Eurovision 2019: per l’Azerbaigian Chingiz con il brano “Truth”


Annunciato questo pomeriggio dall’emittente azera Ictimai TV il nome del rappresentante dell’Azerbaigian al prossimo Eurovision Song Contest e relativo brano.

Si tratta del 27enne Chingiz con il brano “Truth” (che potete ascoltare qui di seguito), scelto anche questa volta tramite selezione interna tra 350 candidature pervenute a Ictimai TV.

Il brano (scritto dal cantautore bulgaro-austriaco Borislav Milanov), racconta di una relazione disonesta e tossica, esplora la storia di un partner che tradisce l’altro, lasciandoli con una scelta difficile: accettare l’inganno o liberarsi dalle false illusioni.

Chingiz

Chingiz (Chingiz  Mustafayev) è nato a Mosca nel 1991 per poi trasferirsi a Qazax, in Azerbaigian, all’età di 6 anni. Ha imparato a suonare la chitarra e ha iniziato a comporre le sue canzoni mentre era ancora ragazzino.

All’età di 13 anni, si è trasferito con la sua famiglia a Baku, dove ha partecipato ad un provino per la versione azera di Pop Idol (che ha vinto). Ha raggiunto la fama nel suo paese quando aveva solo 16 anni, vincendo lo spettacolo  Yeni Ulduz nel 2007.

Nel 2013, ha rappresentato l’Azerbaigian al concorso internazionale “New Wave” a Jūrmala, in Lettonia. Tre anni dopo ha anche partecipato a The Voice of Ukraine . Alcuni dei suoi ultimi successi sono Qurbet , Ay qiz , Get e Tenha gezen , quest’ultimo con oltre 3 milioni di  visualizzazioni su YouTube.

Vedremo Chingiz in gara nella seconda semifinale dell’Eurovision 2019 di giovedi 16 maggio, dove l’Italia avrà diritto di voto (la trasmissione in diretta è affidata a Rai4, con il commento di Federico Russo e Ema Stokholma).


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram

2 Risposte

  1. Euro88 ha detto:

    Ritornello irritante

  2. Federico Rosso ha detto:

    Bel brano ben prodotto anche questo.

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: