Melodifestivalen 2020: in finale Victor Crone e Hanna Ferm, eliminata Nanne Grönvall


Dalla Malmö Arena, si è conclusa poco fa la quarta ed ultima semifinale dell’edizione 2020 del Melodifestivalen, la selezione nazionale con cui ogni anno la Svezia designa il proprio rappresentante per l’Eurovision Song Contest.

melodifestivalen 2020 victor crone hanna ferm

A trionfare e raggiungere direttamente la finale di Stoccolma è Hanna Ferm, affermatasi solista dopo il fortunato duetto con Liamoo in gara lo scorso anno. L’esibizione di “Brave” è curata nei minimi dettagli tra macchine del fumo, vento tra i capelli dell’artista, movimenti, inquadrature e luci, tanto da sembrare – a tratti – un vero e proprio video musicale.

Ad accompagnarla in finale c’è Victor Crone, già all’Eurovision lo scorso anno per l’Estonia con “Storm“. Dopo la partecipazione al Melodifestivalen 2015 con Behrang Miri, torna in gara da solista con l’uptempo “Troubled Waters“. In scena l’ormai scontata trovata tecnologica delle proiezioni con cui il cantante può interagire, le quali aiutano a distrarre dalla scarsa performance vocale dell’artista.

Procede al ripescaggio Frida Öhrn, un nome di spessore per il successo col gruppo Oh Laura e per le passate partecipazioni al Melodifestivalen. La sua “We Are One” è un glam pop portato in scena con lustrini e glitter. La voce graffiante della cantante accompagna un piacevole brano dai tratti motivazionali.

All’andra chansen accedono anche Ellen Benediktson & Simon Peyron. Il duo accompagna i telespettatori in un viaggio in fondo al mare, grazie alla scenografia ambientata “sott’acqua”. Non a caso “Surface” è un brano che racconta come due innamorati cerchino di scendere “underneath the surface” per conoscersi e capirsi appieno.

Eliminata dalla competizione la leggenda dello schlager svedese Nanne Grönvall: con la sua “Carpool Karaoke” ha portato sul palco una esibizione che sembra tratta da un musical, dall’atmosfera del diner americano e l’energia di “Grease”. La simpatia e l’energia veicolate non sono state sufficienti ad assicurarle un posto in finale.

Deve lasciare la gara anche Jakob Karlberg, un nome discretamente affermato nel panorama svedese grazie ai suoi numerosi singoli rilasciati in seguito alla partecipazione al talent “Idol” nel 2011. Le chitarre illuminate con strisce di led, le inquadrature e i colori in stile Mondrian non sono bastati per traghettare “Om du tror att jag saknar dig” in finale, un testo peraltro scritto anche dalla stessa Nanne Grönvall.

Esce di scena anche l’ex-talent William Stridh, che segna la sua prima comparsa da solista dopo un’esperienza di gruppo. Con “Molnljus” ha regalato al pubblico una ballad poetica contornata da un crescendo di luci che illuminano un’atmosfera cupa e nebbiosa.

duelli ripescaggio melodifestivalen 2020

Il Melodifestivalen proseguirà sabato prossimo con la serata del ripescaggio, in diretta da Eskilstuna, che per la prima volta ospiterà l’evento. Al termine di quest’ulteriore serata, si completerà la line-up dei finalisti con altri quattro concorrenti tra gli otto che si sfideranno nei seguenti duelli:

  • Anis Don Demina VS Ellen Benediktson & Simon Peyron
  • Malou Prytz VS Paul Rey
  • Felix Sandman VS Frida Öhrn
  • Mendez feat. Alvaro Estrella VS Drängarna

Commenta questa notizia...