Eurovision 2019, grandi nomi e giovani emergenti in corsa per la Francia


France Telévisions ha selezionato i 18 artisti che si sfideranno in Déstination Eurovision 2019, il concorso nazionale di selezione per l’Eurovision Song Contest.
Dopo il buon riscontro dell’anno scorso, con la vittoria dei Madame Monsieur, poi tredicesimi a Lisbona, la tv ci riprova: tre show (due semifinali ed una finale) nei quali gli artisti saranno giudicati da tre diverse giurie: un panel di esperti senza diritto di voto composto dal cantautore Christoph Willem, già in corsa per l’Eurovision 2010, dalla cantautrice Vitaa, di recente tornata in vetta alle charts e dal compositore Andrè Manoukian, dal televoto (50% sul totale) da una giuria internazionale composta da 20 membri di altrettante nazionalità. Di seguito, ecco i nomi in concorso.

Emmanuel Moire, Bilal Hassani e Chimene Badi

Aysat – Comme une grande: Radici senegalesi e mauriziane, artista emergente della scena r’n’b di non grande popolarità commerciale. Influenze chiare molto americane: Diana Ross, Mary J Blige, Erykah Badu, Lauryn Hill, Missy Elliott

Battista Acquaviva – Passio: Non fatevi ingannare dal nome Battista. Si tratta di una donna, una mezzosoprano originaria della Corsica e resa celebre dalla partecipazione con arrivo in semifinale a The Voice.  La sua estensione vocale è di tre ottave e mezzo ed è stata studiata anche da un laboratorio parigino specializzato negli studi sul suono e la voce umana

Bilal Hassani – Roi: Bilal Hassani è un personaggio molto popolare nel web e nel mondo LGBT. A 14 anni ha vinto The Voice France Kids, poi parallelamente alla carriera musicale, è emerso in rete anche per la sua immagine fortemente androgina. Di recente è uscito un suono nuovo singolo

Chimene Badi – Là-haut: Chimene Badi è senz’altro il nome più importante in corsa, sia a livello di carriera che di popolarità. Lanciata nel 2002 da Popstars, versione francese di Idol, un disco di diamante e sette di platino in carriera, quasi 3 milioni di copie vendute in carriera in sette album.

Doutson – Sois un bon fils: Mamadou Niakaté, questo il suo nome anagrafico, 33 anni, è un artista spesso ospite delle frequenze di NRJ, il maggiore network musicale francese. Lanciato dal successo “Quand je l’ai vue”, con due milioni di visualizzazioni su yotube, di recente protagonista di un tour in giro per la Francia.

Emmanuel Moire – La promesse: Più volte accostato alle scelte eurovisive francesi e molto amato dagli Eurofans, Emmanuel Moire è l’altro nome di punta della line up. Lanciato dal premiatissimo musical Le Roi Soleil, in quattro album ha vinto tre dischi di platino. Nel 2012 ha vinto l’edizione francese di Ballando con le stelle.

Florina – In the Shadow: E’ il fenomeno musicale francese del momento. Florina Perez, 17 anni appena, la sua partecipazione a The Voice l’ha fatta schizzare in vetta alle visualizzazioni su youtube eil suo singolo dd’esordio Llamame Florina da guadagnarsi l’appellativo di Kendji Girac al femminile.

Gabriella – On cherche encore (Never get enough): Canadese del Quebec, Gabriella Laberge, cantautrice e violinista emersa in Europa con la partecipazione a The Voice nel 2016, ma già due album in precedenza e alcune esibizioni di prestigio, fra cui quella al Montreaux Jazz Festival

Lautner – J’ai pas le temps: In un Paese dove come in Italia, la scena rap domina non poteva ovviamente mancare un contributo del genere. Lo porteranno i Lautner, duo hip hop anche questo ospite delle frequenze di NRJ, pure loro reduci da The Voice (nella squadra di Mika), ma separatamente.

Mazy – Oulala: Nome nuovissimo della musica francese, cantautrice emergente ma già con alle spalle una major, il suo ultimo singolo Toi et moi è stato inserito nella compilation delle Sunny Hits di NRJ, il netwrok musicale francese.

Naestro- Le brasier- Naestro è un dj e producer francese che sta dietro ad una delle più clamorose hit dell’anno in Francia, la versione francese di ‘Bella ciao’, canto popolare italiano reso celebre dalla riproposizione in spagnolo nella colonna sonora del film ‘La casa di carta’, serie per Netflix e che oltralpe è stato riprodotto in questa versione. Si, avete visto bene, Naestro canta con una dei tre artisti selezionatori, Vitaa.

Noémie – Ma petite famille: Noémie Belanger, canadese, reduce dalla versione canadese di The Voice e immediatamente salita ai vertici delle classifiche con l’Ep d’esordio. Notevolissimo l’ultimo singolo, da poco in circolazione

PhilipElise – Madame la paix: cantautrice, nome emergente della musica francese, appena uscita con il suo primo album. Lontana dal mainstream, protagonista di diversi live di buon successo in giro per la Francia.

Seemone – Tous les deux. Vent’anni, voce scurissima come si può ascoltare dall’ottimo singolo d’esordio in inglese Nightbird, che ha fatto da apripista al primo EP. Su di lei c’è già l’attenzione dei maggiori nomi della musica francese.

Silvàn Areg – Le petit Nicolas- Si autodefinisce: autore, cantautore, saltimbanco, è forse il nome più nuovo in concorso visto che ha alcune produzioni all’attivo ma non ancora il primo album che come egli stesso dice, è in preparazione.

The Divaz – La voix d’Aretha: Si tratta di un trio vocale internazionale tutto al femminile, composto da una francese, una svizzera ed una artista nata a Dubai, negli Emirati Arabi. Devote alle cover delle grandi artiste americane – notevole una loro versione di Hot Stuff di Donna Summer – portano in concorso un brano dedicato alla grande  Aretha Franklin.

Tracy de Sà – Por Aquì: Giovane esponente della scena rap francese è in realtà una cittadina del mondo essendo nata in India e cresciuta fra Spagna e Portogallo: “Sono un mosaico di culture e tradizioni”, dice di sè stessa. Diverse produzioni all’attivo

Ugo – Ce qui me blesse. Già definito come lo Ed Sheeran francese, per le sue melodie voce e chitarra, molto simili a quelle dell’artista inglese, ha già un contratto con una major e diverse belle produzioni all’attivo.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...