Eurovision Asia, debutto previsto nel dicembre 2019 a Gold Coast


Potrebbe esser giunta a una svolta la situazione, fino a poche settimane fa stagnante, del concorso Eurovision Asia, che da anni cerca invano di spiccare il volo verso la sua prima edizione. La manifestazione dedicata all’Asia e al Pacifico, stando a quanto emerso dal consiglio cittadino di Gold Coast, si terrà nella sesta città più grande d’Australia (nonché seconda del Queensland) alla fine del 2019.Eurovision Asia

Le informazioni ricevute da 9news.com.au indicano che le date sono quelle che corrono dal 30 novembre al 7 dicembre dell’anno venturo e l’impianto prescelto è il Gold Coast Convention and Exhibition Centre, in grado di ospitare seimila persone, che scendono a poco più di cinquemila in caso di incontri di basket e netball. Non si conosce ancora con precisione il numero dei partecipanti, ma si sa che a maggio dovrebbe essere rilasciata la lista definitiva degli stessi. Sarebbero in corso contrattazioni con televisioni di Cina, India, Indonesia, Nuova Zelanda, Singapore ed Emirati Arabi Uniti.

Il sistema di votazione dovrebbe imitare in tutto e per tutto quello dell’Eurovision inteso come tale, col 50% dei punti accordato dalla giuria e l’altro 50% assegnato dal pubblico televotante.

La strategia del concorso è di far tappa a Gold Coast una volta ogni 4 anni per i prossimi 12 (quindi, dopo il 2019, le edizioni australiane sarebbero in ogni caso nel 2023, 2027 e 2031).eurovision australia decides 2019

Non è difficile intuire che nel legame tra Gold Coast ed Eurovision Asia abbia avuto un pesante ruolo anche la scelta della stessa città per ospitare la prima, storica selezione nazionale che l’Australia metterà in piedi per scegliere il proprio rappresentante all’Eurovision Song Contest 2019, che si terrà dal 14 al 18 maggio a Tel Aviv, Israele. Dopo il quinto posto di Guy Sebastian nel 2015 e il secondo di Dami Im nel 2016, il Paese oceanico ha ottenuto una nona piazza con Isaiah Firebrace nel 2017 e una ventesima con Jessica Mauboy nel 2018.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+

7 Risposte

  1. protovit ha detto:

    Il problema sta nel fatto che Israele ed Australia non fanno parte del continente Europa, che, inizialmente l’Ebu dovrebbe avere come punto di riferimento, e che, inizialmente, aveva come punto di riferimento, per l’organizzazione dell’Eurovision. Come l’Australia, organizzatrice, secondo quello che l’articolo racconta, del prossimo Eurovision Asia Contest, non fa parte del continente asiatico, ma del continente Oceania. Semplicemente sottolineavo queste incongruenze geografiche che fatico a spiegarmi. Se non nel mero fine economico. Tutto qui.

  2. Franck ha detto:

    Sono impaziente che cominci finalmente il concorso in Asia ! L’aspetto da tanto tempo. Spero che ci prenderanno parte numerosi paesi.

  3. protovit ha detto:

    Fatemi capire: ci sarà un nuovo concorso che si chiamerà “Eurovision Asia” e che si terrà in Australia. Che fa il paio con Eurovision Song Contest che ha tra i suoi partecipanti Israele ed, attualmente, Australia. Ma qualcuno nell’organizzazione dell’evento ha mai studiato la geografia? O davvero a questa organizzazione la pecunia non basta mai? Io spero solo che alle tv che fanno parte del consorzio rientri qualche euro da tutti questi investimenti. E se così non fosse, spero che la Rai richieda gli utili che le spettano. Altrimenti nulla di tutto ciò ha senso.

    • 707 ha detto:

      L’unica cosa che non ha senso qui è il tuo commento inappropriato che trova solo il lato negativo delle cose

      • protovit ha detto:

        Scusami se non sono un bimbominkia lobotomizzato e che, ogni tanto, si fa qualche domanda cercando di andare oltre quello che ci propinano per cercare il significato che c’è dietro la parvenza di ogni cosa. In questo caso il fatto di continuare ad allargare la manifestazione musicale. Davvero, scusami tanto se ho urtato il tuo status dormiente. Proverò a non farlo più!

    • Israele ha pieno diritto di partecipare ad Eurovision, visto che fa parte della EBU a tutti gli effetti. SBS Australia è una emittente associata, non effettiva, ed è ogni anno invitata dalla EBU. Dove sta il problema?

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: