Eurovision 2018: Eugent Bushpepa in gara per l’Albania con “Mall”, vince il Festivali i Kenges


Si è concluso questa sera il Festivali i Kenges, che ha designato il rappresentante dell’Albania all’Eurovision Song Contest 2018.

Vittoria e biglietto per Lisbona sono stati assegnati a Eugent Bushpepa, che ha interpretato Mall (in albanese “Nostalgia”). Al secondo posto si è classificato Redon Makashi con Ekziston, mentre ha chiuso terza la sedicenne (e co-favorita) Inis Neziri con Piedestall.

Eugent Bushpepa – Credits: Canale YouTube RTSH

Eugent Bushpepa, rocker classe 1984, è il terzo rappresentante albanese maschio solista dal debutto, dopo Luiz Ejlli ad Atene nel 2006 e Frederik Ndoci nel 2007 a Helsinki.

Dopo aver studiato in Albania fino a tutta l’età liceale, si è trasferito in Italia per un periodo, prima di tornare nel suo Paese e iniziare la propria carriera. Diventato famoso grazie alla sua costante presenza nel programma Top Fest, ha giocato una prima carta al Festivali i Kenges nel 2008: S’jam balade. L’anno prima, aveva avuto la grande soddisfazione di trovarsi nel supporting cast della data albanese dei Deep Purple (esperienza ripetuta negli anni con due membri dei Guns N’ Roses: Duff McKagan e Ron “Bumblefoot” Thal).

Ha rilasciato diversi singoli nel corso degli anni, senza tuttavia averli ancora riuniti in un album.

Nel corso della serata, è stato mandato in onda un videomessaggio di Carlo Conti, presentatore del Festival di Sanremo dal 2015 al 2017, volto a rimarcare il vero e proprio gemellaggio che c’è tra il Festivali i Kenges e la rassegna italiana. Non va dimenticato, infatti, che la popolazione albanese segue regolarmente Sanremo e il 73% della stessa parla correntemente la lingua italiana.

Dopo un’ora di show è stato eseguito un tributo a due artisti albanesi recentemente scomparsi, Françesk Radi e Aleksandro Lalo. Si è inoltre esibito, tra gli altri, Alban Skenderaj, forse il più famoso nome della musica albanese a non aver ancora cantato all’Eurovision.

Due, come sempre, sono i principali punti di domanda sull’entry albanese: come verrà tagliata in previsione del rispetto della regola eurovisiva dei 3 minuti di durata massima del brano e se verrà trasposta in inglese. Quest’ultima eventualità si è verificata nelle ultime 4 occasioni (anzi, nel 2015 oltre alla lingua è stato cambiato anche il brano).

In merito, Bushpepa ha dichiarato, prima della finale, che la sua prima scelta è quella di ricorrere all’albanese, perché è in quella lingua che ha espresso sé stesso e le sue emozioni. In più, la melodia è basata sulle vocali albanesi. Potrebbe passare all’inglese nel caso si trovi una buona traduzione, ma solo se non rovina quel normale ordine di vocali.

L’Albania festeggerà a Lisbona la sua quindicesima presenza all’Eurovision: dal suo debutto nel 2004 ha ottenuto come miglior risultato il quinto posto del 2012 con Suus di Rona Nishliu. Lo scorso anno Lindita Halimi ha mancato la finale con World.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+

Advertisements

5 Risposte

  1. Mario ha detto:

    Beh… come inizio molto bene!

    Gran bella canzone… spero solamente che non venga tradotta in inglese, funziona nella lingua originale

  2. escfan ha detto:

    La prima canzone di quest’edizione è davvero bella.Spero tanto che non la traducano in inglese e che non la stravolgano in un revamp…
    Ma forse quest’anno finalmente le cose andranno diversamente in Albania :).
    Spero di vederli in finale! <3

  3. joel shkodra ha detto:

    La traduzione di “Mall” qui è proprio “Nostalgia” e non c’è nessun dubbio. L’altra traduzione “Merce” non c’entra qui.

  4. Pamela Jeffersons ha detto:

    il risultato mogliore di sempre l’hanno fatto con Suus brano totalmente cantato in albanese

Commenta questa notizia...