Eurovision 2020 nei Paesi Bassi: Amsterdam e Rotterdam fra le città in lizza


Sabato sera Duncan Laurence ha vinto l’Eurovision Song Contest 2019, ottenendo così di riportare l’evento musicale nei Paesi Bassi a distanza di quarant’anni.

Nel 1980, infatti, L’Aia ospitò la kermesse in seguito alla rinuncia di Israele, che aveva vinto due edizioni consecutive.

L’entusiasmo è alle stelle e sono già diverse le città che hanno dichiarato il loro interesse ad ospitare l’Eurovision 2020, partendo dalla capitale Amsterdam.

Amsterdam avrebbe a disposizione ben tre venue: il centro congressi Amsterdam RAI (che ospitò l’Eurovision nel 1970) con 13mila posti, il moderno palazzetto Ziggo Dome – 17mila posti – e lo stadio Johan Cruijff Arena, fin troppo grande per uno show televisivo.

Per Rotterdam una sola opzione, l’Ahoy, sede di importanti eventi sportivi e musicali, con una capienza pari a 16mila posti. Un luogo non sconosciuto al mondo eurovisivo, in quanto nel 2007 ospitò lo Junior Eurovision Song Contest.

A L’Aia due possibilità: il Carl Jeans Stadion, con più di 15mila posti, ma la necessità di costruire un tetto temporaneo, e il Parco Malieveld. Il partito principale della città, il VVD, sta studiando la realizzazione di una grande struttura nel parco in collaborazione con il World Forum, che ha già ospitato l’Eurovision nel 1976 e nel 1980.

Anche Arnhem ha messo a disposizione uno stadio, il GelreDome, casa del Vitesse con una capienza di 28mila posti e un tetto già incorporato.

Altri centri congressi disponibili sarebbero il Jaarbeurs (11mila posti) di Utrecht, l’IJsselhallen (meno di 5mila posti) di Zwolle, il Brabanthallen di Den Bosch (più di 10mila posti), il WTC Expo di Leeuwarden (meno di 6mila posti) e il MECC di Maastricht, con 3mila posti attuali e la possibilità di raggiungere i 5mila con una serie di lavori già previsti.

C’è poi una proposta particolare. A portarla avanti l’imprenditore Marten Foppen che vorrebbe ospitare l’Eurovision ad Enschede, nell’Hangar 11 dell’aeroporto Twente. 10mila posti disponibili ma la mancanza di un requisito fondamentale: la volontà della città di presentare una candidatura ufficiale.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram

Commenta questa notizia...