Eurovision 2018, Netta ha cantato davanti ad oltre 200.000 persone al Tel Aviv Pride


Lo aveva promesso: ha rinunciato ad andare a ritirare un premio in Russia per prendere parte al Tel Aviv Pride e rivendicare con orgoglio la propria battaglia per i diritti civili.

Così è stato. La vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2018, Netta si è esibita davanti ad oltre 200.000 persone (250.000 secondo il Comune) in piazza nella città israeliana, dove è andato in scena il World Gay Pride Party, con tantissime persone arrivate anche dall’estero.

Per l’occasione bar, negozi, locali e lampioni della città sono parati a festa con bandiere arcobaleno.  La Pride Parade è stata aperta dal sindaco di Tel Aviv, Ron Huldai, che ha promesso di “abbattere le barriere legislative che impediscono una piena eguaglianza”.

Il tema scelto per quest’anno è  stato “La comunità celebra la propria storia” e si è prefisso l’obiettivo di celebrare il ricordo dei vent’anni trascorsi dalla prima Pride Parade a Tel Aviv, i dieci anni della fondazione del Centro gay della città e i 70 anni dell’indipendenza israeliana.  La manifestazione si è conclusa  sul lungomare della città con una festa protrattasi  tutta la notte.

 Alla manifestazione hanno mandato messaggi di solidarietà numerose personalità tra cui l’ambasciatore Usa in Israele, David Friedman.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Una risposta

  1. Renzo ha detto:

    Netta straordinaria. Israele sempre campione di democraziacon tanti sbagli che gli si possono dare. Fatela nei paesi arabi o in Palestina una cosa del genere.
    Antisemiti di sempre fate pena

Commenta questa notizia...