Melodifestivalen 2019: tornano Margaret, Andreas Johnson e Anna Bergendahl


In diretta da Stoccolma sono stati appena svelati i nomi dei 28 partecipanti al Melodifestivalen, il popolare concorso di selezione svedese nato nel 1959 per incoronare il rappresentante del paese scandinavo all’Eurovision Song Contest.

L’edizione 2019 sarà presentata da un quartetto. Due li conosciamo molto bene: Eric Saade, terzo all’Eurovision 2011 con “Popular”, e Sarah Dawn Finer, noto volto del Melodi, più volte sul palco sia come concorrente che come presentatrice.

La coppia sarà affiancata dal presentatore Kodjo Akolor e dalla cabarettista Marika Carlsson. Spetterà a loro guidare il pubblico attraverso le quattro semifinali, l’Andra Chansen di Nyköping e la finalissima di Stoccolma.

Nella lunga lista tanti ritorni – da Jon Henrik Fjällgren a Margaret, passando per Wiktoria e Andreas Johnson – due giovanissimi debuttanti ancora minorenni (Bishara Mohad Malou Trasthe Prytz) e tre vecchie glorie (Ann-Louise Hanson, Jan Malmsjö e Arja Saijonmaa).

Ritroviamo anche tre ex rappresentanti svedesi all’Eurovision: gli Arvingarna (1993), Martin Stenmarck (2005) e Anna Bergendahl (2010).

SEMIFINALE 1 – Göteborg

ANNA BERGENDAHL – Ashes to ashes
She’s back! Anna Henrietta Bergendahl è passata alla storia, purtroppo, per essere stata la prima – e unica – artista in gara per la Svezia a essere eliminata in semifinale all’Eurovision. Accadeva nel 2010, dopo aver vinto il Melodifestivalen con “This is my life”. L’accaduto le ha praticamente troncato la carriera, ma ora è pronta a rifarsi.

NANO – Chasing rivers
Dal passato burrascoso – due volte in carcere, prima della decisione di cambiare vita e focalizzarsi sulla musica e sulla famiglia – Nano Omar fu considerato il favorito alla vittoria del Melodifestivalen 2017. Si piazzò poi al secondo posto con “Hold on”, vincendo però il televoto da casa.

MOHOMBI – Hello
Agli italiani il suo nome dirà forse poco, ma Mohombi Nzasi Moupondo – nato a Kinshasa, nella Repubblica Democratica del Congo, e cresciuto in Svezia a Norsborg – è uno dei nomi più noti della musica svedese in campo internazionale. Già al Melodi nel 2005 come parte del duo Avalon, Mohombi si è fatto poi notare da solista sotto la guida del produttore RedOne dal 2010 in poi. Ha all’attivo molti singoli di successo e svariate collaborazioni con Pitbull, Akon, Nicki Minaj, Shaggy, Nelly e Nicole Scherzinger, tra gli altri.

ZEANA FEAT. ANIS DON DEMINA – Mina bränder
Il primo duo in gara è formato dal deejay Anis don Demina – che quest’anno ha firmato con Samir & Viktor il brano “Put your hands up för Sverige”, per supportare l’avventura ai mondiali della nazionale di calcio svedese – e da Zeana Muratovic, vista in gara nel talent “Idol” nel 2016.

ARJA SAIJONMAA – Mina fyra årstider
La cantante finlandese 73enne Arja Enni Helena Saijonmaa torna al Melodi per la terza volta dopo il secondo posto del 1987 con “Högt över havet” e il tentativo del 2005 con “Vad du än trodde så trodde du fel”. Alle spalle una carriera prolifica tra politica, film, libri e canzoni cantate in più di nove lingue. In curriculum anche la partecipazione alla selezione finlandese per l’Eurovision del 1990 con “Gabriela”.

HIGH15 – No drama
La girlband formata da Alva Lindgren, Lleucu Young, Tiana Salmon e Amie Parfitt si è fatta conoscere dal grande pubblico tramite lo show “Talang”, versione svedese del franchise “Got Talent”. Molte cover e un paio di singoli realizzati dopo l’esperienza televisiva.

WIKTORIA  – Not with me
Una delle pupille del direttore artistico e capodelegazione svedese Christer Björkman, Wiktoria Vendela Johansson è alla terza occasione al Melodifestivalen. L’abbiamo già vista nel 2016 con “Save me” e nel 2017 con “As I lay me down”. In carriera ha prestato anche la voce a Vaiana, protagonista del film Disney “Oceania”, nella sua versione svedese.


SEMIFINALE 2 – Malmö

ANDREAS JOHNSON – Army of us
Il cantautore noto anche in Italia per la super hit del 1999 “Glorious”, tenta per la settima volta (in quattordici anni) la fortuna al Melodifestivalen. Il debutto nella manifestazione risale al 2006 con “Sing for me”, mentre l’ultima partecipazione al 2015 con “Living to die”.

LIAMOO & HANNA FERM – Hold you
Duetto che nasce sotto il segno di “Idol”. Entrambi i cantanti hanno infatti preso parte al talent show canoro, lui vincendolo nel 2016 e lei arrivando seconda nel 2017. La Ferm è debuttante al Melodi, mentre Liamoo è arrivato al sesto posto nell’ultima edizione con “Last breath”.

MALOU PRYTZ – I do me
La più giovane in gara. Malou Trasthe Prytz ha 15 anni e si sta facendo notare soprattutto per le sue cover, postate su YouTube, Facebook e Spotify. Nel 2017 ha vinto la sezione junior dell’Östersjöfestivalen.

OSCAR ENESTAD – I love it
Il 21enne, ex componente della boyband FO&O, torna in gara dopo aver partecipato con il gruppo nel 2017 con “Gotta thing about you”. Del suo brano si parlerà molto. Pare sia dedicato alla fidanzata 50enne Cecilia Dahlbom – che gli è accanto da più di tre anni – e si focalizza sulla difficoltà nel far accettare alla famiglia e alla società la loro relazione.

JAN MALMSJÖ – Leva livet 
L’86enne attore e cantante, molto celebre in patria, torna al Melodi cinquant’anni dopo il suo esordio nel 1969 con “Hej Clown”, co-scritta da Benny Andersson degli ABBA. La canzone si piazzò al primo posto a parimerito con “Judy, min vän” di Tommy Körberg, ma perse lo spareggio che portò il rivale all’Eurovision dello stesso anno.

VLAD REISER – Nakna i regnet
YouTuber 25enne da 400mila iscritti e quasi 80 milioni di visualizzazioni, Vladislav Meletjenkov – in arte Vlad Reiser – è noto in patria per il suo stile ironico e i video sopra le righe. Ha lanciato quest’anno il brano “PrankStar” ma i rumor dicono che non porterà in gara un contributo scherzoso (i cosiddetti “novelty act“).

MARGARET – Tempo
La conosciuta cantante polacca ritenta la strada della selezione svedese dopo aver raggiunto la finale nell’ultima edizione con la frizzante “In my Cabana”. La popstar – che ha vinto recentemente il terzo premio come miglior artista polacca agli MTV Europe Music Awards – sfrutterà la nuova partecipazione al Melodifestivalen per lanciare il suo quarto atteso album.


SEMIFINALE 3 – Leksand

DOLLY STYLE – Habibi
Terza partecipazione – ed ennesimo cambio di line-up – per il coloratissimo trio bubblegum pop ispirato dalla moda anni ’60 e le bambole d’età Vittoriana. Il gruppo si fermò all’Andra Chansen sia nel 2015 con “Hello Hi” che nel 2016 con “Rollercoaster”. Un feticcio più immagine che talento del quale il Melodi non sembra poter fare a meno.

MARTIN STENMARCK – Låt skiten brinna
Quarta volta in gara per Martin Olof Jon Stenmarck dopo la vittoria del 2005 con “Las Vegas” – e successivo 19esimo posto all’Eurovision – e i meno fortunati tentativi nel 2014 con “När änglarna går hem” e nel 2016 coon “Du tar mig tillbaks”.

JON HENRIK FJÄLLGREN – Norrsken
Terzo tentativo anche per il caratteristico interprete di origini colombiane di joik, una forma di canto tradizionale lappone, dopo il debutto – e relativo secondo posto – nel 2015 con “Jag är fri (Manne leam frijje)” e il duetto del 2017 “En värld full av strider” con Aninia.

OMAR RUDBERG – Om igen
20enne con origini venezuelane, anche lui ha fatto parte della boyband FO&O – così come il collega Enestad – in gara nel 2017 con “Gotta thing about you”. Scontro fratricida? Il terzo componente della band, Felix Sandman, ha invece partecipato da solista al Melodi lo scorso anno, arrivando secondo.

THE LOVERS OF VALDARO – Somebody wants
Duo emergente di Stoccolma, di chiaro stampo anni ’80, formato da Erik Gabriel e Adam Warhester. Hanno all’attivo il singolo “Lost forever” e l’EP “Euphoric Melancholic Electronic”. Entrano al Melodifestivalen vincendo la wildcard messa in palio dal format radiofonico P4 Nästa.

LINA HEDLUND – Victorious
Altro volto conosciuto del panorama scandinavo. Lina Maria Hedlund debuttò al Melodi nel 2002, in coppia con la sorella Anna. Ritentò l’anno successivo da solista, prima di tornarvi nel 2009, nel 2010 e nel 2014 come membro degli Alcazar. Il suo brano è un moderno schlager scritto dalla cantante Dotter.

REBECKA KARLSSON – Who am I
Il binomio Melodifestivalen-Idol si fa sempre più forte. Tra i tanti provenienti dal talent show canoro c’è anche Rebecka Karlsson, seconda classificata nell’edizione 2016, che ritroverà proprio al Melodi quest’anno Liamoo, che le soffiò la vittoria.


SEMIFINALE 4 – Lidköping

ARVINGARNA – I do
Complesso di genere dansband – stile assimilabile allo schlager molto popolare in Svezia e nei paesi limitrofi – attivo con successo dal 1989. Gli Arvingarna (“Gli Eredi”) hanno alle spalle quattro partecipazioni e una vittoria al Melodi: si classificarono al settimo posto all’Eurovision 1993 con il brano “Eloise”.

ANTON HAGMAN – Känner dig
Protagonista di uno dei colpi di scena più grandi degli ultimi anni al Melodifestivalen. Fu proprio lui, con il brano “Kiss you goodbye”, ad eliminare Loreen nell’Andra Chansen del 2017, impedendo all’ex vincitrice dell’Eurovision di accedere alla finale di quell’edizione con la sua “Statements”.

ANN-LOUISE HANSON – Kärleken finns kvar
Autentica icona della musica schlager svedese, attiva dal 1956. La cantante 74enne ha dalla sua il record di partecipazioni al Melodifestivalen: con questa saranno ben 14! Arriverà anche la prima vittoria?

BISHARA – On my own
La scommessa del Melodi. Bishara Morad ha solo 15 anni e nessuna esperienza di rilievo, ma si è fatto notare su Instagram grazie alle sue cover catturando migliaia di click. Compirà 16 anni – l’età minima per prendere parte alla selezione svedese – due settimane prima dell’inizio del concorso. Per lui un pezzo che porta la firma di Benjamin Ingrosso, ultimo rappresentante eurovisivo svedese.

PAGAN FURY – Stormbringer
Band neo folk-metal capitanata dalla carismatica cantante Arven Latour. La loro musica fa da colonna sonora al videogioco strategico “Crusader Kings”.

JOHN LUNDVIK – Too late for love
Dopo il terzo posto ottenuto nell’ultima edizione con la power ballad “My turn”, l’ex atleta velocista medagliato John Hassim Lundvik tenta la conferma al Melodi. L’artista viene anche ricordato per “When you tell the world you’re mine”, scritto per il matrimonio della Principessa di Svezia Victoria e suo marito Daniel.

LISA AJAX – Torn
Ultima aggiunta dal grande team “Idol”. Lisa Kristina Ajax vinse il talent nel 2014. Poi, l’abbiamo rivista due volte in finale al Melodifestivalen: nel 2016 con “My heart wants me dead” e nel 2017 con “I don’t give A”.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+

 

Commenta questa notizia...