Eurovision 2020: cinque città ancora ufficialmente in corsa


Al termine della consegna dei “bid books” (i documenti che attestano la volontà di ospitare l’Eurovision 2020), sono cinque le città rimaste in corsa per portare nei Paesi Bassi l’evento non sportivo più seguito al mondo. Si tratta di Arnhem, ‘s-Hertogenbosch, Maastricht, Rotterdam e Utrecht.

Eurovision 2020 Paesi Bassi | Credits: EBU

Come previsto, dunque, la capitale olandese Amsterdam resta fuori dalla corsa, a seguito del grande afflusso di turisti già previsto per ulteriori eventi, e soprattutto perché nessuna arena avrebbe potuto incontrare i requisiti richiesti per ospitare. Alcuni report dal Paese che ha vinto l’Eurovision Song Contest lo scorso anno, 44 anni dopo l’ultima volta, indicano la possibilità che Maastricht, per un certo numero di ragioni anche geografiche, possa avere una marcia in più sulle altre. Una sesta candidatura, quella dell’Aja, si è trasformata in supporto nei confronti di Rotterdam.

La decisione finale verrà presa in agosto, ma stando a quanto riportato da AD.nl le città che non hanno realistiche possibilità di succedere a Tel Aviv saranno informate entro la fine di luglio.

Il produttore esecutivo, Sietse Bakker (di nuovo sull’onda eurovisiva dopo diversi anni), ha spiegato:

Qui si produce forse il più complesso show televisivo al mondo. E’ importante avere una location dove ci sia lo spazio per farlo. E poi c’è la città in sé: si tratta di avere le camere d’albergo e di tenere sotto controllo la logistica, in modo tale che non solo i visitatori, ma anche tutti gli altri gruppi di persone possano rimanere nel centro della città.

I Paesi Bassi hanno vinto cinque volte l’Eurovision e quattro l’hanno ospitato, ma non sempre quando hanno colto il successo. Nel 1960, infatti, si è andati a Londra nonostante la vittoria olandese nel 1959. Per il resto, nel 1958 ha fatto gli onori di casa Hilversum, nel 1970 Amsterdam, nel 1976 e nel 1980 L’Aja. In quest’ultimo caso è accaduto che Israele, al suo secondo successo consecutivo, non abbia potuto ospitare né partecipare a causa dell’importante ricorrenza del Giorno della Memoria dei caduti.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram

Commenta questa notizia...