Eurovision 2018, scommesse: gran balzo della Lituania, in testa è lotta a quattro


Terremoto completo dopo la prima semifinale dell’Eurovision Song Contest 2018: le agenzie di scommesse, infatti, hanno registrato variazioni davvero altissime nei movimenti delle quote, con situazioni evolutesi in estrema rapidità nel corso della notte e poi della mattina.

Verifichiamo l’aggiornamento di Oddschecker delle ore 11.

In testa risulta sempre Cipro (Eleni FoureiraFuego), che migliora leggermente le sue quote rispetto alla situazione di ieri. Tuttavia, nella notte le variazioni sono state talmente vorticose che hanno portato, per un breve momento, la Norvegia (Alexander RybakThat’s how you write a song) al comando della classifica senza essersi ancora esibito di fronte al pubblico europeo. Si è poi avuto un assestamento col quale, tra Foureira e Rybak, al momento passa una differenza di quote da 0,5 a 2,5 (mediamente 1-1,5).

Al terzo posto è battaglia tra Israele (NettaToy) e Francia (Madame MonsieurMercy): Israele, favorito della vigilia, ha perso ancora terreno, e adesso si scambia in continuazione la posizione con la Francia. Particolarmente interessante è la situazione di quest’ultima: fino alle ore precedenti la prima semifinale le quote sembravano in lento, ma costante peggioramento. Dopo la semifinale, tuttavia, c’è stato un repentino cambio di direzione, che ha riportato i nostri cugini d’Oltralpe nel novero dei favoriti.

Tra questi quattro Paesi e tutti gli altri, al momento, c’è una divisione netta.

Al quinto posto si è inserita di prepotenza la Lituania (Ieva ZasimauskaiteWhen we’re old), grandissima protagonista della prima semifinale. La sua proposta è schizzata in alto di circa 10 posizioni nel corso della semifinale, e adesso si candida a essere tra coloro da tenere d’occhio nella notte di sabato.

Del caos approfitta la Svezia (Benjamin IngrossoDance you off), che senza esibirsi si colloca in sesta posizione dopo aver passato l’intero periodo delle prove in ottava, mirabilmente incurante di tutto quello che le succedeva attorno.

C’è un trio che cala inesorabilmente dopo aver sognato per molte settimane: si tratta di quello composto da Estonia (Elina NechayevaLa forza), Repubblica Ceca (Mikolas JosefLie to me), Bulgaria (EquinoxBones), rispettivamente in settima, ottava e nona posizione. Soffermandoci su Mikolas Josef, va comunque detto che, al momento, la Repubblica Ceca può comunque considerarsi pressoché certa dell’arrivo del suo miglior risultato nella propria breve storia eurovisiva.

Per quanto riguarda la decima posizione, è scontro aperto tra Italia (Ermal Meta e Fabrizio MoroNon mi avete fatto niente), Moldavia (DoReDoSMy lucky day) e Finlandia (Saara AaltoMonsters), anche se quella che sta facendo registrare i maggiori progressi in previsione della seconda semifinale è la Moldavia, anch’essa in salita senza cantare. Italia e Finlandia, dunque, sembrano destinate per qualche ora a battagliare per l’11° posto, in attesa del ritorno in scena di Meta e Moro, che avverrà già in giornata con una doppia sessione di prove.

C’è una certa gloria anche per l’Austria, che si accomoda vicino alla Spagna dopo la convincente prestazione di ieri. Va inoltre fatto notare che, a livello di iTunes, Cesar Sampson sta riscuotendo un buon successo.

A questo punto, non resta che aspettare la seconda semifinale per raccontare nuove storie relativamente a quella che sembra una stagione di un’agitazione come non si vedeva da anni, per gli allibratori.


Altre risorse utili sull’Eurovision 2018


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Eurovision Inside

Una risposta

  1. ForestOne ha detto:

    A leggere le quote c’è da chiedersi: ma i bookmakers le hanno ascoltate le canzoni?
    No perchè per considerare papabile il brano della Lituania ce ne vuole assai di fantasia!
    Cipro appare favorita? Boh, non ci ho trovato davvero nulla nè di originale, nè di interessante.
    L’israeliana Netta è in discesa? Facesse un altro pò di birignao e vedrà dove si ritrova…
    Piuttosto terrei d’occhio Cesar, Rybak e Benjamin Ingrosso.
    Peccato per l’Azerbaijan per il Belgio e la Bielorussia (ma l’esecuzione di Alekseev è stata proprio brutta)

Commenta questa notizia...