Melodifestivalen 2020: le indiscrezioni sul cast dei partecipanti


Mancano poche ore alla comunicazione ufficiale. Martedì, infatti, la tv svedese SVT comunicherà il cast dei partecipanti all’edizione 2020 del Melodifestivalen, la selezione ufficiale che designerà il proprio rappresentante alla prossima edizione dell’Eurovision Song Contest.

Il Melodifestivalen catalizza ogni anno l’attenzione dei cosiddetti eurofans sparsi per il globo. La Svezia, nell’ultimo decennio, è stata senza ombra di dubbio la protagonista della manifestazione.

Due vittorie, due terzi posti, sette Top 5 e otto Top 10. Insieme a Russia e Italia, fanno parte dell’Olimpo eurovisivo degli ultimi dieci anni. Le indiscrezioni sono state parecchie nel corso delle ultime settimane.

Dopo la smentita di Carola (regina indiscussa del Melodifestivalen con tre vittorie in casa, una vittoria, un terzo posto e un quinto posto all’Eurovision nel corso di tre decenni), sono arrivate invece parecchie voci riguardo il ritorno di molti beniamini della musica popolare svedese.

Anna Bergendahl

Dalla scorsa edizione sembrerebbero essere pronti a tornare Anna Bergendahl, Mohombi, Hanna Ferm, Anis Don Demina e The Mamas.

La storia di Anna Bergendahl è ormai nota un po’ a tutti gli appassionati della manifestazione. Vincitrice nel 2010, fu la prima rappresentante svedese della storia (e fino ad oggi l’unica) a rimanere fuori dalla finale dell’Eurovision per una manciata di punti.

Dopo quasi un decennio di silenzio mediatico (ma non musicale) fu protagonista di un ritorno in pompa magna lo scorso anno. La sua “Ashes to Ashes” non brillò particolarmente in finale ma è decisamente stata una delle canzoni più ascoltate sulle piattaforme digitali, riportando alla Bergendahl quella popolarità persa da ormai troppi anni. Il 2020 potrebbe quindi essere l’anno della conferma.

Mohombi tornò al Melodifestivalen lo scorso anno dopo una pausa di 14 anni (debuttò giovanissimo nel 2005 come componente del duo Avalon). Nel corso degli anni ha consolidato una carriera di tutto rispetto oltreoceano, collezionando collaborazioni con star internazionali del calibro di Pitbull, Nicole Scherzinger, Shaggy e Akon. Sembra quindi voler battere il ferro fino a che è caldo, tornando in gara ad un anno di distanza.

Hanna Ferm, seconda classificata all’edizione 2017 di Pop Idol e terza classificata lo scorso anno in coppia con Liamoo, sembra tornare per coronare il sogno di una vittoria, da molti annunciata ma non andata in porto nel 2019. Dovrebbe riprovarci anche Anis Don Demina, in gara lo scorso anno con Zeana. Dopo il risultato deludente del 2019 (si fermò in semifinale), potrebbe essere il momento della rivincita.

The Mamas

Il gruppo vocale delle The Mamas accompagnò il rappresentante svedese, John Lundvik, lo scorso anno sul palco. Trasferitesi in Svezia dagli Stati Uniti, potrebbero diventare protagoniste di una partecipazione che le consacrerebbe al grande pubblico. Ma non è finita qui.

Sembra essere pronto ad un ritorno anche Robin Bengtsson. Vincitore nel 2017, quinto a Kiev, dopo l’ottimo risultato all’Eurovision è un po’ scomparso dalla circolazione, in maniera fin troppo fulminea. Necessario quindi un ritorno, dal punto di vista sia discografico che nazionalpopolare.

Nella lista delle indiscrezioni c’è pure una delle regine dello schlager svedese. Linda Bengtzing, sei partecipazioni all’attivo, ha dalla sua quattro finali. Le ultime due partecipazioni sono però passate pressoché inosservate, con due eliminazioni dirette. In cerca della canzone giusta per un ritorno degno di nota.

Pronto al debutto solista al Melodifestivalen anche Victor Crone. Svedese, rappresentante estone all’Eurovision dello scorso anno, ha già una partecipazione all’attivo in coppia con Behrang Miri nel 2015. Che il 2020 sia l’anno della consacrazione definitiva in patria?

Anche Albin Johnsén ha una partecipazione all’attivo datata 2016, in coppia con Mattias Andréasson. Il singolo “Din Soldat” è sicuramente stato uno dei singoli di maggior successo nel 2014. Questa seconda partecipazione potrebbe trasformarsi in una conferma più che piacevole.

Renaida, finalista nel 2018, arriva da un’annata difficile. Dopo essere riuscita a combattere un tumore benigno alla gola, sembrerebbe pronta per tornare e cercare di migliorare il già ottimo risultato ottenuto al suo debutto.

Amanda Aasa

Anche Ellen Benediktson ha due partecipazioni all’attivo. Fu una delle sorprese nel 2015 quando, da sconosciuta acqua e sapone, andò direttamente in finale raccogliendo apprezzamenti a destra e a manca. Lasciò quindi perplessi il suo ritorno l’anno successivo con uno stile, musicale ed estetico, completamente trasformato. Sarà molto interessante vedere cosa proporrà il prossimo anno, in duetto con Simon Peyron, già cantante degli Outrigger (Melodifestivalen 2014).

Dovrebbe tornare anche Torsten Flinck, celebre attore svedese con all’attivo una partecipazione di successo nel 2012. La sua “Jag reser mig igen” arrivò in finale contro i pronostici, diventando la terza canzone più votata dal pubblico svedese dopo “Euphoria” di Loreen e “Amazing” di Danny Saucedo. Anche Frida Öhrn ha due partecipazioni all’attivo con il gruppo country delle Cookies’N’Beans. Fu anche la voce solista di “Release Me” del gruppo Oh Laura, una delle hit svedesi del 2007.

A completare la lista delle indiscrezioni un agguerrito gruppo di debuttanti: Jakob Karlberg, Suzi P, Paul Rey, Drängarna, OVÖ, William Strid e Klara Hammarström.

Unico nome ufficialmente confermato è quello di Amanda Aasa, vincitrice del concorso radiofonico P4 Nästa, che accede di diritto alla manifestazione. Non resta che attendere l’annuncio ufficiale per avere conferma delle indiscrezioni


Commenta questa notizia...