe Willem, entrambi con una grande carriera discografica alle spalle, nonché nomi di grande rilievo  nel paese d’Oltralpe.

A questi si aggiungeranno, come già detto, i giurati internazionali: oltre a Christer Bjorkman – produttore esecutivo del Melodifestivalen svedese nonché capo delegazione della Svezia – e Olga Salamakha, dalla rete televisiva pubblica della Bielorussia, troveremo il “nostro” Nicola Caligiore, capo delegazione italiana all’Eurovision Song Contest dal 2011, anno del nostro ritorno in gara.

Nella finale, saranno chiamati a votare anche i capi delegazione di Bulgaria, Armenia, Svizzera, Russia, Israele, Finlandia e Islanda. Sono molte quindi le aspettative per questa nuova organizzazione in casa France Television, che ha riferito di aver ricevuto oltre 1.500 proposte.

Tra le canzoni selezionate, numerose composte da artisti famosi in tutto il mondo, tra cui Maitre Gims, reso noto in Italia con il successo radiofonico Est-ce que tu m’aimes?.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+

Commenta questa notizia...