Eurovision 2018, novità per le giurie: più peso al voto del gruppo che del singolo


Novità in arrivo sul fronte delle giurie impegnate a valutare i brani di questa edizione dell’Eurovision Song Contest e sui nomi dei singoli giurati.

1Partiamo dalla composizione delle 43 giurie nazionali, compresa quella italiana: è stato annunciato che verrà svelata il 30 aprile a mezzogiorno sul sito ufficiale dell’Eurovision. Ricordiamo che le giurie sono composte da cinque membri ciascuna.

Non possono entrare in giuria coloro che hanno già svolto il ruolo di giurato negli ultimi due anni, nonché i dipendenti delle emittenti partecipanti; dev’essere inoltre garantito il bilanciamento uomo-donna.

2La seconda è che c’è un cambiamento nella composizione dei voti delle giurie nazionali. Mentre i punti a schermo rimarranno sempre gli stessi, per formare le classifiche delle giurie nazionali verrà impiegato un sistema leggermente diverso.

Allo scopo di evitare che un singolo giurato possa penalizzare eccessivamente una canzone, le preferenze verranno convertite in un punteggio – compreso tra 12 e 0 – che verrà assegnato progressivamente ad ogni canzone secondo un preciso modello matematico.

Mentre la prima classificata riceverà i famosi 12 punti, la seconda e la terza non riceveranno automaticamente 10 e 8 punti, ma un punteggio leggermente maggiore, e così via fino al ventiseiesimo posto. Questo permetterà di dare maggior peso alle prime 10 preferenze di ogni giurato, senza che un brano che è piaciuto di meno possa influenzare esageratamente il risultato finale.

In buona sostanza, sarà la preferenza del gruppo a prevalere su quella del singolo. La somma di questi nuovi punteggi, attribuiti a ognuna delle 26 canzoni in gara per ognuno dei 5 giudici, permetterà di creare la classifica nazionale della giuria, ai cui primi dieci posizionamenti saranno assegnati i canonici 12, 10, 8 punti e così via, mostrati a schermo.

Per chi avesse più dimestichezza con le funzioni matematiche, il grafico pubblicato dagli organizzatori dell’evento mostra il modo in cui verranno assegnati i punteggi ad ogni classifica.

Questo sistema è solo l’ultimo dei molti implementati dal 2009, anno in cui sono state reintrodotte le giurie all’Eurovision (va ricordato che quest’ultime valutano le canzoni non sull’esibizione in diretta tv, ma su quella del giorno prima, in condizioni identiche a quelle della diretta tv, ma con trasmissione a circuito chiuso).

L’Eurovision Song Contest 2018 si svolgerà all’Altice Arena di Lisbona dall’8 al 12 maggio 2018. Le due semifinali dell’8 e del 10 maggio saranno trasmesse in diretta su Rai4 alle ore 21; sempre alle ore 21, ma su Rai1, andrà in diretta la finale del 12 maggio, in cui saranno impegnati Ermal Meta e Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente”.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...