Sanremo 2018, terza serata: in alto per la stampa Lo Stato Sociale, Meta-Moro e Gazzè


Si è conclusa pochi minuti fa la terza serata del Festival di Sanremo 2018, condotto da Claudio Baglioni con la collaborazione di Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino. Si sono esibiti 10 dei 20 artisti Big in gara, nonché 4 degli 8 Giovani.

Anche oggi si è registrato un buon numero di ospiti: Claudia Pandolfi e Claudio Santamaria sono saliti sul palco in qualità di promotori del loro prossimo impegno su Rai1 con “È arrivata la felicità”, mentre l’intramontabile Nino Frassica ha interpretato uno sketch in stile Don Matteo, con la partecipazione di un Memo Remigi che dimostra di avere ancora una gran voce a quasi ottant’anni.

Baglioni Raffaele

La parte musicale ha visto tornare a Sanremo i Negramaro, che parteciparono tra i Giovani nel 2005. Il gruppo di Giuliano Sangiorgi ha proposto “La prima volta” e un duetto con Baglioni sulle note di “Poster” in una versione sostanzialmente remixata.

Dalla platea, a sorpresa, è spuntata Virginia Raffaele, autrice di uno sketch di primo livello con Baglioni. Sempre dalla platea sono spuntate parecchie donne dell’associazione contro la violenza sulle donne che Michelle Hunziker ha spesso citato in questi giorni.

La quota internazionale è stata ricoperta dall’enorme nome di James Taylor, che ha intonato l’aria verdiana “La donna è mobile”, quindi la storica “Fire and rain” e infine è stato raggiunto da Giorgia in “You’ve got a friend” (di Carole King).

Conchita Wurst

Si è avuto inoltre un doppio tributo a Umberto Bindi e Fabrizio de Andrè: a metterlo in scena sono stati Gino Paoli, lo stesso Baglioni e il pianista Danilo Rea. Sono state cantate “La canzone dell’amore perduto” di De Andrè, e “Il nostro concerto” di Umberto Bindi, oltre a “Una lunga storia d’amore”.

C’è stato, inoltre, un siparietto che ha coinvolto Baglioni in “Sabato pomeriggio” e la giornalista del Tg1 Emma D’Aquino.

A sorpresa, arriva anche una citazione per l’Eurovision Song Contest e Conchita Wurst (con una battuta poco lusinghiera e per molti offensiva, bisogna dirlo) durante uno sketch comico di Favino e Baglioni.

Sono stati resi noti, per i Giovani, i risultati relativi alle votazioni della giuria demoscopica, che concorre per il 30% alla formazione del computo dei voti odierni (un altro 30% è accordato alla sala stampa, il restante 40% al televoto). Questo il verdetto:

  1. Mudimbi – Il mago
  2. UltimoIl ballo delle incertezze
  3. Eva – Cosa ci salverà
  4. Leonardo Monteiro – Bianca

Per quanto riguarda i Big, i risultati mostrati sono relativi alle votazioni della sala stampa, che concorre per il 30% alla formazione del computo dei voti odierni (un altro 30% è accordato alla giuria demoscopica, il restante 40% al televoto). Questo, suddiviso in tre fasce di classifica e in ordine del tutto casuale, il verdetto:

In alta classifica:

In media classifica:

In bassa classifica:


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...