Seconda semifinale Eurovision 2018: gravi disservizi al televoto, lamentele anche dalla Romania


La diretta della seconda semifinale dell’Eurovision Song Contest 2018 ha riservato al pubblico un’amara sorpresa: l’impossibilità, per coloro in possesso di utenze telefoniche Wind, 3 e PosteMobile, di esprimere i propri voti nel corso della finestra di 15 minuti appositamente predisposta al termine di tutte le esibizioni.

televoto seconda semifinale eurovision 2018 disservizi

L’annuncio, fatto subito dopo l’inizio della diretta della semifinale – in onda su Rai4 – ha immediatamente gettato nello sconforto gli spettatori italiani contrariati, dopo un anno di attesa, di fronte alla impossibilità di sostenere i propri artisti preferiti per un “inconveniente tecnico a carico degli operatori di telefonia Wind, 3 e PosteMobile“.

Contando che gli operatori interessati dal problema coprono oltre il 35% delle SIM presenti sul mercato italiano (pari a più di 30 milioni!), è facile comprendere la potenziale portata del disservizio. Senza contare che, come da regolamento Eurovision, nel caso in cui il voto non fosse stato statisticamente significativo, si sarebbe potuti incorrere nel suo totale annullamento!

In riferimento agli ascolti ottenuti dalla serata, è ragionevole ipotizzare che decine di migliaia di spettatori non abbiano avuto la possibilità di esprimere le proprie preferenze, modificando almeno in parte la significatività del risultato del televoto italiano per la seconda semifinale dell’Eurovision 2018.

E’ stato Twitter, protagonista della serata con l’hashtag #ESCita, a raccogliere tutto il disappunto degli eurofan italiani, che si sono dovuti arrendere alle ingiustificabili mancanze da parte dei gestori interessati dal disguido.

Ma le polemiche attorno a questo importante problema tecnico non si sono fermati all’Italia. In un comunicato stampa diffuso dall’emittente nazionale TVR all’indomani della storica sconfitta registrata nella serata di ieri sera, la televisione della Romania dedica ampio spazio ai messaggi diffusi – proprio tramite il web – dai cittadini romeni emigrati all’estero e oggetto di questo inconveniente tecnico.

Anche se un problema simile pare aver colpito anche la Germania, particolare attenzione è stata posta sull’Italia dove, recita la nota stampa, “tre dei network telefonici nazionali erano fuori servizio quella sera“. Fa sorridere il fatto che la Romania conti sul voto proveniente dalla propria “diaspora” per poter accedere alla finale. E’ comunque certo che, visto il numero consistente di immigrati romeni nello stivale, l’inconveniente potrebbe aver fatto perdere punti preziosi ai The Humans, che hanno comunque ringraziato i loro concittadini del mondo “per il loro supporto e per aver inviato i loro voti da dove era possibile farlo“.

Ci auguriamo che lo stesso imprevisto, seppur non dipendente dalla Rai, non accada anche per la finale di sabato 12: il danno sarebbe ancora maggiore, vista la platea di milioni di spettatori che Rai1 potrà assicurare all’Eurovision Song Contest 2018.

UPDATE: Ci è giunta notizia che 3 Italia ha comunicato la risoluzione dell’inconveniente tecnico, che non dovrebbe dunque ripresentarsi durante la finale dell’Eurovision 2018 per le linee telefoniche di tale operatore.


Altre risorse utili sull’Eurovision 2018


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+