Eurovision 2018: per l’Islanda c’è Ari Olafsson con “Our choice”


Esito decisamente inatteso della finale del Songvakeppnin, che designava il rappresentante dell’Islanda all’Eurovision Song Contest di Lisbona.

Contro le previsioni e ribaltando il primo round delle votazioni, a risultare vincitore è Ari Olafsson con “Our choice”, che ha superato Dagur Sigurðsson e la sua “I stormi”.

Nel primo turno della finale a sei, sono stati eliminati i Fòkus, Attan, Heimilistonar e Aron Hannes.

La canzone vincitrice si presenta come una ballad dalla struttura classica, col pianoforte a farsi particolarmente sentire nella prima parte e la voce dell’artista a fare il resto nella seconda.

Nel corso della serata si sono esibiti Robin Bengtsson (Svezia 2017), con la sua entry “I can’t go on” ed Emmelie de Forest, che vinse l’Eurovision 2013 in rappresentanza della Danimarca.

Con questa scelta, per la quinta volta consecutiva l’Islanda porterà un brano in lingua inglese e, proprio in queste cinque partecipazioni tuttavia, l’unico anno in cui il Paese è andato in finale è stato il 2014. Da allora, soltanto eliminazioni in semifinale, compresa quella dello scorso anno con “Paper” di Svala (tra gli ospiti della serata).

L’Islanda dovrà passare dalla prima semifinale, quella dell’8 maggio (trasmessa in diretta in Italia da Rai4), per tentare di tornare tra le prime 26 dell’Eurovision. Le premesse non sembrano indicare un compito facile per Olafsson, ma, come si sa, mai dire mai.

 

 


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...