Gigliola Cinquetti tra gli ospiti della finale dell’Eurovision 2020


Come una bomba sganciata nella notte, ieri, sul finire d giornata, il sito ufficiale dell’Eurovision ha reso noto che ci saranno diversi artisti vincitori del passato all’interno della della finale di Rotterdam in questo 2020, programmata per il 16 maggio.

Gigliola Cinquetti | Archivio Corriere della Sera

Tra loro, Gigliola Cinquetti (Italia 1964, con “Non ho l’età“), Lenny Kuhr (Paesi Bassi 1969, con “De troubadour“), Getty Kaspers dei Teach-In (Paesi Bassi 1975, con “Ding-a-dong“), Sandra Kim (Belgio 1986, con “J’aime la vie“), Paul Harrington e Charlie McGettigan (Irlanda 1994, con “Rock’n’roll kids“), Alexander Rybak (Norvegia 2009, con “Fairytale“) e ovviamente Duncan Laurence (Paesi Bassi 2019, con “Arcade“).

L’Italia torna dopo cinque anni a essere protagonista nei momenti che fanno da contorno rispetto all’atto conclusivo dell’Eurovision Song Contest.

Nel 2015, a Vienna, ci fu infatti un momento particolare, con l’esibizione sul palco di Vincenzo Cantiello, vincitore dello Junior Eurovision 2014 con “Tu primo grande amore“, prosecutore in quel periodo della tradizione di far esibire il vincitore dello JESC sul palco dell’evento maggiore.

Fu, quello, un momento in cui la notte viennese fu più italiana che mai, dopo l’esibizione de Il Volo in “Grande amore” che valse loro il primo posto al televoto e terzo assoluto.

Gigliola Cinquetti è stata, per lungo tempo, considerata la vincitrice più dominante di sempre all’Eurovision: con un sistema di punteggio totalmente diverso da quello odierno, sbaragliò la concorrenza con grandissima facilità: 49 i suoi punti, 17 quelli del secondo, Matt Monro con “I love the little things” per il Regno Unito.

Un rapporto, quello tra la cantante veronese e il concorso, a suo modo travagliato, perché se da una parte il ricordo dell’Eurovision vinto 56 anni fa certamente è per lei piacevole, dall’altra è altrettanto vero che non ha mai amato condividerlo con tutti, alternando momenti in cui ha dichiarato di non ricordare i tempi ad altri in cui, invece, ha fatto emergere dettagli sulla partecipazione di Copenaghen.

Curiosamente, quell’Eurovision è uno dei soli due di cui non esiste, o almeno non sia disponibile, la registrazione completa (negli archivi della tv danese è andata distrutta in un incendio): l’altro è quello del 1956, che ha dato il via alla storia della rassegna.

Dopo il 1964, l’Italia ha dovuto attendere 26 ulteriori anni prima di rivincere l’Eurovision, riuscendoci nel 1990 con “Insieme: 1992” di Toto Cutugno.

Da allora, complici anche gli anni di assenza tra il quarto posto dei Jalisse nel 1997 e il secondo di Raphael Gualazzi nel 2011, la vittoria è sempre sfuggita al nostro Paese, che pure ha, da quel 2011, un ruolino di marcia secondo solo a quello della Svezia.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

10 Risposte

  1. Patrick GUILBERT ha detto:

    Gigliola fera de nouveau scintiller la scène. Bravo pour votre carrière exemplaire, Grande Dame…

  2. Angeles Alvarez C ha detto:

    Excelente !!!
    Con una gran trayectoria Gigliola Cinquetti

  3. gigliola48 ha detto:

    Sono convinto che quest’anno l’Italia vince!,con la presenza di Gigliola Cinquetti come ospite.

  4. Rosario Pane ha detto:

    BELLISSIMO RIVEDERE GIGLIOLA SUL PALCO DELL’EUROFESTIVAL

  5. Franck ha detto:

    Puo darsi che l’Italia vinca nel 2020 ! E la mia canzone preferita per il momento, anche se ci sono ancore molte da discovere in tutta Europa. Ma penso sul serio che Diodato e la sua canzone hanno il profilo per vincere questa volta.

  6. Cristina Cervelli ha detto:

    Veramente Gigliola partecipo’ anche all’Eurofestival di 10 anni dopo ,1974 ,che si tenne a Brighton ,e in cui si classifico’ seconda con la canzone “Si” sfiorando un fantastico Bis con soli 6 punti di distacco dai vincitori ABBA (Waterloo)

  7. Pier Giorgio ha detto:

    Siamo fieri di rivedere Gigliola Cinquetti sul palco dell’Eurovision!

  8. Eurofan1408 ha detto:

    Bella idea

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: