Eurovision 2018: i dati sugli ascolti internazionali e report esclusivo sullo streaming YouTube


All’indomani della comunicazione sui dati di ascolto a livello globale dell’Eurovision 2018, abbiamo analizzato quelli dei principali Paesi europei che mostrano un generalizzato aumento rispetto agli ultimi anni.

Sommando i dati dei Big 5 si ottiene un ascolto complessivo di 30.834.000 telespettatori con uno share ponderato del 32.9%, il record dal 2011 (34.341.000 telespettatori e il 32.7%) e un aumento di oltre 3 milioni e 4 punti di share rispetto al 2017.

Andiamo ora ad analizzare altri dati provenienti da tutta Europa facendo una triplice distinzione tra ascolti ottimi, buoni e bassi.

Ascolti ottimi

Come prevedibile e già segnalato nel nostro precedente articolo, ascolti a livelli record in Portogallo (1.548.000 telespettatori e il 36.4% di share per la finale, record dal 2008) e in Israele: 1.049.000 spettatori e il 50.9% di share, dato più alto degli ultimi 13 anni. Da segnalare che la prima semifinale, in cui si esibiva la vincitrice Netta Barzilai, diventa la più vista di sempre con 673.000 spettatori e il 34.5%.

Attesa febbrile a Cipro dove la semifinale di competenza raggiunge il record storico di 158.000 spettatori (52.1% di share) e la finale è la più vista almeno degli ultimi 14 anni con ben 246.000 spettatori (77.4% di share).

Eleni Foureira spinge in alto gli ascolti anche in Grecia, dove gli spettatori che hanno seguito la finale (1.854.000 con il 48% di share) sono addirittura superiori rispetto allo scorso anno quando la Grecia era qualificata (1.814.000 con il 50.7% di share).

In Serbia circa 760.000 persone hanno seguito la finale (30.3% di share) mentre in Slovenia sono stati in 234.000 (41% di share). In entrambi i casi si tratta dei dati più alti degli ultimi 3 anni.

In Norvegia quasi un milione e mezzo di spettatori ha sperato in una vittoria bis di Rybak, sommando i dati di NRK1 (1.370.000 con l’84% di share), NRK3 (65.000) e la diretta streaming (10.000), mentre in Danimarca lo share ha raggiunto il 71.5% con 1.131.000 spettatori, in leggero calo rispetto allo scorso anno (1.213.000).

In Austria si sfiora il milione di spettatori (959.000 con il 43.6% di share, in crescita sul 2017), mentre in Lituania si supera il mezzo milione (547.900, secondo risultato più alto del decennio).

Ascolti buoni

Ascolti contrastanti in Svezia dove a fronte di un sensibile calo di spettatori (2.575.000, il peggior risultato degli ultimi 20 anni escludendo il 2010 senza la Svezia in finale) si registra un aumento in termini di share (82.8% oltre 3 punti in più sul 2017).

Situazione simile nei Paesi Bassi: l’ascolto è calato del 26% anno su anno (3.021.000 a fronte di 4.067.000) mentre lo share “solo” del 6% (58.8% contro 64.2%).

Svezia e Paesi Bassi sono tra i Paesi in cui il consumo televisivo sta calando di più, lasciando il passo ai nuovi mezzi di fruizione come lo streaming, ma la proporzione di coloro che si siede davanti alla TV e opta per l’Eurovision Song Contest, è sempre molto alta.

Il ritorno in finale dopo tre anni ha fatto salire gli ascolti in Finlandia, seppur i 976.000 spettatori sono stati i più bassi di sempre per una finale con il Paese in gara. Da segnalare che per circa un’ora e mezza la finale si è sovrapposta con la partita di hockey Canada-Finlandia, che ha ottenuto oltre 1 milione di spettatori sulla tv commerciale MTV3.

L’inattesa qualificazione in finale dell’Irlanda ha raddoppiato gli ascolti anno su anno (690.000 contro 330.000) ma non ha raggiunto i livelli degli anni precedenti, sempre superiori ai 700.000. Lo share è arrivato ad un ottimo 52%.

I 261.000 estoni che hanno seguito la finale sono il dato più basso di sempre per una finale con l’Estonia in gara, seppur lo share rimane altissimo (72.8%).

La delusione per la quarta eliminazione consecutiva non porta alcun tracollo in Svizzera dove in 234.000 (23.1%) hanno seguito la diretta in lingua tedesca, ascolti in linea con gli anni senza il Paese in finale (nella tv di lingua italiana lo share è stato del 12,7%).

In Belgio ascolti dimezzati rispetto allo scorso anno sia sulla tv fiamminga (685.000 contro 1.242.000) sia sulla tv francofona (206.000 contro 498.000), ma in entrambi i casi si tratta della finale senza il Belgio più vista del decennio.

Ascolti bassi

Nonostante l’eccezionale 6° posto in finale, la Repubblica Ceca continua a non mostrare interesse nei confronti dell’Eurovision: appena 252.000 spettatori con l’11% di share (erano stati in 335.000 pari al 13% a seguire la finale 2016). Ascolti sottotono anche nella vicina Ungheria: 413.000 spettatori con il 15.2% (12 punti in meno di share rispetto allo scorso anno) seppur nettamente superiori rispetto alla media di rete pari al 3.1% di share nella prima serata del 2018.

Come prevedibile, crollo storico in Russia con uno share dell’11,6% (il precedente record negativo era il 31.5% nel 2014) e in Romania con appena il 3.3% (l’anno scorso era al 10.9%). Ricordiamo che la media annuale della tv pubblica rumena TVR1 è del 2,6% in prima serata.

In Polonia 1.549.000 spettatori con il 15.6%, la metà rispetto a un anno fa (2.910.000 e il 26.4%) quando c’era già stato un bel calo rispetto ai circa 5 milioni del triennio 2014-2016.

Chiudiamo con la Lettonia dove 88.000 spettatori hanno seguito la finale, in leggera crescita rispetto allo scorso anno (81.000) ma particolarmente bassi rispetto agli anni 2009-2014, quando pur senza la Lettonia in finale si raggiungevano medie di oltre 150.000 spettatori.

Youtube

In esclusiva per Eurofestival News pubblichiamo i grafici con le visualizzazioni minuto per minuto registrate sul canale Youtube durante la diretta streaming delle serate dell’Eurovision.

Streaming semifinali Eurovision 2018

Streaming semifinali Eurovision 2018 minuto per minuto

La prima semifinale ha avuto una media di circa 152.000 spettatori, la seconda è cresciuta a 157.000, mentre la finale ha raggiunto quota 408.000 spettatori. In particolare, nel momento della proclamazione della vincitrice erano collegati su Youtube ben 657.000 persone.

Streaming finale Eurovision 2018


Tutti gli ascolti tv dell’Eurovision nazione per nazione


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...