Meta & Moro trionfano anche su Spotify: “Non mi avete fatto niente” in vetta alla Top 50 Italia


Non solo il Festival di Sanremo, anche Spotify. Il celebre servizio musicale di streaming on demand vede trionfare Ermal Meta e Fabrizio Moro, che raggiungono la vetta della Top 50 – Italia il giorno dopo la vittoria all’Ariston.

La classifica riporta i cinquanta brani più ascoltati dagli utenti italiani nella giornata precedente alla pubblicazione. I due cantautori hanno raccolto 408.960 ascolti nella giornata di domenica 12 febbraio, superando il fenomeno trap di ultima generazione Sfera Ebbasta.

Numeri che dimostrano quanto sia aumentato in un anno il bacino di utenza di Spotify. Basti pensare che dodici mesi fa “Occidentali’s karma” debuttava in prima posizione con 283.849 ascolti.


Sono tanti gli artisti sanremesi presenti in top 50. Alla #5 troviamo “Una vita in vacanza” de Lo Stato Sociale, alla #9 “Il mondo prima di te” di Annalisa e alla #10 il vincitore delle Nuove Proposte Ultimo con “Il ballo delle incertezze”.

Alla #16 ci sono i The Kolors con “Frida (Mai mai mai)”, alla #24 un’altra Nuova Proposta, Mudimbi, con “Il mago, alla #26 Max Gazzé e la sua “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”, alla #27 Noemi e “Non smettere mai di cercarmi”.

Si prosegue con “Adesso” di Diodato e Roy Paci alla #38, “Così sbagliato” de Le Vibrazioni alla #43 e “Imparare ad amarsi” di Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico alla #49. Un risultato di prestigio per la storica interprete, premiata su una piattaforma utilizzata soprattutto da giovani.

Nel resto della top 200 tutti i partecipanti al Festival, sia Big che Giovani: #64 Giovanni Caccamo, #69 Ron, #70 Lorenzo Baglioni, #73 Nina Zilli, #76 Luca Barbarossa, #98 Mirkoeilcane, #106 Elio e le Storie Tese, #112 Enzo Avitabile e Peppe Servillo, #122 Decibel, #129 Renzo Rubino, #130 Red Canzian, #132 Alice Caioli, #133 Giulia Casieri, #140 Eva, #157 Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, #166 Mario Biondi, #170 Leonardo Monteiro.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+


Advertisements

Commenta questa notizia...