Omaggio a Katie Boyle: aveva condotto per 4 volte l’Eurovision


Nel pomeriggio di ieri ci ha lasciati Katie Boyle, all’età di 91 anni. Presentatrice di quattro edizioni dell’Eurovision Song Contest (1960, 1963, 1968, 1974), Katie Boyle ha avuto un legame molto particolare con l’Italia per nascita e per nome.

Katie Boyle | Credits: eurovoix

Il suo nome completo, infatti, era Caterina Irene Elena Maria Imperiali dei Principi di Francavilla, ed era nata il 29 maggio 1926 a Firenze, in un palazzo appartenuto alla famiglia reale dei Savoia. Suo padre era il marchese Demetrio Imperiali di Francavilla, mentre la madre, Dorothy Kate Ramsden, era britannica.

Katie Boyle ha vissuto in Italia per vent’anni, prima di andare oltremare, cominciare la carriera da modella su Vogue e poi apparire sia in diversi film negli Anni ’50 che come annunciatrice per la BBC.

Per l’emittente britannica è apparsa in molti programmi a sfondo musicale: oltre ai quattro Eurovision condotti, si ricordano una selezione nazionale (1961), What’s my line? e Juke Box Jury.

Sposata dal 1947 con Richard Bentick Boyle, ha divorziato dopo otto anni, mantenendo però il cognome da sposata, che poi è quello che le ha dato la fama.

Nella sua opera Queen Elizabeth II: a woman who is not amused, il giornalista Nicholas Davies asserì che la Boyle fosse stata impegnata in una relazione col Principe Filippo, duca di Edimburgo e marito della Regina, nel corso degli Anni ’50. La replica della diretta interessata fu la seguente:

E’ ridicolo, pura invenzione. Quando [questo genere di cose] appare sulla stampa, la gente ci crede. Non si può intentare un’azione legale perché alimenta la fiamma, perciò bisogna solo accettare che la gente dica assolute falsità sul tuo conto.

Benché sia noto che nel 1974 la Boyle abbia condotto il concorso senza capi intimi addosso (cosa su cui i media inglesi sono soliti buttarsi senza troppi problemi), il ricordo che si ha spesso di lei è di una persona di classe nel suo modo di affrontare il mestiere che faceva. Non sono stati rari scherzi, momenti di buongusto e sane risate sue o in sua presenza.

Anche il sito web ufficiale dedicato all’Eurovision Song Contest ha omaggiato con un video il ricordo di Katie Boyle (potete vederlo qui di seguito).



Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...