Eurovision: all’Italia coppie e duetti portano bene, sempre in top 10


Comincia sicuramente con un buon auspicio la partecipazione di Ermal Meta e Fabrizio Moro all’Eurovision Song Contest 2018. Scorrendo infatti il quadro delle partecipazioni italiane, si scopre un dato statistico interessante e cioè  che tutte le coppie – siano esse duetti fra solisti o coppie artistiche ufficiali – sono sempre andate in top 10.

I primi in ordine cronologico sono stati Wess e Dori Ghezzi, terzi con “Era” nel 1975. L’anno dopo si registra il debutto eurovisivo del duo Al Bano e Romina Power con “We’ll live it again“: è settimo posto, bissato nella loro partecipazione del 1985 con “Magic oh Magic“.

L’anno prima, nel 1984 Alice e Franco Battiato chiudono quinti con la mitica I treni di Tozeur“.

Ancora un duetto nel 1987, conGente di Maredi Umberto Tozzi e Raf   che attracca al terzo posto; due anni dopo, nonostante la penalità assegnata all’Italia per l’iscrizione in ritardo che la obbliga ad esibirsi per prima, Anna Oxa e Fausto Leali, freschi vincitori di Sanremo, chiudono noni con “Avrei voluto”. Infine, nel 1997 il quarto posto del duo Jalisse con Fiumi di parole“.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+

Advertisements

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...