Sondaggio: ha ancora senso usare Sanremo come selezione nazionale per l’Eurovision?


Senza troppi giri di parole, oggi vi chiederemo di esprimervi su un quesito che sempre più persone (soprattutto chi segue con passione l’Eurovision) si pongono ormai da tempo, in particolar modo durante la settimana del Festival di Sanremo.

Come selezione nazionale del nostro rappresentante all’Eurovision Song Contest, ha ancora senso utilizzare la kermesse sanremese (con tutti i suoi limiti) o è meglio voltare pagina e creare una selezione ad hoc, con brani già “tarati” sui 3 minuti di durata e con artisti ben consapevoli di gareggiare per l’evento musicale più seguito al mondo?

Sanremo Eurovision

Visto che, inoltre, non si riesce a promuovere seriamente l’Eurovision nemmeno per qualche secondo nella diretta su Rai1 (se non dietro sketch vagamente comici), non è meglio una selezione dedicata? Strada, tra l’altro, intrapresa di recente dalla tv pubblica francese e a cui la Rai potrebbe tranquillamente ispirarsi senza troppe difficoltà.

Per questo motivo oggi vi proponiamo un semplicissimo sondaggio per capire meglio come la pensano tutti i nostri lettori e gli appassionati di Eurovision sul tema.

Per raggiungere il più ampio numero possibile di persone e dare maggior valore al sondaggio, la stessa domanda la porremo anche ai tanti che ci seguono sui nostri profili social (tutti i link a fondo articolo, dopo il sondaggio).

Al sondaggio potrà partecipare chiunque (il voto può essere espresso una sola volta), ci sarà tempo fino a sabato alle ore 12 per esprimere la propria preferenza. Qui di seguito il questionario, compilabile in pochi secondi.

Modulo di votazione online non più disponibile | Risultati sondaggio

Voto online multipiattaforma


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram

6 Risposte

  1. Uno che conosce bene la Rai ha detto:

    @Davide

    E perchè mai la Rai dovrebbe regalare una puntata di Sanremo per fare pubblicità all’eurovision? Cosa c’entra Sanremo con quella sorta di euro-Corrida…? E poi c’è anche una questione economica: lo sai che uno spot pubblicitario di soli 30 secondi durante Sanremo costa oltre 200mila euro (duecentomila)? Se gli organizzatori dell’eurovision vogliono pubblicità, visto che in Italia non se l’è mai filato nessuno, beh, quello è il prezzo: sganciare il grano!

    • Staff ha detto:

      Caro “Uno che conosce bene la Rai”, non puoi paragonare l’Eurovision ad un marchio commerciale che si pubblicizza durante Sanremo e ti ricordiamo che l’Eurovision in Rai è riuscito anche a battere la De Filippi, cosa non riuscita a molti altri programmi ben più costosi. Se hai tutto questo odio per un evento del genere puoi tranquillamente sfogarti da qualche altra parte e continuare a guardare altro come chi non interessato.

      P.s. non saranno accettati altri commenti da chi non ha il coraggio di firmarsi con un nome reale, inserisce una mail inventata e si collega da una rete anonima per offendere o denigrare. Cos’hai da nascondere? Temi che poi si scopra per chi lavori… o che il tuo datore di lavoro ti sta pagando per navigare in internet invece che produrre? ;)

      • Antonio ha detto:

        Secondo me avete beccato qualche dipendente o manager Rai che vive grazie al carrozzone Sanremo e vi sta un pochino odiando :P

  2. Davide ha detto:

    Io proporrei un’idea che potrebbe accontentare tutti! A maggior ragione che la sezione giovani non c’è più!!! Perché non utilizzare una delle 5 serate del festival (ad esempio il venerdì) per dedicarla completamente alla selezione della canzone eurovisiva? Potrebbero partecipare sia chi partecipare chiunque non necessariamente solo i Big! Che ne dite?

  3. Uno che conosce bene la Rai ha detto:

    Non ha MAI avuto senso.
    E’ un male in primis per Sanremo, che ha un’immagine e un prestigio da tutelare e non è “la selezione nazionale dell’eurovision” (!?), ma è un male anche per lo stesso eurovision, che è una manifestazione per giovani debuttanti, non per cantanti professionisti. E’ come mandare Bocelli alla Corrida: non piacerebbe nè a lui, nè ai telespettatori della Corrida.

    Magari voi “eurofans” potreste “pressare” un po’ di più il tizio della Rai che si occupa dei rapporti con l’eurovision (non faccio il nome perchè lo conoscete benissimo), perchè vi garantisco che è lui, e SOLO lui, che continua a rompere le palle ai dirigenti per mantenere il legame tra le due manifestazioni. Quest’anno stavano finalmente cambiando idea, ma quello ha insistito come un gatto isterico e alla fine l’hanno accontentato.

    Penso che gli appassionati di Sanremo e dell’eurovision per una volta, e solo per una, dovrebbero pensarla allo stesso modo.

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: