Sanremo 2020, i preascolti: promossi Elodie, Junior Cally e Rancore, bocciati Nigiotti e Giordana Angi


Tradizionale appuntamento con il preascolto dei brani di Sanremo 2020, per un gruppo sempre meno ristretto di giornalisti accreditati alla manifestazione. Ci saranno sorprese, a quanto pare, rispetto al sound tradizionale di qualche artista. Le valutazioni dei giornalisti mettono davanti a tutti Elodie, Junior Cally e Rancore, dati per favoriti per la vittoria insieme ad Alberto Urso, il cui brano però non entusiasma. Deludono Enrico Nigiotti e Giordana Angi.

Abbiamo preso in considerazione i principali quotidiani, ovvero Avvenire, Quotidiano Nazionale (dorso nazionale de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino), Il Tempo, Corriere della Sera, Repubblica, Il Giornale, La Stampa, Libero, Il Fatto quotidiano, Il Sole 24 ore, Il Messaggero/Il Mattino (i giornali sono dello stesso gruppo, hanno la stessa recensione), il free press Leggo  ed inoltre le testate specializzate Soundsblog, Allmusicitalia, Ondefunky, Rollingstone e Billboard Italia, l’agenzia Ansa, i siti delle televisioni Tg Com (Mediaset) e Sky; il giornale online generalista Fanpage e la rivista femminile Amica. Come sempre abbiamo dovuto escludere Sorrisi e Canzoni e Rockol perchè si limitano a raccontare i brani senza emettere alcun giudizio.

METODOLOGIA. La valutazione ‘neutra’ corrisponde ai voti 6 e 6.5; positivo equivale a 7 e 7.5, molto positivo è per i voti da 8 in avanti. Le insufficienze sono 5 e 5.5  per la voce negativo, da 4.5 a scendere molto negativo.

Achille Lauro-Me ne frego:  Il trapper romano prova a ricalcare le sonorità dell’anno passato, ma il brano è meno forte. Stampa molto divisa sulle valutazioni,  la media è appena sopra la sufficienza.  Namedropping (si cita persino Felice Maniero, il boss della ‘Mafia del Brenta’) e cita la Nannini (“St’amore è una panna montata al veleno“). Echi di fine anni 80-primi anni 90.

MOLTO POSITIVI: 1
POSITIVI: 7
NEGATIVI:7
MOLTO NEGATIVI: 0
NEUTRI: 7

Alberto Urso- Il sole ad est: Valga per tutte, una recensione: “Pensata per le mamme di ieri. Che son le nonne di oggi”. Canta di ‘Onde che portano navi per mare’, in un testo ad alta dose di zucchero: “Per te ho nel cuore il sole ad est/ E nel mondo ovunque vada/ mi ricorderò la strada che porta fino a te“. Solo, cuore, amore, mare. Per la stragrande maggioranza, nonostante recensioni che vanno dal male al malissimo, è dato fra i favoriti per la vittoria o per il podio. Il voto peggiore è un 3.

MOLTO POSITIVI: 1
POSITIVI: 4
NEGATIVI: 8
MOLTO NEGATIVI: 4
NEUTRI: 5

Anastasio-Rosso di rabbia. “C’ho 21 anni posso ancora permettermi di incazzarmi“, dice un verso della canzone. Lo stile è quello di Salmo, il cui collaboratore Marco  Tartaglini figura fra gli autori. 20 recensioni positive e due sufficienti su 22, c’è anche un 10. Questo pezzo sulla rabbia di una generazione, per quasi tutti lotterà ai piani alti. “Non volevo, la mia rabbia non volevo sprecarla così / Panico panico/sto dando di matto/qualcuno mi fermi fate presto / Per favore, per pietà”

MOLTO POSITIVI: 6
POSITIVI: 14
NEGATIVI: 0
MOLTO NEGATIVI: 0
NEUTRI: 2

Bugo e Morgan- Sincero: Synthpop anni 80, ritornello indie, testo sule maschere che siamo costretti ad indossare: “Bevi ma se vuoi fallo responsabilmente“, “Paga le tasse“. E poi “Volevo essere alcolizzato, spaccare i camerini”, ” Volevo fare il cantante di canzoni inglesi”.  “Odia qualcuno per stare un po’ meglio, odia qualcuno che stia meglio e un figlio di puttana chiamalo fratello”. Per quasi tutti saranno fra le sorprese del festival

MOLTO POSITIVI:4
POSITIVI: 14
NEGATIVI: 0
MOLTO NEGATIVI: 0
NEUTRI: 4

Diodato-Fai rumore: La critica è divisa sul pezzo del cantautore tarantino: per qualcuno è un esercizio di classe che si farà notare (riceve anche un 9), per altri è un brano che farà fatica a fare breccia. La media lo piazza a centro classifica. “Ho capito che per quanto fuggo torno sempre da te“.

MOLTO POSITIVI: 5
POSITIVI: 8
NEGATIVI:1
MOLTO NEGATIVI:
NEUTRI: 6

Elettra Lamborghini-Musica e il resto scompare: la hit dell’estate in pieno inverno. Ritmi latini (“latin tamarro”, per usare le parole di una recensione) reggaeton. “Mi piace la musica fino al mattino / Faccio un casino lo stesso / Ma non bevo vino” e sono “Innamorata di un altro cabron, esta es la historia de amor”. Lo spagnolo torna al Festival.  Il picco in basso è un 2, parecchio radiofonico, pare. Ma la critica dice che comunque non è così forte.

MOLTO POSITIVI: 0
POSITIVI: 8
NEGATIVI:3
MOLTO NEGATIVI:3
NEUTRI: 9

Elodie-Andromeda:  I tastieroni anni 80 sanno già di Eurovision, dice Rockol. Ed in effetti per quasi tutti sarà una delle canzoni in lotta per vincere il Festival, per alcuni è addirittura la vincitrice. Testo di Mahmood, musica di Dardust (aka Dario Faini), entrambi sono ben riconoscibili “La mia fragilità è la catena che ho dentro ma se ti sembrerò piccola non sarò la tua Andromeda”. Ritornello che si stampa in testa.

MOLTO POSITIVI:6
POSITIVI: 12
NEGATIVI:2
MOLTO NEGATIVI: 0
NEUTRI: 2

Enrico Nigiotti-Baciami adesso. Molte valutazioni bassissime, ci sono due 3 e diversi voti fra i 4 ed il 5.  “Sembra arrivare dal paleozoico, in una edizione come questa”, scrive qualcuno. Più in generale, sempre usando le recensioni, “banalità per voce e chitarra”. Dal testo: “Baciami adesso che poi fa buio presto“. “Sei l’unica stanza che mi salva dal disordine“. Nella classifica dei critici si gioca l’ultimo posto con Riki.

MOLTO POSITIVI: 0
POSITIVI: 3
NEGATIVI: 9
MOLTO NEGATIVI: 4
NEUTRI: 4

Francesco Gabbani-Viceversa: è una ballata rock d’amore, molto diversa dai due precedenti pezzi e un fischietto che pare resterà in testa. Molti giochi di parole. “Ma se dovessimo spiegare in pochissime parole / il complesso meccanismo che governa l’armonia delle parole / basterebbe solamente dire senza starci troppo a ragionare / che sei tu che mi fai stare bene quando io sto male e viceversa”

MOLTO POSITIVI:1
POSITIVI: 10
NEGATIVI: 2
MOLTO NEGATIVI: 0
NEUTRI: 9

Giordana Angi-Come mia madre. La cantautrice italo-francese pare essere la più grossa delusione del festival, con un brano dal testo sentito ma scontato su un tema già cantato più volte a Sanremo sin dai tempi di Giorgio Consolini (Sanremo 1954).  Lo spirito di Kekko dei Modà si  è impossessato di lei: “Dammi la borsa che è troppo pesante. Non puoi fare sempre tutto da sola che di persone ce ne sono tante ma col tuo cuore ce n’è una sola…”, “E se un giorno fossi mamma, vorrei essere come mia madre”, “Ti chiedo scusa se non ti ho mai detto quanto ti voglio bene“.  Parecchi voti molto bassi, c’è un 3.

MOLTO POSITIVI:2
POSITIVI: 5
NEGATIVI: 3
MOLTO NEGATIVI:4
NEUTRI: 6

Irene Grandi-Finalmente io. Inno di liberazione firmato Vasco Rossi-Gaetano Curreri e dai suoi storici collaboratori, nonchè  autori della prima Paola Turci, Andrea Righi e Roberto Casini. C’è il primo Vasco, ma il giudizio non è unanime. “Se vuoi fare sesso, facciamolo adesso“.

MOLTO POSITIVI: 5
POSITIVI: 7
NEGATIVI:3
MOLTO NEGATIVI: 0
NEUTRI: 7

Junior Cally-No grazie. Il rapper già mascherato (per lui si scomodano Merk & Kremont) corre per vincere, almeno così emerge dagli ascolti. E’l’unico testo politico del festival ma ne ha per tutti. Provate a indovinare  i tre chiari riferimenti:  “Spero si capisca / che odio il razzista / che pensa al Paese ma è meglio il mojito / e pure il liberista / di centro sinistra / che perde partite / e rifonda il partito (…) Dovrei puntare il dito contro e fare il populista.Non fare niente tutto il giorno e proclamarmi artista”. Polemica garantita.

MOLTO POSITIVI: 6
POSITIVI: 11
NEGATIVI:1
MOLTO NEGATIVI:1
NEUTRI: 3

Le vibrazioni-Dov’è Dov’è“. Il titolo è ripetuto per ben 16 volte soltanto nel ritornello e 32 volte complessivamente.  Dalle recensioni, è un brano dalle sonorità troppo vintage che non pare essere fra le migliori produzioni di Francesco Sarcina e i suoi sodali.

MOLTO POSITIVI:0
POSITIVI: 5
NEGATIVI: 7
MOLTO NEGATIVI: 0
NEUTRI: 10

Levante-Tiki Bom Bom. La cantautrice porta all’Ariston un brano dedicato agli ultimi, alla diversità intesa come non omologazione, ma anche con chiari riferimenti al bullismo e al mondo LGBT: “Ciao tu, freak della classe ‘femminuccia’ vestito con quegli strass prova a fare il maschio”. Il ballo accomuna i quattro protagonisti del brano: “Ciao tu, animale stanco/sei rimasto solo/non segui il brano/balli il tango mentre/tutto il mondo muove il fianco/sopra un tempo che fa tikibombombom”. Bene, secondo i critici. Ma non così tanto da lottare per il podio. C’è un senza voto perchè un cronista dice di necessitare un riascolto.

MOLTO POSITIVI:3
POSITIVI: 9
NEGATIVI:
MOLTO NEGATIVI:
NEUTRI: 9
SENZA VOTO: 1

Marco Masini-Il confronto: Marco Masini che canta l’ultimo Marco Masini, quello firmato da Federica Camba e Daniele Coro, che sembra una canzone di Alessandra Amoroso cantata da Marco Masini. Autoanalisi dopo 30 anni di carriera: “E sei stato un bugiardo / non hai avuto coraggio / quasi sempre imperfetto ma qualche volta saggio”. Per i critici, è destinata alle posizioni in basso a destra.

MOLTO POSITIVI:1
POSITIVI: 3
NEGATIVI:10
MOLTO NEGATIVI: 0
NEUTRI: 8

Michele Zarrillo-Nell’estasi o nel fango. Zarrillo e la svolta elettropop. Che però non ha convinto in tanti. Per la critica il pezzo è debole. “Io resto qui come vedi/Io resto ancora in piedi/Sia nell’estasi o nel fango”

MOLTO POSITIVI: 0
POSITIVI: 2
NEGATIVI:8
MOLTO NEGATIVI:3
NEUTRI: 6

Paolo Jannacci-Voglio parlarti.  Paolo Jannacci come Cat Stevens, canzone dedicata alla figlia. Ballata in punta di piano. I critici sono molto divisi (e in generale poco convinti). Lo spirito di Kekko è passato anche qui:  “Voglio parlarti adesso/ Solo per dirti che nessuno può da questo cielo/ in giù volerti bene più di me (…) “Là fuori c’è la guerra e dormi” E il tempo che ti do non è tempo perso”

MOLTO POSITIVI:2
POSITIVI: 5
NEGATIVI:5
MOLTO NEGATIVI: 1
NEUTRI: 9

Piero Pelù-Gigante: Come Nigiotti l’anno scorso, ma all’inverso, perchè Pelù è diventato nonno e il nipotino gli ha sciolto il cuore mandandolo in crisi mistica: “Tu sei il mio Gesù, la luce sul nulla, un piccolo Buddah”.  L’idea dei critici però è che l’esordio del rocker toscano sia destinato a restare nell’anonimato.

MOLTO POSITIVI: 1
POSITIVI: 2
NEGATIVI:3
MOLTO NEGATIVI:1
NEUTRI: 14

Pinguini Tattici Nucleari-Ringo Starr. I Beatles, quarant’anni dopo. Freschi, radiofonici, spensierati – ma non troppo. In arrivo tormentone, con testo dedicato agli ultimi della fila: “In un mondo di John e Paul io sono Ringo Starr”.  Voti molto alti, ma è più facile che facciano i Boomdabash piuttosto che Lo Stato Sociale.

MOLTO POSITIVI:4
POSITIVI: 13
NEGATIVI:2
MOLTO NEGATIVI: 0
NEUTRI:  3

Rancore-Eden: Tarek Iurcich, dopo il premio della Critica con Silvestri l’anno scorso, secondo i critici corre per vincere e sicuramente lo vedremo nelle zone altissime quando voteranno i giornalisti. A metà canzone c’è un “Ta Ta Ta” che ha l’effetto del battimani di “Soldi” ma che in realtà sono colpi di fucile come quelli cantati da Morandi a suo tempo.  La mela come metafora degli accadimenti che hanno segnato la storia dell’uomo: “L’11 settembre ti ho riconosciuto/ Tu quando dici grande mela/ È un codice muto tu vuoi nemici sempre/ Se la strega è in Iraq/ Biancaneve è con i sette nani/ E dorme in Siria”. Non ha voti negativi, c’è anche un 9.

MOLTO POSITIVI: 9
POSITIVI: 12
NEGATIVI: 0
MOLTO NEGATIVI: 0
NEUTRI: 1

Raphael Gualazzi-Carioca: Sarà sfida al pianoforte con Jannacci. Il crooner urbinate affoga a Cuba i dispiaceri per un amore perduto. Allegro divertissement con percussioni, brass e sonorità latine. “Voglio una vita che non finisce più/Ma chi l’avrebbe detto/Sento solo la musica/Carioca”. Radiofonico.

MOLTO POSITIVI:
POSITIVI: 11
NEGATIVI:2
MOLTO NEGATIVI:
NEUTRI: 9

Riki-Lo sappiamo entrambi. Voti che vanno dal basso al bassissimo, ci sono anche due 3, pare destinato ad essere l’Einar del 2020. Autotune e vocoder a manetta. “Però qualcosa non torna / tralasciando i ricordi che ho di te / ti scrivo e dopo cancello / non ti scrivo che tanto è inutile”. Ad uso e consumo delle Under 16.

MOLTO POSITIVI:
POSITIVI: 2
NEGATIVI:8
MOLTO NEGATIVI: 5
NEUTRI: 7

Rita Pavone- Niente (Resilienza 74): Critica molto divisa sul brano. Giudizio unanime sulle qualità vocali intatte nonostante i quasi 75 anni (“Sembra la nonna di Irene Grandi”) e ammirazione per il tentativo di una svolta rock, ma non tutti sembrano gradire. Testo e musica del figlio, analisi dei 74 anni di vita fra accettazione e disillusione: “Meglio cadere sopra un’isola o un reality che qualche stronzo voterà“. “Trova un amico ma non toccargli il tesoro” (!?!)

MOLTO POSITIVI:1
POSITIVI: 9
NEGATIVI: 3
MOLTO NEGATIVI:6
NEUTRI:  3

Tosca-Ho amato tutto. Tre minuti e mezzo di puro jazz, atmosfera da night club, luci soffuse, clima vintage da Sanremo di metà anni 80. Tutti unanimi sul fatto che porti un tocco di classe ed eleganza anche nell’interpretazione, ma per la gran parte dei critici, rischia di fare la fine di Mario Biondi. “Se tu mi chiedi in questa vita cosa ho fatto, io ti rispondo ho amato”. Quasi tutti i voti negativi sono dei cronisti più giovani.

MOLTO POSITIVI: 2
POSITIVI: 8
NEGATIVI: 7
MOLTO NEGATIVI: 0
NEUTRI: 5


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

4 Risposte

  1. Ioioioio ha detto:

    Volevo fare una domanda: sapete se si saprà prima dell’inizio del Festival chi è disposto a prendere parte all’Eurovision in caso di vittoria o come ogni anno dobbiamo aspettare la conferenza stampa del vincitore?

    • Staff ha detto:

      Salvo dichiarazioni pubbliche dei diretti interessati, sono informazioni interne tra Rai e case discografiche. Di solito il modulo di accettazione viene inviato poco prima dell’inizio del Festival, quest’anno da regolamento ufficiale è specificato che deve essere consegnato “non oltre la data della Prima Serata del Festival”. Quindi si saprà o durante o alla fine di Sanremo.

  2. pakky72 ha detto:

    Speriamo vinca Elodie ! Così finalmente una donna rappresenterà l’ITALIA all’ ESC dal 2016

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: