Eurovision 2019, seconda semifinale: Macedonia del Nord in finale dopo sette anni


Prosegue la settimana eurovisiva. Con la seconda semifinale andata in onda dall’Expo Tel Aviv in Israele, abbiamo ufficialmente l’intera line-up della finale di sabato dell’Eurovision Song Contest 2019.

Tempo di nuovi verdetti. Dieci nazioni staccano il biglietto per il 18 maggio, otto lasciano in anticipo l’avventura musicale continentale.

Passano facilmente tutti i favoriti secondo i bookmaker. C’è l’olandese Duncan Laurence che con “Arcade” continua a macinare terreno e consensi (le sue quote ormai viaggiano sotto il 2, con il 40% di possibilità di conquistare il trofeo sabato sera), così come lo svedese John Lundvik col mix di pop e gospel di “Too late for love”.

Non mancherà in finale il russo Sergey Lazarev, che così come nel 2016 non ha deluso dal punto di vista scenografico, anche se la drammatica “Scream” non sembra poter ottenere lo stesso successo di “You are the only one”.

Anche l’azero Chingiz supera facilmente lo scoglio semifinale con la sua “Truth”.

Passano inoltre i due brani squisitamente pop della serata, molto amati dagli eurofan: “She got me” dello svizzero Luca Hänni (che riporta il paese elvetico in finale dopo cinque anni) e “Chameleon” della giovanissima maltese Michela.

Sorridono i balcani, che pur perdendo la Croazia, portano in finale due donne dall’impianto classico, ovvero l’albanese Jonida Maliqi con “Ktheju tokës” e la macedone Tamara Todevska con “Proud”.

Risultato di rilievo per la Macedonia del Nord, paese che mancava dalla finale da ben sette anni! L’ultima volta c’era arrivata Kaliopi nel lontano 2012.

Felici anche gli altri paesi nordici della finale grazie alla danese Leonora con la zuccherosa “Love is forever” e gli energici norvegesi KEiiNO con “Spirit in the sky”.

Due paesi di solito molto fortunati salutano la finale per il secondo anno consecutivo: Romania e Armenia. Non si qualifica neanche la Moldavia e si spezza anche la catena fortunata dell’Austria, iniziata nel 2014.

Di seguito, le dieci qualificate in ordine di esibizione:

  • Svizzera – Luca Hänni con She Got Me
  • Danimarca – Leonora con Love Is Forever
  • Svezia – John Lundvik con Too Late For Love
  • Malta – Michela con Chameleon
  • Russia – Sergey Lazarev con Scream
  • Albania – Jonida Maliqi con Ktheju tokës
  • Norvegia – KEiiNO con Spirit In The Sky
  • Paesi Bassi – Duncan Laurence con Arcade
  • Macedonia del Nord – Tamara Todevska con Proud
  • Azerbaigian – Chingiz con Truth

Questi invece gli eliminati:

  • Armenia – Srbuk con Walking Out
  • Irlanda – Sarah McTernan con 22
  • Moldavia – Anna Odobescu con Stay
  • Lettonia – Carousel con That Night
  • Romania – Ester Peony con On A Sunday
  • Austria – PÆNDA con Limits
  • Croazia – Roko con The Dream
  • Lituania – Jurij Veklenko con Run With The Lions

Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram

2 Risposte

  1. protovit ha detto:

    Ogni anno io do un solo voto in semifinale ad un paese che mi ha particolarmente colpito tanto che valga la pena di sprecare i soldi per l’sms a pagamento. Ebbene quest’anno il mio voto l’ho dato alla Macedonia del Nord, seppur all’oscuro di tutto il seguito che la cantante è riuscita a catalizzare su se stessa. A me ha particolarmente colpito la sua interpretazione. Quindi mi ha convinto a votarla. :)

  2. Alessandro ha detto:

    Perfettamente d’accordo con i risultati di stasera. Forza Svizzera e Paesi Bassi!!!!!

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: