Eurovision 2018: per il testo di ‘Non mi avete fatto niente’, overlay in 15 lingue


Dopo la prima prova di Ermal Meta e Fabrizio Moro sul palco della Altice Arena di Lisbona, sede dell’Eurovision Song Contest 2018, la delegazione italiana comunica in una nota ufficiale quale sarà lo ‘staging’ che accompagnerà l’esibizione dei due artisti.

Tutto sarà centrato sul testo importante che Meta e Moro hanno scritto e che chiama in causa le città europee colpite da attacchi terroristici. Per questo motivo e per la prima volta nella storia delle partecipazioni eurovisive – non solo italiane – l’esibizione sarà accompagnata da degli ‘overlay’, ovvero parti del testo che scorreranno animate in sovraimpressione, in 15 lingue diverse.

LEGGI ANCHEle impressioni dopo la prima prova di Ermal Meta e Fabrizio Moro

Si tratta di un effetto prettamente televisivo e che consentirà dunque a tutto il mondo di comprendere il testo della canzone ‘Non mi avete fatto niente’, che come Fabrizio Moro ha raccontato spesso, è stata ispirata dalla lettera scritta dal partner di una delle vittime dell’attacco al Bataclan di Parigi.

L’overlay riguarderà come detto alcune parti del testo. In ordine di uscita le lingue (alcune ripetute più volte) saranno: spagnolo, francese, russo, portoghese, inglese, turco, tedesco, arabo, serbo-croato-montenegrino, greco, islandese, ebraico,  danese, albanese oltre ovviamente all’italiano. Eccolo qui di seguito…

Testo Non mi avete fatto niente

Testo del brano “Non mi avete fatto niente” di Ermal Meta e Fabrizio Moro tradotto in 15 lingue


Altre risorse utili sull’Eurovision 2018


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+

 

Advertisements

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...