Déstination Eurovision: avanti Bilal Hassani, Aysat, Chimène Badi e Silvan Areg


Eliminazioni e qualificazioni a sorpresa nella prima semifinale di Déstination Eurovision, la selezione nazionale francese andata in onda ieri sera su France 2, TV5 Monde (visibile anche su Sky) e la pagina facebook ufficiale dello show.

Le due beniamine del pubblico eurovisivo, vale a dire Battista Acquaviva e  Florina sono state entrambe eliminate, rispettivamente settima ed ottava, davanti soltanto a Naestro, l’altro nome importante della selezioni. La mezzosoprano corsa e la protagonista di The Voice, sono state affossate dalla giuria internazionale (addirittura zero punti per Florina) mentre al producer ed ex pugile francese che sta dietro ad una delle più clamorose hit dell’anno in Francia, la versione francese di ‘Bella ciao’, non è bastato un pezzo scritto da Alma.

Il voto della giuria internazionale

Vince la serata Bilal Hassani, il giovane ex partecipante a The Voice Kids ora diventato una vera e propria youtube star e che ha letteralmente fatto il vuoto col suo brano firmato dai Madame Monsieur. Passano anche  la più titolata del lotto, Chimène Badi (oltre 3 milioni di dischi venduti), l’emergente Aysat e clamorosamente il rapper – e autore per Claudio Capéo- Silvan Areg, con un pezzo di varieté francese aiutato da uno staging cartoon.

Come l’anno scorso, gli artisti hanno fatto precedere la loro esibizione ufficiale da una cover: sprazzi di italiano per Naestro, brano di Gianni Morandi (la versione italiana della colonna sonora de ‘Il padrino’, firmata da Nino Rota) per Battista Acquaviva. Queste le cover:

  • Naestro – Perfect (Ed Sheeran, con  un pezzo in italiano)
  • Florina- Hymne à l’amour (Edith Piaf)
  • Chimène Badi – Je ne regrette rien (Edith Piaf)
  • Battista Acquaviva – Parla più piano (Gianni Morandi)
  • Silvan Areg – Un homme debout (Claudio Capéo)
  • Bilal Hassani – Carmen (Stromae)
  • Aysat- Dancing queen (ABBA)
  • Lautner – J’ai cherchè (Amir)
  • Mazy- Si seulement je pouvais  lui manquer (Calogero)

La giuria internazionale era composta da Carla Bugalho, co-producer dell’Eurovision 2018;  Tali Eskholi, producer del prossimo Eurovision, Israele;  l’inglese Paul Jordan aka dr Eurovision, esperto della rassegna; il capo delegazione armeno David Tserunyan e Sania Vucic, già rappresentante eurovisiva serba.

La classifica della prima semifinale (in neretto i qualificati)

  1. Bilal Hassani – Roi 115 punti (58 giuria + 57 televoto)
  2. Chimene Badi – Là haut – 66 (22+44)
  3. Silvan Areg – Le petit Nicholas 59 (38+21)
  4. Aysat – Comme une grande 40 (34+6)
  5. Lautner – J’ai pas le temps 35 (26+9)
  6. Mazy – Oulalà 33 (18 +15)
  7. Battista Acquaviva 31 (2+29)
  8. Florina – In the shadows 21 (0+20)
  9. Naestro -Le brasier 20 (12+8)

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Una risposta

  1. Mattia ha detto:

    Ma viva iddio! Ho ascoltato piano bar cantare meglio di Florina live, e Battista Acquaviva, più che viva, sembrava esalasse l’ultimo respiro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: