Eurovision 2019: Duncan Laurence e Mahmood trionfano su iTunes. Bene Luca Hänni ed i KEiiNO


Duncan Laurence, Mahmood, Luca Hänni ed i KEiiNO sono i trionfatori delle charts su iTunes in questa edizione dell’Eurovision Song Contest 2019.

Ricordiamo che iTunes segnala solamente le vendite digitali su una sola piattaforma e che per avere un quadro definitivo si dovrà attendere fra un paio di settimane – quando tutte si saranno allineate – le rilevazioni di ciascun istituto nazionale, che tengono conto di tutti i supporti e in qualche caso anche dello streaming, ma come sempre iTunes è un buon termometro ‘a caldo’ della situazione.

Duncan Laurence Credits: Andreas Putting

Di Mahmood abbiamo parlato in questo nostro precedente post sottolineando come sia arrivato in classifica in 32 paesi conquistando la top 3 in sette paesi e la top 10 in altrettanti. Il cantautore milanese è battuto in questa classifica solo dal vincitore della manifestazione.

Arcade” conquista il primo posto in Belgio, Bielorussia, Paesi Bassi, Lussemburgo, Germania, Svezia, Portogallo, Spagna, Israele e Francia, il secondo posto in Grecia, Cipro, Finlandia, Norvegia, Malta, Austria, Slovenia, Svizzera; il terzo in Polonia, Austria, Danimarca, Slovacchia, Ucraina; il quarto in Danimarca, Irlanda, Moldavia, Regno Unito; il sesto in Romania, Russia, il settimo in Ungheria, l’ottavo ad Hong Kong.

In top 20 in Lituania, Italia (17), Repubblica Ceca ed in classifica (dopo la ventesima, in ordine di piazzamento) in Australia, Turchia, Sudafrica, Lettonia, Mozambico, Nuova Zelanda, Indonesia, Canada,  Singapore, Estonia e Messico.

Molto bene come detto anche “She got me” di Luca Hänni: primo in Svizzera, seconda in Austria, terza in Finlandia, Norvegia e Lussemburgo, quinta in Germania e Grecia, settima nei Paesi Bassi e in Israele, ottava in Danimarca, Belgio e Spagna. Top 20 anche in Irlanda, Svezia in classifica in altri 13 paesi compresa l’Italia (posizione 73)

“Spirit in the sky” dei KEiiNO è prima in Danimarca e Norvegia; seconda nei Paesi Passi e in Svezia; terza nel Regno Unito, in Danimarca, Svizzera, Israele; quarta in Germania, quinta in Austria e Finlandia; settima in Belgio e a Malta; ottava in Spagna; nona in Lussemburgo, decima in Irlanda. Top 20 in Francia e Ucraina. In classifica in altri sette paesi fra cui l’Italia (31).

GLI ALTRI. Degli altri artisti si segnala l’exploit degli sloveni Zala Kralj & Gasper Santl. Primo posto in Slovenia ed Estonia e ottavo in Israele, top 20 in Svezia, Lussemburgo, Svizzera e in classifica in altri 20 paesi.

Discreto l’esito per “Too late for love” di John Lundvik, prima in Svezia e Danimarca, seconda in Estonia, quinta in Norvegia, Paesi Bassi, Svizzera, nona in Lussemburgo, decima in Finlandia, top 20 in Germania, Spagna, Austria, Belgio, in classifica in 13 paesi compresa l’Italia (61).

Hanno raggiunto il primo posto anche gli Hatari in Islanda (4 in Azerbaigian e in classifica in 16 paesi) e Kate Miller Heidke (ma in Paraguay,  7 Australia, 10 Svezia e altri 10 paesi in classifica), mentre sono saliti fino al secondo Victor Crone in Estonia (6 in Svezia, 10 in Svizzera, 16 Danimarca, 18 Israele e in classifica in altri 11 paesi); Leonora in Danimarca  (12 Israele, 14 Lussemburgo, 16 Norvegia, 16 Svezia, in classifica in altri 12 paesi); Ester Peony in Romania; il terzo Miki in Spagna e Lituania (5 in Brunei, 20 in Grecia, in classifica in altri 14 paesi).

Raggiungono la top 5 i Lake Malawi (4 nella Repubblica Ceca e in Bielorussia, 5 a Malta, 19 Israele e Svezia più altri 17 paesi in classifica); Chingiz (4 in Svezia, 6 in Svizzera, 9 in Svizzera, Norvegia, 10 in Austria, 11 Israele, 14 Armenia, 15 Paesi Bassi, 17 Malta, 18 Portogallo e Spagna, altri 15 paesi in classifica fra i quali numero 60 in Italia); Tamta (5 a Cipro, 9 Israele, 15 Grecia e in classifica in 13 paesi fra i quali l’Italia).

Picchi per gli altri: Roko 6 a Malta; Katerine Duska 6 in Grecia; Joci Papai 6 in Ungheria; Bilal Hassani 8 in Francia (e altri 9 paesi dalla 20);  Sergey Lazarev 9 in Grecia (poi 18 paesi a partire dalla 14 in Russia, 101 in Italia); Conan Osiris 9 in Portogallo; Kobi Marimi 9 in Israele;  Nevena Bozovic 10 in Serbia e altri 5 paesi dalla posizione 32. Tutti gli altri lontani dalla top 10 con il più alto Eliot, numero 12 in Belgio. Michael Rice si ferma alla 16 nel Regno Unito, picco alla 15 in Svezia; mentre le tedesche S!Sters non vanno oltre la 49 in patria.

La chart mondiale di iTunes segnala  Duncan Laurence alla 5, KEiiNO alla 10, Mahmood alla 13, Luca Hänni alla 15, Chingiz alla 25 nei primi 30 posti. Fra gli album, oltre a Mahmood, si segnalano quello di Zala & Gasper (8 in Slovenia) e quello di Bilal Hassani (21 in Francia).

COMPILATION. La compilation in Italia raggiunge il numero 9. Primo posto in Norvegia, Israele, Svezia, Moldavia, il secondo in Belgio, Austria,  Australia, Grecia, Danimarca,  Regno Unito, Svizzera, il terzo in Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi; il quarto a Cipro, in Francia, il sesto in Azerbaigian, il settimo in Spagna e Turchia. Numero 15 in Bielorussia, numero 40 a Malta.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...