Eurovision 2018: ecco i sei artisti candidati a rappresentare la Svizzera


Sciolte le riserve sui sei partecipanti alla selezione nazionale della Svizzera per l’Eurovision Song Contest 2018. Ad annunciarli è il sito web della televisione svizzera in lingua tedesca, SRF.

svizzera eurovision 2018 selezione

  • Zibbz da Gisikon con «Stones»
  • Angie Ott da Neuchâtel con «A Thousand Times»
  • Naeman da Zurigo con «Kiss Me»
  • Chiara Dubey da Ronco sopra Ascona con «Secrets And Lies»
  • Alejandro Reyes da Losanna con «Compass»
  • Vanessa Iraci da Friburgo con «Redlights»

Gli Zibbz sono un duo composto da fratello e sorella, che vive la propria vita musicale a metà tra la Svizzera e Los Angeles, calcando i palchi da solisti o in collaborazione con altri artisti. Il loro brano “Stones” è stato scritto e composto da loro, in collaborazione con Laurell Barker, durante il songwriting camp estivo tenuto con lo scopo di favorire l’incontro tra i giovani artisti e i professionisti del settore in vista della partecipazione eurovisiva.

Laurell è una cantautrice canadese dal successo internazionale, che ha collaborato anche alla scrittura di alcune delle canzoni candidate, lo scorso anno, a rappresentare il Regno Unito all’Eurovision.

La venticinquenne Angie Ott è salita alla ribalta in Svizzera per essere arrivata seconda alla prima edizione di “The Voice of Switzerland”. La sua canzone “A Thousand Times” è una ballata sentimentale con cui desidera colpire il pubblico.

Tra i compositori del brano figurano Jonas Gladnikoff, che ha scritto innumerevoli brani legati alle selezioni eurovisive o passati all’Eurovision, Sara Ljunggren, e Glen Vella, rappresentante di Malta all’Eurovision nel 2011 con il brano “One Life”.

Nato nei Paesi Bassi, ma cresciuto in Svizzera, Naeman suona diversi strumenti ed ha preso parte a “Switzerland’s Got Talent” e alla versione tedesca di “Idol” nel 2015. Non nasconde la sua anima da artista di strada, avendo tenuto diversi “streetjam”, un paio dei quali a Milano!

Il brano presentato, “Kiss Me”, che parla del flirt tra un ragazzo e una ragazza, è scritto a quattro mani da Kate Northrop, Eric Lumiere, Ken Berglund, tutti professionisti del mondo musicale che lavorano in Svizzera o in Svezia, e Alejandro Reyes.

La trentaduenne di Friburgo, in Germania, Vanessa Iraci – dalle chiare origini italiane (siciliane, per la precisione) – conta già diverse produzioni internazionali, ed è già nota al pubblico svizzero per aver preso parte all’edizione 2014 di “The Voice of Switzerland”.

La sua canzone “Redlights” è scritta dal team autorale Symphonix, composto da Boris Milanov, Joacim Bo Persson, Johan Alkenäs, Jessica Ashley Karpov e Jesse Saint John, ognuno dei quali ha già composto lavori di successo arrivati all’Eurovision o a star internazionali. Ma i lavori più recenti del team sono legati alla partecipazione all’Eurovision della Bulgaria: le 5 personalità hanno composto “If Love Was a Crime” di Poli Genova e “Beautiful Mess” di Kristian Kostov.

Arriva dal Ticino Chiara Dubey, per la terza volta alla selezione nazionale svizzera per l’Eurovision Song Contest. Attualmente vive a Zurigo, dove studia conservatorio, e oggi presenta “Secrets and Lies”.

Composta in collaborazione con Janie Price (che ha lavorato con artisti del calibro degli Hooverphonic ed Emeli Sandé), Jeroen Swinnen (che ha prodotto il brano belga “Me And My Guitar”, di Tom Dice all’Eurovision 2010), Darcy Proper Sally Herbert (che ha collaborato alla composizione di brani per artisti come Radiohead, Florence + the Machine, Robbie Williams, Kylie Minogue).

Nato in Cile, Alejandro Reyes è arrivato in Svizzera all’età di dieci anni. A causa della grave disabilità che ha colpito la sua mano sinistra, non ha mai pensato di fare musica, fino a quando non ha preso in mano una chitarra. Nonostante abbia collaborato alla scrittura del brano di Naeman, si presenta in gara con la sua “Compass”, scritta con Laurell Barker e Lars Christen.

I sei fortunati finalisti gareggeranno il prossimo 4 febbraio nello show televisivo “ESC 2018 – Entscheidungsshow“, trasmesso in diretta dagli studi televisivi di Zurigo e con la consueta conduzione di Sven Epiney.

Mentre i brani in gara sono stati scelti da una giuria interna alla televisione svizzera, composta da professionisti del settore, spettatori televisivi e fan dell’Eurovision, l’artista che volerà a Lisbona sarà individuato per metà dal televoto del pubblico e per metà da una giuria internazionale di esperti.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+

Advertisements

Commenta questa notizia...