Eurovision 2019: focus sugli artisti di Sanremo impegnati nel periodo del contest europeo


Il Festival di Sanremo 2019 è nel pieno del suo svolgimento, ma nonostante questo una vasta gamma di attività degli artisti dopo la rassegna ligure è già stata resa nota.

Firmacopie (instore), tour nei teatri, rappresentazioni teatrali, tour nei palasport, nelle piazze, negli stadi: si è visto e sentito di tutto nell’ultimo mese e mezzo.

Il lento, ma inesorabile dispiegamento di tutte queste date rivela immediatamente una cosa: se questi artisti sono impegnati durante l’Eurovision Song Contest 2019, in programma a Tel Aviv dal 14 al 18 maggio, oppure no.

Sanremo 2019 Eurovision

Abbiamo analizzato tutti i loro impegni, con una avvertenza: il criterio utilizzato è quello della permanenza a Tel Aviv. Cosa significa? Che, anche se il concorso si svolge dal 14 al 18 maggio, il rappresentante dell’Italia deve trovarsi in loco almeno una settimana prima. Per questa ragione prendiamo come data base l’11 maggio.

E’ importante ricordare che quanto riportato non è ovviamente vincolante, ogni artista può anche decidere di spostare eventuali impegni riguardanti concerti a ridosso del contest. Basti pensare al caso de Il Volo che, nel 2015, spostò il concerto all’Arena di Verona del 21 maggio al successivo mese di settembre.

Gli impegni degli artisti

Paola Turci (in gara con L’ultimo ostacolo) – Due sono le date annunciate a gennaio dall’artista, una di queste è prevista per il 13 maggio a Milano, e cioè esattamente durante la settimana della rassegna europea.

Simone Cristicchi (in gara con Abbi cura di me) – L’artista romano, vincitore al Festival nel 2007 con Ti regalerò una rosa, sarà impegnato ad aprile con due suoi spettacoli. Nessun impegno previsto, ad oggi, per il mese di maggio.

Zen Circus (in gara con L’amore è una dittatura) – Per il gruppo punk rock ad oggi c’è una sola data, ben lontana dall’Eurovision: quella del 12 aprile al PalaDozza di Bologna.

Anna Tatangelo (in gara con Le nostre anime di notte) – Sono state annunciate cinque date in cui la cantante di Sora si esibirà. Il breve (per ora) tour si snoderà tra Roma, Conversano, Milano, Torino e Roncade nel mese di aprile.

Loredana Bertè (in gara con Cosa ti aspetti da me) – Il tour teatrale dell’artista di Bagnara Calabra è partito a novembre da Milano, proseguendo a Legnano e Torino a dicembre. Dopo Sanremo sono previste diverse nuove date tra cui quella di sabato 11 maggio al Teatro Duse di Bologna e  venerdì 17 maggio al Creberg Teatro di Bergamo, proprio nella settimana eurovisiva.

Irama (in gara con La ragazza con il cuore di latta) – Il tour è già partito nei mesi di novembre e dicembre, proseguirà dopo il Festival per quattordici date, con la sua conclusione al Mediolanum Forum di Assago il 5 aprile, a debita distanza dagli eventuali impegni eurovisivi.

Ultimo (in gara con I tuoi particolari) – Per il vincitore di Sanremo Giovani 2018, è previsto un tour fitto di date e serate, tra cui quella del 16 maggio al Forum di Assago (Milano). Sarà da capire se rinuncerà a questo impegno per un biglietto per Tel Aviv.

Nek (in gara con Mi farò trovare pronto) – Filippo Neviani ha finora annunciato un unico appuntamento con i propri 25 anni di musica, quello per l’Arena di Verona il 22 settembre. Andò vicinissimo all’Eurovision già nel 2015, e in quest’occasione non incontrerebbe ostacoli concertistici.

Motta (in gara con Dov’è l’Italia) – Non ci sono al momento informazioni su di lui.

Il Volo (in gara con Musica che resta) – Anche per Ignazio Boschetto, Piero Barone e Gianluca Ginoble calendario ricco di appuntamenti. A maggio sono attesi in Giappone (il 13 e il 17 a Yokohama, il 15 maggio a Tokyo e il 18 maggio alla Bunkamura di Shibuya), ma hanno già riferito che in caso di vittoria sono pronti a modificare le date del tour nipponico.

Ghemon (in gara con Rose viola) – Non ci sono al momento informazioni su di lui.

Einar (in gara con Parole nuove) – Non ci sono al momento informazioni su di lui, se non quelle che lo vedranno in tour mondiale con Federica Abbate e i Deschema attraverso sette città del mondo, come previsto dal regolamento di Sanremo Giovani.

Federica Carta e Shade (in gara con Senza farlo apposta) – Non ci sono al momento informazioni su di loro.

Patty Pravo con Briga (in gara con Un po’ come la vita) – La Pravo chiuderà un tour di 13 date proprio l’11 maggio nella città di Napoli (ci rinuncerà?). Nulla da segnalare per il rapper.

Negrita (in gara con I ragazzi stanno bene) – Non ci sono al momento informazioni su di loro.

Daniele Silvestri (in gara con Argentovivo) – L’artista romano ha annunciato un tour che partirà nel prossimo ottobre, dunque ben lontano dall’orbita eurovisiva. Anche il suo collega di palco Rancore è senza impegni programmati per la settimana in cui si terrà l’Eurovision.

Ex-Otago (in gara con Solo una canzone) – Il loro tour, intitolato Cosa fai questa notte?, si svilupperà su otto date comprese tra marzo e aprile. Nessun problema, dunque, in caso di loro approdo all’Eurovision.

Achille Lauro (in gara con Rolls Royce) – Il rapper romano, all’anagrafe Lauro De Marinis, ha annunciato l’approdo in tour con sei date nel mese di maggio. Due di esse sono quelle fatali: l’11 maggio, all’Atlantico di Roma, e il 18 maggio, al Teatro della Concordia di Venaria Reale (dovrà dunque scegliere se rinunciare alle tappe del tour o all’Eurovision).

Arisa (in gara con Mi sento bene) – Rosalba Pippa si esibirà in nove date che percorrono alcuni tra i più rinomati club italiani, partendo dall’Afterlife di Perugia e finendo con la Latteria Molloy di Brescia. Per lei, che da anni coltiva il sogno dell’Eurovision, evidentemente c’è stata attenzione non casuale nello scegliere date lontane dal concorso.

Francesco Renga (in gara con Aspetto che torni) – Gli unici due suoi concerti ad oggi previsti sono quelli del 27 maggio all’Arena di Verona e del 13 giugno al Teatro Antico di Taormina. Nel caso in cui non dovessero esserci novità di altro genere, non avrebbe alcun problema legato alle date dell’Eurovision.

Boomdabash (in gara con Per un milione) – La band salentina ha completamente cambiato i suoi piani con l’approdo al Festival di Sanremo. Dei tre concerti a gennaio originariamente in programma, uno, a Torino, è stato annullato, gli altri due sono invece stati spostati al 4 (Parma) e al 9 maggio (Milano). Proprio quest’ultima data è davvero molto al limite delle possibilità eurovisive, ma è ancora all’interno della fascia di sicurezza che permette di organizzare senza affanni il viaggio a Tel Aviv.

Enrico Nigiotti (in gara con Nonno Hollywood) – Sette concerti per l’artista di Livorno, tutti concentrati nel periodo tra marzo e aprile e circoscritti al Nord dell’Italia. Per lui nessun problema di conflitti con l’Eurovision.

Nino D’Angelo & Livio Cori (in gara con Un’altra luce) – Nino D’Angelo ha in programma un concerto a Montecatini il 9 marzo e altri tre a giugno con Gigi D’Alessio. Tutta da vedere la situazione di Livio Cori, che non è cantante, ma attore (anche se più d’uno sospetta che ci sia lui dietro al misterioso nome di Liberato, in concerto a Roma il prossimo 22 giugno). Qualunque sia la situazione reale, entrambi liberi a maggio.

Mahmood (in gara con Soldi) – Non ci sono al momento informazioni su di lui, se non quelle che lo vedranno in tour mondiale con i La Rua e Nyvinne attraverso sette città del mondo, come previsto dal regolamento di Sanremo Giovani.


Tutte le ultime notizie su Sanremo 2019 sono elencate qui


Vota i sondaggi in corso:


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram Google+

Commenta questa notizia...