Melodifestivalen 2020: nel cast anche Robin Bengtsson e Victor Crone


Così come Sanremo, che compirà settant’anni a febbraio, anche il Melodifestivalen celebrerà in primavera un compleanno da ricordare.

Il popolare concorso di selezione svedese, nato nel 1959 per incoronare il rappresentante del paese scandinavo all’Eurovision Song Contest, spegnerà sessanta candeline nel 2020.

A prendere parte alla grande festa musicale i 28 partecipanti alla kermesse, appena svelati in diretta da Stoccolma.

L’edizione 2019 sarà presentata da un trio, capitanato da Lina Hedlund, noto volto del panorama schlager svedese, per anni membro degli Alcazar, e l’anno scorso in finale da solista al Melodi con “Victorious”. Ad affiancarla la collega Linnea Henriksson e il comico David Sundin.

Sarà loro compito guidare il pubblico attraverso le quattro semifinali, l’Andra Chansen di Eskilstuna e la finalissima di Stoccolma.

Dalla conferenza stampa è emerso che sono state ben 2445 le canzoni proposte alla commissione selezionatrice. Delle 28 selezionate, 12 sono in svedese.

Nella lunga lista di ritorni – tra i quali quello di Felix Sandman e Mariette – spiccano i nomi di ben quattro ex rappresentanti all’Eurovision: Nanne Grönvall (1996), Anna Bergendahl (2010), Robin Bengtsson (2017) e Victor Crone (2019).

SEMIFINALE 1 – Linköping

MALOU PRYTZ – Ballerina
Giovane talento della musica scandinava. Malou Trasthe Prytz ha debuttato al Melodifestivalen nel 2019, a soli 15 anni, dopo essersi fatta notare soprattutto per le sue cover, postate su YouTube, Facebook e Spotify. La sua “I do me” è entrata nella top ten dei singoli, oltre ad essersi qualificata alla finale del concorso direttamente dalla propria semi, senza dover passare dal ripescaggio. Risultato di rilievo per un emergente.

FELIX SANDMAN – Boys with emotions
Ex membro della boyband FO&O – che gareggiò nel 2016 con “Gotta thing about you” – Karl Felix Wilhelm Sandman ha partecipato da solista al Melodi nel 2018, piazzandosi al secondo posto con “Every single day”. La sua carriera ha preso da allora il volo: primo posto in classifica, un album e vari singoli di successo – due dei quali in collaborazione con Benjamin Ingrosso.

OVÖ – Inga problem
Non mancherà la quota rap. Il duo Om Vi Överlever – formato da Jaouli “Finess” Akofely e Nickie “Ivory” Osenius – ha in discografia qualche singolo, tra i quali “Zara Larsson”, dedicato alla popstar svedese.

THE MAMAS – Move
Parte integrante della coinvolgente performance di “Too late for love” di John Lundvik – sesto per la Svezia all’Eurovision 2019 – il gruppo vocale The Mamas tenta ora il lancio nel panorama musicale come artista principale e non coro di supporto. Il quartetto, dopo l’abbandono di Paris Renita, diventa trio formato da Loulou Lamotte, Ashley Haynes e Dinah Yonas Manna.

SUZI P – Moves
La 16enne Suzi Pacenkov è salita alla ribalta recentemente con la pubblicazione del singolo “Shunon”, in cui canta l’amore per un ragazzo dipendente da cocaina, e la successiva performance del pezzo nel programma della SVT dedicato ai giovanissimi “Sommarlovsmorgon”. Comprensibili le controversie, considerando la sua giovane età.

SONIA ALDÉN – Sluta aldrig gå
Quarta volta in concorso, dopo le partecipazioni del 2006, 2007 e 2012. In particolare il brano del 2007, “För att du finns”, è stato un grande successo in Svezia – soprattutto radiofonico – pur arrivando “solo” sesto in finale. La Aldén ha ottenuto inoltre riconoscimenti discografici per i due album natalizi (“Our Christmas” del 2008 e “Vår jul” del 2010) pubblicati in collaborazione con le colleghe Shirley Clamp e Sanna Nielsen.

ROBIN BENGTSSON – Take a chance
Tempo di presentare un nuovo progetto per Hans Robin Gustav Bengtsson. Il rappresentante svedese all’Eurovision 2017, quinto con “I can’t go on”, sogna il ritorno sul grande palco. Terza partecipazione per lui, lo abbiamo già visto al Melodi nel 2017 con “Constellation prize”, grande successo in patria.


SEMIFINALE 2 – Göteborg

LINDA BENGTZING – Alla mina sorger
Nome di punta della scena pop-schlager svedese, e veterana del Melodifestivalen. Il 2020 marcherà la sua settima partecipazione. La prima nel 2015 con “Alla flickor”, l’ultima nel 2016 con “Killer girl”. Già quattro volte in finale.

DOTTER – Bulletproof
Johanna “Dotter” Jansson è una cantautrice, suo malgrado protagonista di una delle eliminazioni shock degli ultimi anni. Nel 2018 entra in gara al Melodi da favorita con “Cry”, ma non riesce a superare lo scoglio della semifinale, piazzandosi penultima. Nell’ultimo anno ha duettato con Måns Zelmerlöw nel singolo “Walk with me”.

ANNA BERGENDAHL – Kingdom come
She’s back… again. Anna Henrietta Bergendahl è passata alla storia, purtroppo, per essere stata la prima – e unica – artista in gara per la Svezia a essere eliminata in semifinale all’Eurovision. Accadeva nel 2010, dopo aver vinto il Mello con “This is my life”. Dopo essere tornata sotto i riflettori a distanza di anni qualche mese fa, raggiungendo la finale del Melodi 2019 con “Ashes to ashes” – disco d’oro in Svezia – la Bergendahl non demorde.

THORSTEN FLINCK – Miraklernas tid
Attore conosciuto in gran parte per i suoi ruoli da antagonista, è spesso salito alla ribalta per il suo comportamento sopra le righe anche fuori dal set. Ha annunciato pubblicamente la sua partecipazione al concorso con grande anticipo, nonostante sia vietato dal regolamento. Artista a 360 gradi, ha pubblicato musica fin dalla fine degli anni Settanta, sia come solista che con band. Una partecipazione al Melodifestivalen, nel 2012, con i Revolutionsorkestern, arrivati in finale con il brano “Jag reser mig igen”.

KLARA HAMMARSTRÖM – Nobody
Star del reality della SVT “Familjen Hammarström”, che segue le vicende di tre fratelli alle prese con una grande passione per i cavalli, l’equitazione e l’agonismo, Klara si presenterà come cantante al Melodi dopo la pubblicazione di tre singoli.

PAUL REY – Talking in my sleep
Milioni di stream su Spotify per il cantante pop-soul Pauli “Paul Rey” Jokela, pupillo di Quincy Jones. Nel 2017 ha pubblicato il singolo “California dreaming” in collaborazione con Snoop Dogg. Il Mello è l’occasione per farsi conoscere dal grande pubblico.

MENDEZ feat. ALVARO ESTRELLA – Vamos amigos
Una coppia legata dalle origini cilene. Deejay, cantante e produttore, Leopoldo Jorge Méndez Alcayaga torna per la quarta volta a due anni dall’ultimo tentativo al Melodifestivalen, in cui si è qualificato per la finale con la hit “Everyday”, uno dei maggiori successi dell’anno in Svezia, arrivando però ultimo. Per Alvaro Raul Estrella Zapata – cantante e ballerino più volte visto in quest’ultima veste al Melodi – seconda partecipazione dopo quella del 2014. Non superò la semifinale con la sua “Bedroom”.


SEMIFINALE 3 – Luleå

AMANDA AASA – Late
La cantautrice emergente ha tentato due volte – nel 2014 e nel 2017 – la strada del talent canoro “Idol” senza riuscirci. Entra al Mello vincendo la wildcard messa in palio – ogni anno dal 2012 – dal format radiofonico P4 Nästa. A lei il compito di superare la semifinale, obiettivo finora mai riuscito alle wildcard della kermesse musicale.

FAITH KAKEMBO – Crying rivers
Esattamente come la collega Amanda, anche la Kakembo entra al Melodi da debuttante dopo aver partecipato da finalista al P4 Nästa con “Through fire and rain”. Per la prima volta, quindi, due emergenti dallo stesso format radiofonico strettamente legato al Melodifestivalen, si trovano a concorrere nella stessa edizione. Si dice abbia sostituito all’ultimo secondo l’assente Renaida (in gara con “All the feels” nel 2018), data per certa nella lista di rumor degli ultimi giorni.

ALBIN JOHNSÉN – Livet börjar nu
Dopo aver raggiunto la vetta della classifica singoli svedese nel 2014 con “Din soldat”, Albin Johnsén ha preso parte al Melodi due anni dopo in coppia con Mattias Andréasson. Il loro brano “Rik” ha superato la semifinale, ma si è fermato nel turno di ripescaggio. Lo rivedremo da solista.

DRÄNGARNA – Piga och dräng
La dansband – formatasi nel 1995 – festeggerà venticinque anni di carriera sul palco del Mello. Hanno all’attivo molti singoli e dischi di successo, ma anche uno spinoso caso di plagio alle spalle, il primo finito in tribunale nella storia della musica svedese. Era il 2002 quando la Corte Suprema li dichiarò colpevoli di aver copiato parte della loro hit “Vill du bli min fru” dal brano “Tala om vart du ska resa” della band Landslagets. Tra danni e spese processuali, la loro casa discografica fu costretta a sborsare più di duecentomila euro in corone svedesi.

MARIETTE – Shout it out
Tra le più amate dagli eurofan. Dopo aver conquistato il terzo posto con “Don’t stop believing” nel 2015, il quarto posto con “A million years” nel 2017 e il quinto posto con “For you” nel 2018, l’ex Idol Mariette Petra Carola Hansson tenta finalmente di strappare il biglietto per Rotterdam.

ANIS DON DEMINA – Vem är som oss
Il deejay, che negli ultimi due anni ha collaborato con svariati artisti legati al Melodifestivalen – Samir & Viktor, Eric Saade, Elias Abbas – torna in gara dopo essersi fermato in semifinale al debutto quest’anno con “Mina bränder”, duetto con Zeana Muratovic.

MOHOMBI – Winners
Mohombi Nzasi Moupondo – nato a Kinshasa, nella Repubblica Democratica del Congo, e cresciuto in Svezia a Norsborg – è un nome noto della musica svedese in campo internazionale. Dopo svariate collaborazioni con artisti di successo oltreoceano, tra i quali Pitbull, Nicki Minaj e Nicole Scherzinger, torna al Melodi per la terza volta. Nel 2005 vi prese parte come membro del duo Avalon, nel 2019 è arrivato quinto con “Hello”.


SEMIFINALE 4 – Malmö

HANNA FERM – Brave
Runner up nell’edizione 2017 del talent show canoro “Idol”, la Ferm torna da solista dopo il duetto di successo del 2019 con il collega Liamoo. La coppia si è piazzata al terzo posto nell’ultima edizione del Mello con “Hold you”, schizzata sul podio della classifica singoli.

NANNE GRÖNVALL – Carpool karaoke
Per gli spettatori svedesi, un super ritorno: Marianne Elisabeth Nordqvist è una vera e propria leggenda dello schlager, vincitrice di molteplici premi in patria. Legata fin dal 1986 al Melodifestivalen, sia come interprete che come autrice in molteplici edizioni. Lo ha anche vinto, nel 1996, come parte del trio One More Time. La loro “Den vilda” si è poi piazzata terza all’Eurovision di Oslo dello stesso anno.

WILLIAM STRIDH – Molnljus
Dopo una breve (e sfortunata) parentesi come membro della boyband The Audrey, si presenta la prima grande occasione da solista per il 21enne arrivato quinto nella scorsa edizione del talent show “Idol”.

JAKOB KARLBERG – Om du tror att jag saknar dig
Dopo la partecipazione ad “Idol” nel 2011, ha lavorato per anni alla sua musica lanciando nel 2015 la hit “Fan va bra”, top ten in classifica e grande hit radiofonica. Da allora, tanti singoli pubblicati. Karlberg ha già tentato di entrare nel cast del Melodi con varie proposte in passato. Piccola curiosità: fra gli autori del suo pezzo c’è la rivale in semi Nanne Grönvall.

ELLEN BENEDIKTSON & SIMON PEYRON – Surface
Entrambi visti già in passato nella selezione svedese. Ellen Benediktson è già salita sul palco dell’Eurovision come corista della francese Amandine Bourgeois nel 2013, ha poi partecipato al Mello nel 2014 con “Songbird” – arrivando in finale – e nel 2015 con “Insomnia”. Simon Peyron è stato il leader della rock band Outtrigger, in gara sempre nel 2014 con “Echo”.

VICTOR CRONE – Troubled waters
Non contento della finale raggiunta con “Storm” – sotto bandiera estone – all’Eurovision di quest’anno, lo svedese Victor Fritz-Crone, tenta di tornare subito alla kermesse europea stavolta rappresentando il suo paese natio. Ha alle spalle una partecipazione al Melodifestivalen, nel 2015, in coppia con Behrang Miri. Cantarono “Det rår vi inte för” fermandosi in Andra Chansen.

FRIDA ÖHRN – We are one
Tante collaborazioni in carriera per Frida Maria Elisabet Öhrn, che si presenterà come solista. Ha preso parte già tre volte al Melodifestivalen, nel 2004 con il trio LaRoxx e nel 2009 e 2013 con le Cookies ‘N’ Beans. Del 2007 la hit internazionale “Release me” con il progetto Oh Laura.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram

Commenta questa notizia...