Arisa brama l’Eurovision: “Il mio sogno è di partecipare a quell’evento”


Arisa e l’Eurovision Song Contest, un matrimonio che prima o poi s’ha da fare.

La cantante di Pignola (Potenza), in procinto di prendere parte alla sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Mi sento bene”, ribadisce la voglia di rappresentare l’Italia nel contest europeo.

Intervistata da Paolo Giordano, l’artista due volte vincitrice all’Ariston ha avuto modo di parlare ancora una volta della kermesse che si terrà a maggio a Tel Aviv.

In attesa di avere la sua opportunità, Arisa omaggerà a suo modo l’Eurovision in “Una nuova Rosalba in città”, album in uscita l’8 febbraio, cantando la versione in italiano di un recente brano trionfatore, “Amar pelos dois” di Salvador Sobral, con testo di Cristiano Malgioglio:

Vuole che le dica la verità? Il mio sogno è di partecipare a quell’evento. E Malgioglio si è superato con un testo emozionante. Lo ringrazio proprio, il signor Malgioglio….

Non è la prima volta che Arisa dà voce al suo desiderio di volare all’Eurovision. Fin dal 2014, a scadenza annuale, la cantante de “La notte” ha ribadito la sfrenata voglia di tenere in alto il Tricolore, in una manifestazione in cui non farebbe affatto sfigurare il nostro paese.

D’altronde i fan dell’evento la conoscono molto bene, grazie alle sue numerose partecipazioni a Sanremo, ormai collaudata selezione eurovisiva italiana.

Nel 2017, inoltre, la cantante aveva rivelato di essere stata contattata dalla Repubblica di San Marino, ma l’accordo non andò in porto.

Che il 2019 sia la volta buona per lei? A giudicare dalle recensioni apparse sui giornali negli scorsi giorni, vedremo a Sanremo un’Arisa molto diversa dal passato e, forse, in linea con lo stile eurovisivo.

“Mi sento bene” è un “pezzo dance con chiusura melodica”, definito da alcuni da musical, da altri disneyano. Un inno alla positività, racchiuso nella frase: “Ridere non è difficile se cogli il buono di ogni giorno e ami sempre fino in fondo“.

Nella serata dei duetti, l’artista lucana proporrà il suo brano in duetto con un’icona degli anni ’80, Tony Hadley, leader degli Spandau Ballet.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+