Francesca Michielin: “L’Eurovision Song Contest? Lo rifarei volentieri”


Francesca Michielin e l’Eurovision Song Contest, un amore rimasto sempre vivo nel corso degli anni e che emerge ancora una volta. L’occasione è il Giffoni Film Festival, cui l’artista di Bassano del Grappa è stata invitata a parlare di tematiche ambientaliste.

Francesca Michielin | Credits: sito ufficiale

Inevitabilmente, si è scivolati anche sul suo percorso artistico, da X Factor a Sanremo e ancora all’Eurovision. L’artista ha ricordato la circostanza che la portò a seguire il percorso del talent show di Sky, una telefonata giunta quasi per caso dalla produzione che la invitava per un provino. Quindi, parlando del Festival, ha dichiarato che non ci vorrebbe ritornare pur ammettendo d’aver dato e ricevuto tantissimo da quell’esperienza (affermando inoltre di non poter mai essere in grado di fare, allo stato attuale delle cose, il lavoro che fa Claudio Baglioni da direttore artistico).

Ciò che l’artista invece rifarebbe è l’Eurovision Song Contest, riaffermando una volta di più il suo sentimento di “eurofan associata” che spesso ama tirar fuori qui e là anche sui social. La Michielin, che fu sedicesima nell’edizione di Stoccolma 2016, ha anche raccontato di aver intuito un certo tipo di visione della musica italiana nel mondo, e cioè quella legata al neomelodico. Si è avuto inoltre il ricordo del viaggio che la portò in sei tappe da Bassano a Stoccolma, con gli incontri con gli artisti, con i fan, e i momenti di divertimento regalati da quel percorso.

Il brano che Francesca Michielin presentò all’Eurovision 2016 fu No degree of separation, una versione 90% italiana e 10% inglese di Nessun grado di separazione, con cui colse il secondo posto al Festival di Sanremo. Il 16° posto fu frutto della somma dei 90 punti delle giurie e dei 34 del televoto.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+

Commenta questa notizia...