Junior Eurovision Song Contest 2018, l’Ucraina non sarà in gara a Minsk


L’Ucraina non sarà in gara allo Junior Eurovision Song Contest 2018 in programma a Minsk il prossimo 25 novembre. La tv nazionale, la UA:PBC, ha lamentato problemi di origine finanziaria come motivazione della decisione sul fratello minore dell’Eurovision.

Anastasiya Baginska | Credits: ESCPedia

Il Paese aveva ospitato per ben due volte la rassegna, nel 2009 e nel 2013. Nella seconda occasione, lo aveva fatto a seguito della vittoria di Anastasiya Petryk con Nebo. Val la pena ricordare che, al tempo così come oggi, non è obbligatorio per il vincitore dello JESC farsi carico di organizzare l’edizione successiva.

Gli altri risultati di rilievo, per il Paese, erano giunti nel 2008 e 2013, coi secondi posti di Viktoria Petryk e di Sofia Tarasova.

Nell’ultima edizione, l’Ucraina aveva presentato Don’t stop di Anastasiya Baginska, che ha terminato al settimo posto complessivo con 147 punti.

Si tratterà della prima volta dal 2006 in cui non vedremo la bandiera ucraina tra quelle che faranno la propria comparsa allo JESC. Con 13 entries, il Paese è il sesto più presente in gara: guidano questa particolare classifica la Bielorussia e i Paesi Bassi, che sono a quota 16, seguiti dalla Russia e da Malta con 14 e da, appunto, Ucraina e Macedonia con 13.

Per quanto riguarda l’Italia, è stata annunciata pochi giorni fa la quinta partecipazione consecutiva al concorso, senza che sia stato reso noto come sarà selezionato l’artista in gara. La nostra ultima rappresentante è stata Maria Iside Fiore, che a Tbilisi è giunta all’11° posto.

Lo Junior Eurovision 2018, come detto, si terrà a Minsk, in Bielorussia, domenica 25 novembre, nel pomeriggio. Sono finora 13 i Paesi che hanno dato la conferma della propria partecipazione, ma non c’è ancora la lista definitiva di chi manderà un rappresentante e chi no.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+

Commenta questa notizia...