Eurovision 2019, un mecenate si offre di aiutare economicamente Israele


Corsi e ricorsi che tornano, anche all‘Eurovision. La notizia è che un milionario canadese di origini israeliane si sarebbe offerto di contribuire alle spese per l’organizzazione dell’evento in Israele.

Sylvan Adams, questo il nome del mecenate, avrebbe espresso la volontà di “fare tutto quanto è in mio potere per aiutare la tv KAN nel trasformare in un successo l’Eurovision in Israele”

Netta e la delegazione israeliana | Credits: EBU / Thomas Hanses

Adams non è nuovo a queste azioni di mecenatismo: c’era (anche) lui dietro l’organizzazione della partenza del Giro d’Italia in Israele lo scorso maggio ed ora sarebbe pronto a mettere di nuovo mano al portafogli, insieme al collega Daniel Ben Naim, attraverso una cosiddetta venture capital.

In sostanza, si tratta di una immissioni di capitali ad alto rischio, contando sul fatto che se l’operazione funziona, questa possa apportare notevoli vantaggi economici, oltrechè in questo caso, anche aumentare l’immagine di Israele nel mondo.

 L’operazione ricorda quella del 1993, quando un altro mecenate, Noel Duggan, riuscì a convincere RTE, la tv irlandese organizzatrice dell’evento, a portarlo a casa sua, ovvero a Millstreet, un paese di 1500 abitanti a 40 chilometri, all’interno della Green Glens Arena, l’ippodromo di sua proprietà.

Nonostante le critiche per la location lontana dalle aree metropolitane, in quel caso l’evento fu un successo. Riuscirà Adams a convincere KAN e organizzare di fatto in solido la manifestazione? Non resta che attendere.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...