Eurovision 2019, la tv israeliana KAN riceverà un prestito di 12 milioni di euro dal Governo


Sembra volgere al meglio la situazione di difficoltà economica che in questi giorni ha coinvolto KAN, la tv israeliana chiamata ad organizzare il prossimo Eurovision Song Contest dopo la vittoria di Netta Barzilai.

Secondo quanto informa il quotidiano ‘Globes’ KAN avrebbe risolto il problema dei 12 milioni di euro da lasciare in deposito alla EBU, soldi che ha chiesto al Governo in aggiunta al budget previsto.

L’emittente avrebbe accettato il prestito temporaneo inizialmente rifiutato e nuovamente proposto dopo le il Ministero delle Finanze, il Ministero della Giustizia, il Ministero delle Comunicazioni, il Primo Ministro Benjamin Netanyahu stesso e le telefonate a ciascuno dei ministri del governo.

Una soluzione che consentirebbe a KAN di derogare al fatto che qualunque somma extra budget vada prima deliberata con una legislazione speciale, impossibile da varare entro domani, data entro la quale la somma va versata. Contemporaneamente, presenterà una lettera di intenti relativamente alla prossima edizione.

Nei prossimi mesi verrà varata una nuova normativa che consentirà a KAN di raggiungere il budget di 35-45 milioni previsto per l’organizzazione del concorso.

 


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...